Tag

modulare

Browsing

Komodo di Nardi è il nuovo sistema di sedute modulari per l’outdoor, disegnate da Raffaello Galiotto. Caratteristica principale del sistema Komodo è la struttura modulare in resina fiberglass dal particolare intreccio, ispirato alla trama naturale dei rami degli alberi.

Una linea pensata per l’uso residenziale ma anche e soprattutto per il Contract e per la collettività. La grande flessibilità della collezione Komodo di Nardi consente infatti di realizzare composizioni potenzialmente infinite di ogni forma e dimensione, aggiungendo diversi moduli con o senza schienali e cuscini imbottiti. Il tutto mantenendo una grande armonia estetica del disegno intrecciato sche possa senza soluzione di continuità da modulo a modulo e da seduta e schienale

L’innovativo sistema di aggancio è basato su un semplice principio di rotazione, che evita inestetici incastri, viti e fori a vista.

Lo sgancio dei moduli è altrettanto semplice e intuitivo e permette così di riporre divani e poltrone in pochissimo spazio

Il sistema Komodo di Nardi è proposto in 3 colori, bianco, antracite, tortora, e può essere personalizzato con diverse tipologie e colori dei rivestimenti.

In collaborazione con Nardi

Composition, e già il nome dà l’idea che si sta parlando di una linea completa di vassoi tutti diversi tra loro per caricare il proprio smartphone.

Semplici complementi tutti colorati da aggiungere ai mobili di sempre, così da completarli e regalare un’anima tech senza essere invadenti.

Il concept di Composition

I diversi vassoi progettati dallo studio Pesi di Seoul, fanno parte del programma Creative Square di Samsung con l’obiettivo di reinventare la sensazione tecnologica, che diventa essenziale ma non per forza manifestata.

Inoltre, combinando le varie strutture tra di loro, è possibile impilare diversi vassoi, così da creare infinite composizioni che soddisfano le esigenze e i gusti in fatto di colori.
La batteria completamente integrata restituisce una stazione di archiviazione e ricarica completa, capace di essere spostata in qualsiasi momento e in qualsiasi spazio.

I modelli della collezione Composition

Composition è caratterizzata da tre tipi di modelli di vassoi: Tray Cabinet, Tray Shelf e Tray Table.

Tutti distinguibili dal loro design minimalista e moderno, che unisce funzionalità e stile.
Un progetto interessante che mette in evidenza come la tecnologia si integra al design rendendolo all’avanguardia e non per forza complesso.

www.designstudiopesi.com

Scopri anche il LEGO Design, una selezione di oggetti di design ispirata ai celebri mattoncini


Everblock esaudisce il desiderio di ogni bambino che è in noi, un sistema di mattoni Lego giganti in plastica che permette di personalizzare gli spazi e i mobili della nostra casa.

Che siano pareti divisorie, librerie, tavoli o sedute: la costruzione che prende vita sovrapponendo e incastrando i vari moduli, senza usare attrezzi.

Scopri LEGO Art, i giochi LEGO per adulti


Sembrerà come entrare dentro le architetture più svariate che nostra creatività bambinesca, colorata, senza limiti e sostenibile. Everblock, con i suoi mattoni Lego giganti, permette a chiunque di sbizzarrirsi con gli stessi moduli in polipropilene completamente riciclabile per dare vita a svariate soluzioni adattandosi alle esigenze del momento.

Casa, ufficio, giardino, o sale d’attesa, tutto diventerà più allegro, divertente e per certi versi piacevolmente nostalgico.

www.everblocksystems.com

MinimLet è l’ingegnosa toletta da portare con sé, pronta all’uso per le situazioni d’emergenza, come può essere quella di una catastrofe naturale.

L’idea

MinimLet nasce da un’esigenza fisiologica ben precisa, quella di poter andare in bagno e di poter avere la propria privacy.
Le tante catastrofi e terremoti avvenuti in Giappone hanno fatto riflettere su come tra i tanti bisogni da soddisfare, tra cui quello di mangiare e di bere, a volte viene dimenticata o banalizzata la possibilità di andare in bagno.
In questi casi, vengono messi a disposizione i bagni pubblici, ma a causa della loro dimensione e del peso degli elementi strutturali, è difficile fornirne abbastanza per tutta la gente. Per non parlare dell’igiene che viene sempre più a scarseggiare.
Nasce così il progetto MinimLet by Nendo, che integra la funzionalità con la praticità.

