LA GUIDA DEFINITIVA (E ALTERNATIVA)
AL FUORISALONE DI MILANO 2022
di Massimo Rosati

State cercando una guida al Fuorisalone di Milano 2022?

Vi piacerebbe scoprire una guida alternativa al Fuorisalone? Uno srumento pratico e organizzato, alternativo alla tradizionale guida di Interni?
Una guida al Fuorisalone che che vi faccia risparmiare tempo (e inutili camminate) e che seleziona per voi solo i migliori eventi della città?
Vi piacerebbe consultare una guida al Fuorisalone che vi accompagni passo dopo passo, zona per zona, evento per evento, in un percorso alla scoperta del meglio della Milano Design Week 2022?
Vorreste pianificare la vostra settimana del design milanese con l’aiuto di una guida, diversa, che vi suggerisca una selezione “ragionata”, ricca di spunti e di consigli su cosa vedere al Fuorisalone di Milano?
Avete poco tempo a disposizione ma non volete perdervi il meglio della Milano Design Week?

…e allora fermatevi: siete nel posto giusto!

In questa sezione troverete, aggiornati in tempo reale, tutti i miei consigli sugli eventi da non perdere, zona per zona. Una guida pensata appositamente per voi da Massimo Rosati, fondatore e direttore di Design Street.

Potete fidarvi, visto che conosco il Fuorisalone di Milano fin dal suo debutto, oltre 30 anni fa!


LE DATE DEL FUORISALONE 2022 DI MILANO

Dopo una inedita versione settembrina nel 2021, causata dall’emergenza Coronavirus, il Fuorisalone di Milano 2022 era stato inizialmente proposto dal 5 al 10 aprile. Ma poi è stato spostato a giugno.

Il Fuorisalone 2022 di Milano si svolgerà dal 6 al 12 giugno 2022.

Il Salone del Mobile di Milano 2022 si svolgerà dal 7 al 12 giugno 2022

Le press preview del Fuorisalone sono solitamente concentrate il giorno prima dell’apertura, quindi il 6 giugno.


Da 4 anni, la guida al Fuorisalone n.1 su Google

La guida al Fuorisalone di Designstreet si posiziona al primo posto su Google per il 4° anno di fila,
a dimostrazione della sua qualità, della sua popolarità e dell’alto ranking che Google dà a Design Street.

La nostra Guida al Fuorisalone, anche nel 2022 si posiziona al 1° posto nelle ricerche su Google.

La nostra Guida al Fuorisalone era posizionata al primo posto su Google anche negli anni passati, come si può vedere dai 3 screenshot delle ricerche: guida Fuorisalone Milano (2019), guida al Fuorisalone (2020) e guida al Fuorisalone (2021).  Per essere assolutamente attendibili, le ricerche sono state fatta da “finestre di navigazione in incognito” di Chrome e di Safari.
Come si può vedere dai risultati, la Guida al Fuorisalone di Design Street si posiziona in tutte 3 le ricerche in prima pagina (e in prima posizione!) su Google, davanti a competitor di tutto riguardo come Elle Decor, Interni, Fuorisalone.it, Living-Corriere della Sera, Fuorisalonemagazine, Milanodesignweek.it e altri…

Clicca sulle singole immagini dei risultati di Google (sopra) per ingrandirle e vedere le posizioni dei competitor…


COME USARE QUESTA GUIDA AL FUORISALONE DI MILANO

Sappiamo che una guida al Fuorisalone di Milano, con oltre 1000 eventi, non può essere completa e soprattutto è difficile prevedere, senza avere la sfera di cristallo, quale evento sarà più interessante e quale meno…
La selezione che troverete in questa guida al Fuori Salone si basa sulla mia esperienza di 30 anni di Salone del Mobile e di Fuorisalone.
Attraverso le segnalazioni di questa guida al Fuorisalone voglio suggerirvi non solo gli eventi più interessanti ma anche quelli ospitati nei luoghi più belli di una Milano che, nei giorni del design, si apre come un fiore a primavera, mostrando le sue bellezze segrete.