Il progetto

Tutti gli elementi di MinimLet nascono dalla semplificazione e scomposizione del sedile del WC.
Ogni singolo elemento, tagliato più volte in pezzi, svolge un ruolo fondamentale, e si compone integrandosi con gli altri elementi disponibili.
Tutto viene raccolto in un kit, che si presenta come una borsa da trasporto capace di conservare 6 articoli.

Il kit MinimLet è composto da: tubi in alluminio, un sedile per WC, un panno in nylon per la tenda, tessuti tascabili, sacchi per immondizia e coagulanti.
La borsa di per sé è impermeabile, così da ospitare un fondo che fa da secchio, capace di portare fino a 16 litri di acqua.
Tutto il sistema si compone unendo i tubi di alluminio con il sedile e con le lattine in acciaio. Queste possono essere sostituite da bottiglie, e fanno da sostegno al bagno portatile. I piccoli contenitori infatti possono essere riempiti con acqua piovana o sabbia, per fare da peso.

Il bagno portatile ha l’intelligente capacità di trasformarsi in un ambiente chiuso. Utilizzando il panno in dotazione, si può creare una piccola tenda agganciata a un ombrello, oppure basterà coprirsi utilizzandolo come mantella.

Tutto il sistema di completa di elementi adattandosi ad altri oggetti di uso quotidiano, che permettono di usare MinimLet in qualsiasi esigenza.

www.nendo.jp

“Gravée – unique en série” sono i mobili contenitori componibili di nome francese e provenienti proprio da uno studio di design francese.

Una collezione super colorata presentata alla Maison & Objet di quest’anno.

Lo studio Emmaus si lascia ispirare da ciò che può nascere unendo artigianato e contemporaneità, nella creazione di moduli coloratissimi che si adattano a qualsiasi esigenza.

Tutti i moduli si presentano con lo stesso disegno tecnico, un contenitore rettangolare tenuto in piedi da piccole gambe.

Questo permette di usare il modulo sia come tavolino, sia come comodino, sia come una completa libreria… basterà semplicemente sovrapporre un modulo all’altro.

I moduli, provenienti da pannelli di materiale riciclato, sono stati impreziositi da sfondi e piedi colorati, così accesi e decisi da esser super contemporanei.

Il dettaglio non è anche da poco: decorazioni geometriche in superficie, colorate e non, rendono il mobile unico e per niente scontato.

www.atelier-emmaus.org

USM: l’Home Office di design

Nata nel settore dell’arredamento classico per l’ufficio, l’azienda svizzera USM ha visto evolversi naturalmente la propria offerta, che si è allargata anche alle residenze private. Questo perché gli ambienti dedicati all’home office di design stanno acquisendo sempre più spazio all’interno di molte case contemporanee.

Per questi ambienti, però, i clienti hanno aspettative sempre più alte relative agli arredi, che devono essere non solo pratici e funzionali, ma devono essere anche belli, curati nelle linee e devono adattarsi a ogni stile di casa e di arredo. Dal più tradizionale a quello più moderno.

Tra le caratteristiche più richieste negli arredi da home office di design contemporaneo ci sono senza dubbio le tonalità di colore, il senso tattile, le funzionalità.

USM ha tenuto conto di queste esigenze e, forte della sua decennale esperienza, ha deciso di offrire una serie di prodotti flessibili, funzionali e ben disegnati, per l’home office. Sono tutti caratterizzati, ovviamente, dalla sfera con i controventi in acciaio, ossia il fulcro dell’ormai celebre sistema di arredamento.

Questo permette una gamma di composizioni pressoché infinita di elementi modulari, Questi permettono di creare diverse soluzioni tra cui contenitori, scaffalature, cassettiere, librerie, archivi e tanto altro.

Amplissima anche la cartella colori, che si arricchisce di 55 nuove superfici coordinabili con i sistemi di tavoli USM, anche questi utilizzabili indifferentemente per il pranzo come per il lavoro

www.usm.com

Lift-Bit è il divano digitale che fa percepire come davvero la tecnologia sta cambiando le nostre vite.

Immagina una casa che si adatta da sola alle tue esigenze, anche prima che rientri da lavoro. Non si parla solo di domotica, ma di tutti gli oggetti che hanno circondato le nostre giornate e che improvvisamente prendono vita.