IL NOSTRO CONSIGLIO

La nostra guida propone, quando possibile, un percorso ragionato, che potrete seguire anche a piedi e che vi porterà facilmente da un evento all’altro. Se avete solo mezza giornata di tempo, vi consigliamo di concentrarvi su un distretto al giorno. Massimo due, se avete una giornata intera.

 


UNA GUIDA CHE SI AGGIORNA CONTINUAMENTE

Potrete iniziare a consultare la nostra ormai celebre guida al Fuorisalone di Milano a partire dalla primavera 2022. Quando, cioè, cominceremo a ricevere in redazione le prime segnalazioni.
Da quel momento in poi verrà aggiornata in tempo reale, giorno dopo giorno, in base agli inviti che ci invieranno.

Vi consigliamo di consultarla spesso per vedere tutte le aggiunte che verranno fatte quotidianamente


COME AFFRONTARE IL FUORISALONE DI MILANO

Tutta la città viene coinvolta e si trasforma durante la settimana del Fuorisalone. Approfittate per godervela nel modo migliore o per scoprire zone e atmosfere nuove.
Durante la Design Week di Milano si aprono spazi solitamente chiusi, gli eventi vi porteranno in vecchie archeologie industriali o in loft modernissimi, in cascine ristrutturate o in vecchi palazzi, in chiese sconsacrate o in teatri storici, in strepitosi musei o negli straordinari cortili interni che si celano dietro ad alti muri. Approfittate di questa grande opportunità e non concentratevi solo sui contenuti ma anche sui “contenitori”.

E ancora.
Negli spostamenti tra un evento e l’altro, ricordatevi di guardarvi intorno e di alzare la testa per scoprire gli edifici della vecchia Milano, il Liberty, il Déco ma anche i nuovi grattacieli che, piacciano o meno, stanno comunque trasformando l’immagine della città. Soprattutto in questi ultimi anni.
Milano è una città in continua evoluzione e i più attenti distingueranno tracce importanti della città romana o medioevale, dell’epoca Rinascimentale, di quella Barocco o della Milano Ottocentesca. Epoche storiche che convivono fianco a fianco con le più avveniristiche architetture contemporanee.


 I DESIGN DISTRICTS DEL FUORISALONE DI MILANO

Il Fuorisalone di Milano si divide in diversi distretti: alcuni centrali, come Zona Centro, 5VIE Art+Design, Brera Design District, altri più periferici ma facilmente collegati con i mezzi pubblici. Parliamo di zona Tortona, zona Lambrate, la Triennale, Alcova e altre.


Per conoscere meglio i Design Districts di Milano, vi consigliamo di leggere
la nostra
 guida ai Design Districts.

Prima di partire per il vostro tour date un’occhiata alla nostra ormai celebre guida
Come sopravvivere al Fuorisalone di Milano”.

Guarda anche la nostra guida alle anteprime del Salone del mobile 2022

Per essere sempre aggiornati su tutte le novità, iscrivetevi alla Newsletter di Design Street.


 


I PRINCIPALI EVENTI DEL FUORISALONE 2022


CENTRO

Il centro di Milano (la zona intorno al Duomo e a piazza S. Babila) è ricchissimo di showroom di arredamento e design che, durante il Fuorisalone, si animano di attività e presentazioni al pubblico, alla stampa e agli addetti ai lavori.

Monforte/Durini

Non perdete l’occasione di lustrarvi gli occhi con le proposte di design degli showroom di quell’area che comprende corso Monforte, via Durini, via S. Damiano, via Borgogna e le aree limitrofe.

I top brand di illuminazione, tra cui Flos, Fontana ArteFoscarini, Atremide, LuceplanNemo e Occhio, si concentrano nella zona di corso Monforte.

In corso Monforte 15 troverete anche Marta Sala Éditions che presenta “Clin d’Oeil” (una collezione di arredi disegnati da Federico Peri, e da Lazzarini & Pickering) e il “Residential Showroom” del celebre brand di tessuti Kvadrat, progettato da Vincent Van Duysen Architects. Di fronte, al n. 16, lo showroom di Bross e Axolight in uno storico palazzo milanese del ‘600. E ancora, Living Divani (al n.20) e Flexform (al n. 28). Trovate anche Gruppo Euromobil al n. 30/3 mentre al n. 50 inaugura il nuovo spazio Emu, dedicato all’arredo outdoor.
Cappellini-De Padova è in via S. Cecilia 7. Nella stessa via trovate l’Arena Listone Giordano.
In via S. Damiano 5 nel nuovo showroom Antrax, potete vedere i nuovi radiatori “Ghisa”, disegnati da Rodolfo DordoniRimadesio  presenta “The Good Living” nello showroom di via Visconti di Modrone 26.
Più avanti, in piazza Tricolore (con ingresso da viale Majno), inaugura lo spazio TDH – Tricolore Design Hub, che ospita eventi, incontri, mostre e presentazioni legati al mondo del design.

Lì vicino, in via Cavallotti 14, potete scoprire il nuovissimo Flagship di Roche Bobois. Al n. 8 trovate Ethimo.

Tra corso Europa e via Durini troverete una gran quantità di showroom. Qualche nome?  CassinaCeccotti CollezioniBarovier&TosoMolteni&C, DadaGiorgetti, Gervasoni, Porro, ScicAlias, Desalto, Salvioni, Technogym, Natuzzi, Lea Ceramiche, Binova e il nuovo store di Casamilano. La cosa migliore da fare è visitarli tutti per scoprire le novità che presentano…

in via Durini 14 , il D Studio Milano, il nuovo retail concept di Design Holding, riunisce tutti i brand del gruppo (B&B Italia, Mazalto, Arclinea, Azucena, Flos e Louis Poulsen).

Non distante (in via V. Bellini 1), c’è la Fondazione Studio Museo Vico Magistretti dove è d’obbligo una sosta.

Il tradizionale evento collettivo DESIGN VARIATIONS, da diversi anni ospitato all’interno del bellissimo palazzo Litta (corso Magenta), da quest’anno si trasferisce e si sdoppia. Design Variations 2022 si sposterà infatti in due splendide cornici, una più bella dell’altra, che vi suggeriamo di non perdere
La prima è il Centro Filologico Milanese, in via Clerici 10, la più antica istituzione culturale della città (dietro al Teatro alla Scala). Qui troverete i tappeti ispirati alla Cina Imperiale di Battilossi, le lampade Foris , l’eclettica poltrona Agata disegnata da Antonio Aricò per il brand siciliano Orografie e l’installazione “Pensare in marmo” di Paolo Ulian per Bufalini: una pannellatura in marmo optical, nata da uno studio di sul riutilizzo dei materiali di scarto.
La seconda invece è Palazzo Visconti, grandioso esempio dello stile Rococo milanese (zona Corso Monforte). Tra gli splendidi affreschi del palazzo esporranno il Centro Studi Poltronova, Woak, Mario Trimarchi, gli studenti del Politecnico di Milano e l’azienda belga LcD Textile Edition che, per festeggiare il suo 30° compleanno ha preparato una gigantesca torta di tessuto tecnico, con metalli semipreziosi…

 

Zona Duomo/Statale

La Rinascente di piazza Duomo presenta, al 6° piano, una selezione di prodotti Vitra per l’outdoor. A sud del Duomo potete scoprire le novità di Baxter e ammirare il bellissimo  spazio Baxter Cinema in Largo Augusto 1, nell’ex Cinema President. Troverete in zona anche Gallotti&Radice e il nuovo Antolini Stoneroom (nella vicina p.zza Fontana 2), che presenta la sua prima collezione di Tableware.
In via Larga 2, potete vedere il nuovissimo showroom Slamp. Nella stessa via, al n. 9, le cucine di Ernestomeda e, al n. 4, quelle di Maistri e di minotticucine
In piazza S. Stefano 10, i nuovi tapperi CC Tapis disegnati da Patricia Urquiola, Bethan Laura, Wood Odd Matter, Duccio Maria Gambi, Mae Engelgeer Studiopepe.
Nella vicina via Flavio Barachini, n.9, a pochi passi dal Duomo, merita una visita il nuovissimo showroom di Caccaro. Ipiazza Bertarelli 2, non potete perdere lo showroom Knoll, una delle icone del design internazionale.
All’ombra della celebre Torre Velasca, in piazza Velasca 6, Riflessi presenta la sua installazione “Surfaces”.