Questa è stata un’idea dello studio Carlo Ratti Associati in collaborazione con Opendot Fablab.

Lift-Bit è un divano composto da diversi moduli esagonali che si alzano e si abbassano per creare le configurazioni più svariate e dare vita a una chaise longue che diventa una serie di poltrone, o un letto completamente piatto, o addirittura un parco gioco per bambini.

Tutto avviene grazie a un’interazione diretta, semplicemente agitando la mano a pochi centimetri dallo sgabello, e all’applicazione collegata, tramite la quale l’utente può impostare la dimensione e la forma del proprio divano in qualsiasi momento, anche da remoto.

Combinando in maniera semplice ma intelligente un oggetto comune con il grande mondo della tecnologia e dell’IoT, Lift-Bit permette di assumere diverse impostazioni, adatte per ambienti di casa e ufficio.

Lift-Bit non è nuovo nel mondo del design: se una nuova versione è stata presentata quest’anno durante il Salone del Mobile, già nel 2016 si è affacciata la prima edizione, studiata in collaborazione con casa Vitra.

www.lift-bit.com

Zoo Collection unisce maestria artigianale e raffinatezza estetica, piccoli gioiellini che danno vita a una serie di vasi modulari che reinterpretano animali esotici.

Il designer Andrè Teoman ha deciso di utilizzare la porcellana e il vetro colorato, dal gusto baroccale ma con una interpretazione contemporanea.

Mon, Hoo, Roger e Gira

Una scimmia, un uccellino, un coniglio e una giraffa che diventano vasi contenitori, per accogliere le più svariate opzioni, dalle caramelle a piccoli fiori. O perchè no, per semplicemente arredare la propria casa con un occhio originale.

La bianca porcellana della testa dei personaggi e delle loro zampette si arricchisce con piccoli dettagli dorati, ed entra in contrasto con il corpo realizzato invece in vetro colorato.

E per chi desidera le forme più strane, può smontare tutti i pezzi per combinare una famiglia di animali tutta nuova.

Il designer Andrè Teoman

André Teoman è un giovane designer nato il Portogallo, ma cresciuto tra Viana do Castelo e Istanbul.

Guardando i progetti di Andrè, non si può notare la sua passion per il teatro e il mondo fantastico. La sua missione infatti è preservare la bellezza e lo stupore dell’arte, facendo rispiccare l’unicità artigianale e tutte le tecniche di lavorazione che vengono spesso dimenticate.

Tutte le sue creazioni esplorano il simbolismo unito a un pizzico di umorismo, creando prodotti dal forte valore emozionale e capaci di creare legami emotivi.

www.andreteoman.com

BrickBox è un sistema modulare componibile brevettato, progettato dal designer spagnolo Antxon Salvador, costituito da una semplicissima scatola di legno, un box appunto, che permette di costruire una libreria su misura come fosse un mattoncino del Lego (brick).

Antxon lo ha pensato per essere un contenitore di cultura pop (libri, film, vinili e CD), ma in realtà può contenere qualsiasi cosa.

Progettato per facilitare il montaggio, il trasporto e lo stoccaggio, BrickBox è un molto sistema versatile che può anche essere utilizzato per costruire diversi tipi di strutture: a partire da un comodino, utilizzando un solo brick, ad un sistema di scaffalature ampio e complesso per il soggiorno; dall’archivio per l’ufficio al guardaroba per bambini. Ma BrickBox può anche trasformarsi in credenza o biblioteca o, grazie alla sua struttura autoportante può essere utilizzato come elemento divisorio da centro-stanza. Una soluzione versatile per qualsiasi spazio.

Concepito per uno stile di vita contemporaneo e nomade, dove tutto è in movimento e quindi deve essere facilmente trasportabile, un elemento modulare, scomponibile leggero e componibile in configurazioni ogni volta diverse diventa quasi una necessità.

Il sistema BrickBox è composto di moduli in multistrato marino di betulla da 12 millimetri con finitura in melaminico e sono disponibili in due dimensioni; possono essere facilmente assemblati senza viti, ma con connettori in nylon posti sulla base in grado di garantire una buona stabilità strutturale. Le pratiche maniglie intagliate sui lati del box, oltre a rendere facile la presa e lo spostamento di ogni modulo, conferiscono al prodotto la sua caratteristica personalità. Il sistema può essere completato con diversi accessori; porte, mensole, gambe.

BrickBox è venduto come un pacchetto piatta, facile da trasportare e veloce da mettere da montare.

www.brickbox.es

KALI, LA CABINA ARMADIO PER OGNI SOLUZIONE DI SPAZIO

Chi non ha mai sognato una cabina armadio spaziosa, attrezzata, perfettamente organizzata? La cabina armadio è una soluzione intelligente e funzionale che un tempo veniva presa in considerazione solo da chi poteva godere di camere molto ampie ma che oggi, grazie alla flessibilità dei nuovi sistemi è perfettamente adattabile anche a spazi più ridotti.

Come la cabina armadio Kali, proposta da SMA, una collezione completa di strutture attrezzabili e accessori pensati per soddisfare ogni esigenza di contenimento e per garantire all’utente la massima personalizzazione. Una linea modulare che non solo consente di ottenere un’organizzazione più razionale e funzionale, ma che si adatta perfettamente a qualsiasi stile di arredo. Kali ha una struttura robusta, pensata per durare nel tempo, che si arricchisce una ricca gamma di accessori e di moduli intercambiabili e integrabili tra loro.

La cabina armadio Kali è disponibile in due misure di altezza e in cinque misure di larghezza, oltre ovviamente al “su misura”, ed è disponibile con interno in finitura olmo e montanti in alluminio brunito.

La gamma di attrezzature interne è davvero molto ampia: si può scegliere di attrezzare il proprio spazio con cassettiere a terra o sospese, con frontali in vetro, con vassoi estraibili, con divisori interni, porta pantaloni estraibili, cestelli e scarpiere estraibili e tanto altro. Tutti coordinabili tra loro e in finitura alluminio brunito.

Esiste anche la possibilità di inserire, sui divisori e sui fianchi, un pratico sistema di illuminazione interna con rilevatore di presenza.

La cabina armadio Kali è disponibile anche la chiusura ad ante battenti con profilo in alluminio brunito e vetro fumé e maniglietta in cuoio con cuciture a contrasto a vista (applicabili anche in un secondo momento), oppure con le chiusure scorrevoli da applicare direttamente sul muro, sempre con profilo alluminio e vetro fumé.

 

 

 

CHANGE: UNA COLLEZIONE, INFINITE SOLUZIONI

La sala da bagno si libera da ogni orpello e libera la sua essenza, fatta di forme lineari e volumi semplici che si possono abbinare in tantissime composizioni originali. Con il sistema Change di Hafro Geromin, azienda veneta di cui Design Street ha già mostrato l’incredibile collezione di Home SPA e di docce di design, il piacere di comporre il proprio bagno personalizzato diventa realtà.

Change è l’espressione di un nuovo modo di vivere e arredare la quotidianità. Le sue finiture materiche, combinate alle tonalità neutre della collezione, conferiscono all’ambiente bagno un fascino caldo e naturale. Le superfici dei mobili, caratterizzate da un effetto legno con venature a rilievo, si abbina ai laccati colorati dai forti contrasti cromatici.

I mobili da bagno della collezione Change sono composti da una serie di elementi modulari dal design contemporaneo che possono essere utilizzati singoli, sovrapposti, sfalsati o accostati sia in verticale che in orizzontale. Si possono alternare elementi chiusi da ante o da cassetti a moduli open; creare simmetrie, che enfatizzano l’ordine visivo, oppure geometrie variabili che donano alla stanza da bagno un maggiore dinamismo.

L’altezza di 13 cm della consolle e lo spessore di 1,2 cm dei fianchi completano la composizione, dandole una garanzia di solidità e di durata nel tempo. La gola a 45° integrata nel frontale esalta la matericità delle superfici, mentre la maniglia applicata regala alla composizione un segno forte e riconoscibile.

Change offre in un’unica collezione il massimo della libertà e la più ampia versatilità. Una serie pressoché infinita di soluzioni per l’arredo bagno che semplificano l’utilizzo quotidiano, assecondando i più diversi spazi e adattandosi a ogni stile. Il tutto, rigorosamente e orgogliosamente made in Italy.

 

 

 

 

La designer belga Marina Bautier ha recentemente presentato Lap Desk un nuovo concetto di scaffalatura modulare componibile.