Imperdibile, come ogni anno, l’installazione curata dalla rivista Interni nei bellissimi chiostri dell’Università Statale, capolavoro rinascimentale del Filarete (via Festa del Perdono 7).
Tra gli allerstimenti, segnaliamo “The A-maze Garden”: un’installazione artistica a cura dello studio Lissoni Associati per Amazon. La mostra “Endless Ceiling” di Hitachi Cooling & Heating, Roca, Mirage il design Brasiliano, la mostra  “Unità Abitativa”, curata da Deanna Comellini per G.T.DESIGNe molto altro.

 

via Manzoni / p.zza Cavour / viaTurati

Spostandoci verso Brera, passeremo per il celeberrimo Quadrilatero della moda. Qui, in via Bagutta 13, Promemoria presenta nuovi arredi disegnati da Romeo Sozzi e una lampada di Piero Castiglioni.
Lo spazio Banner di via Sant’Andrea 8a pesenta la mostra collettiva” La superficie assoluta” by Hoperaperta.
Fate un salto nella boutique Jacob Cohen (via della Spiga 29) per vedere la sedia Neil Denim di MDF Italia, disegnata da J.M. Massaud.

Non perdete lo spazio Alessi in via Manzoni 14. Qui, oltre alle novità del brand, Campari Soda presenta la nuova “Design Connection” realizzata da Giulio Iacchetti.  Al n.16 , presso il Fioraio Radaelli, potrete vedere l’installazionme “Florilegio” di Cristina Celestino per Tonelli Design. D’obbligo una visita al Museo Poldi Pezzoli (via Manzoni 12) non solo per la sua bellezza, ma anche perché ospita “871 days, 50 products, 17 designers and 1 single color”, una bella mostra curata da Luca Nichetto per La Manufacture. Trovate il Laufen Space al n. 23. Infine, al n. 30, Poltrona Frau festeggia i suoi 100+10 anni

Imboccate via Borgonuovo per recarvi nel bel di Palazzo Landriani (al n.25), sede dell’Istituto Lombardo, dove troverete l’outdoor di Varaschin. In via Pisoni 2, una traversa di via Manzoni, troverete i nuovi showroom di Bottega Ghianda e delle cristallerie Saint-Louis, quest’ultimo progettato da Dimorestudio.

DA NON PERDERE!

Non perdete l’occasione di visitare il bellissimo Palazzo Bagatti Valsecchi (via s. Soprito 7), eccezionalmente aperto per la MDW22, e lo strepitoso museo Bagatti Valsecchi (via Gesù 5). Il primo ospita i lavori dii Mario Trimarchi e di Gio Latis Studio per Tensoforma. Nel secondo, potete ammirare l’esposizione collettiva “Palazzo delle Meraviglie” con diversi designer che espongono nelle antiche sale del museo, tra cui di Vincent Van Duysen per Perennials and SutherlandEduard Locota e J.M. Szymanski e gli studi Barn In The City,Hommés e Sohil.
Due eventi da non farsi sfuggire!

IL NOSTRO CONSIGLIO

Fermatevi per un caffé da The Manzoni, il bar ristorante di Tom Dixon in via Manzoni 5. Bellissimo e decisamente molto raffinato, tutto arredato nel puro stile Dixon!


BRERA DESIGN DISTRICT

Il Brera Design District propone come sempre una gran quantità di eventi che animano il quartiere e che si alternano ai tantissimi showroom di design qui ospitati. Il tema conduttore di questa edizione del Brera Design District è “Forme dell’abitare”.