Una soluzione estremamente flessibile e disegnata pensando alla semplicità, che si adatta a diverse funzioni e diversi ambienti. Si può utilizzare a partire da un’unica unità, alla quale si possono aggiungere una serie di moduli, prolunghe per creare la propria composizione preferita. Dalla libreria bassa, a una scrivania attrezzata, dalla libreria a tutta parete, fino alla singola scaffalatura pensile.

Ma non è tutto… alle varie combinazioni possono essere aggiunte una ricca serie di vassoi, scatole più o meno profonde con mensole per contenere oggetti e libri tascabili.

Il nome Lap si riferisce a come il metallo si sovrappone alla struttura in legno. L’organizzazione dei componenti dipende dal gusto personale, e possono essere risistemati in qualsiasi momento.

Lap è una scaffalatura modulare componibile semplice e altamente funzionale. La struttura parte da un telaio in rovere massello e una varietà di elementi aggiuntivi in lamiera piegata e verniciata a polvere. Tra questi, mensole vassoi, e contenitori di diverse profondità. Questi elementi si incastrano al telaio senza bisogno di viti sovrappone al telaio. Con l’aggiunta di un kit di estensione, il sistema Lap può adattarsi alle particolari esigenze degli utenti.

www.marinabautier.com

www.casefurniture.co.uk

Sinuosa, versatile e materica, Iron-ic è una libreria componibile in ferro naturale basata sull’assemblaggio, ad incastro, di moduli dai lati curvilinei che conferiscono all’insieme un particolare look ondeggiante.

Il modulo minimo, in lamiera naturale “iron” o lamiera verniciata bianco, è formato da quattro quadranti (cm 72X72 con profondità 30 cm) replicabile liberamente all’infinito.

Le basi sono dotate di piedini regolabili: i moduli, predisposti per il fissaggio di sicurezza a muro, possono essere fissati tra di loro tramite magneti e/o tramite viti passanti. Le schiene sono disponibili in rovere naturale e rovere cenere.

www.rondadesign.it

ADD, disegnato  da Francesco Rota per La Palma, è un sistema di sedute modulari e componibili, pensate indifferentemente per la casa e per il contract.

La prima cosa che si nota è la linea minimale, essenziale e pulita, che sembra confermare la tesi (che condividiamo) secondo la quale un buon prodotto è il risultato di una sottrazione più che di un’addizione.

Il sistema si compone di una base alla quale si aggiungono, a seconda delle necessità, piani, sedili, schienali ed altri accessori, per ottenere moduli semplici e compatti, come il divanetto a due posti, o veri e propri sistemi articolati di seduta – perfetti per il mondo contract – accessoriabili con tavolini, vaschette, portariviste o side tables, che includono prese di alimentazione per la ricarica dispositivi mobili.

La struttura del telaio è in alluminio, mentre le sedute sono sostenute da cinghie elastiche che aumentare la sensazione di comfort. I cuscini, bombati al centro, evidenzia lo spazio di seduta, sottolineato anche dalla cucitura a contrasto: l’unica concessione alla lavorazione artigianale applicata ad un prodotto industriale.

www.lapalma.it

Una casa modulare a cinque piani, aggrappata sullo strapiombo di una scogliera. Per qualcuno potrebbe essere un sogno, per altri un incubo. In realtà si tratta (per ora) solamente di un concept progettato da Modscape, azienda specializzata nella progettazione e nella realizzazione delle case modulari di ogni forma e dimensione.

Cliff House, la casa della scogliera, è una risposta teorica ai clienti che si sono avvicinati Modscape per esplorare le opzioni di progettazione per le condizioni estreme del terreno costiero in Australia. Ispirata dal modo in cui certi piccoli crostacei si aggrappano allo scafo di una nave, questo concept è stato sviluppato per una casa da “agganciare” sullo strapiombo di una scogliera ed è pensato come una naturale estensione della scogliera stessa, creando così un collegamento totale con l’oceano.

Dato che il progetto stesso renderebbe impossibile una costruzione convenzionale, il concept della Cliff House si basa su tecnologie di progettazione e prefabbricazione modulare che prevedono una serie di moduli sovrapposti che vengono ancorati nella roccia con speciali perni in acciaio. L’ingresso alla casa avvieneè attraverso un posto auto coperto al piano superiore, dove un ascensore collega verticalmente l’utente attraverso ciascuno degli spazi abitativi sottostanti, caratterizzati da pochi elementi e grandi vetrate che offrono uno spettacolare panorama da ogni livello

http://modscape.com.au