Per destreggiarvi tra showroom ed eventi, armatevi dell’ormai celebre guida (la trovate in tutte le location di Brera e negli Info Point) e iniziate a girare per lo storico quartiere.

via Brera / S. Marco

Partite dal “cuore antico di Brera“, rappresentato dalla zona pedonale di via Fiori Chiari, via Formentini e via Madonnina. Perdetevi tra antiquari, negozi di modernariato, botteghe esclusive e locali storici.
Partite da via Brera, zona di profumieri e gallerie d’arte. Al n. 2, la Galleria Ponte Rosso presenta una collezione di arredi disegnati, tra gli altri, da Philippe Nigro e prodotta da A&B Living. Al n. 3, la Galleria Milano ospita Matter by Norwegian Presence, una collettiva di 10 designer e di altrettanti brand norvegesi. La galleria Il Castello di via Brera 16 presenta invece “Blank”, un’installazione luminosa di Felice Limosani per Fondazione Targetti + un nuovo sistema di illuminazione integrato per l’outdoor, progettato in collaborazione tra Targetti e Stefano Boeri Interiors.
In via delle Erbe 2A inaugura il nuovo spazio Whirlpool-Hotpoint. In via del Carmine 9, le nuove collezioni “Contemporary Persia” di tessuti di Christian Fischbacher. Visto che siete lì, è d’obbligo un passaggio nei chiostri della Chiesa del Carmine dove potrete ammirare la nuova collezione Cadence, disegnata da Pierre Charpin per  la Cristallerie de Saint-Louis.

In via Madonnina 12, non perdete Inspired in Barcelona, una mostra evento che porta il design e la cucltura catalana a Milano. In via dei Giardini 21, l’hotel Casa Baglioni presenta “In-Between”, un’installazione degli architetti Spagnulo & Partners che fa incontrare rte e design.

Non perdete, nel sagrato e nei chiostri della basilica di San Marco, dOTdesign Outdoor TastedOT Bathroom, una rassegna di oltre 700 mq con progetti d’autore dedicati al bagno e alla vita all’aperto. Curiosare fra i pezzi tra arte e design di Dilmos (piazza s. Marco n.1. Al n. 4, scoprirete gli esclusivi rivestimenti murali di London Art. In via San Marco 24, la galleria Luca Preti Design Storico presenta una riedizione in tiratura limitata di un grande specchio a parete disegnato da Ico Parisi nel 1972. Al n. 26, Fontana Arte presenta la mostra commemorativa “90 Years of Light and Art”.
Poco distante, in via Goito 9, potrete scoprire l’Open Studio Café progettato dall studio Lissoni&Partners con Living Divani e Illy Caffé.

Le vie di Brera

Le vie si Brera è sono da perlustrare tutte, alla scoperta di showroom e pop up shop che durante il Fuorisalone spuntano come funghi… Il nostro consiglio è quello di battere a tappeto le zone intorno a via Solferino, via Brera, Corso Garibaldi, via Palermo, via Ciovasso e via Pontaccio.
Potete farlo a piedi, dato che è tutto molto “concentrato”…
Volete qualche altro suggerimento? Ecco i nostri!

In via Pontaccio trovate parecchi showroom di design. Ceramica Cielo (al n.4/6)Moroso (al n. 8), Unopiù (al n. 9), Falper (al n. 10) e Franke (al n. 18). Al n. 19 trovate Talenti , Unox CasaAbimis, che presenta “Àtria”, la sua nuova cucina outdoor in acciaio Inox.
Vi suggeriamo due brevi deviazioni.  La prima vi porta in via dell’Annunciata 29 per vedere le novità di Marset. La seconda, in via Ciovasso 6 per disegnare in libertà le pareti di un’installazione di Giulio Iacchetti con i pennarelli Uni Posca

Proseguite per via Solferino e fermatevi al n. 11. Qui, in una bella corte interna, trovate Boffi, Paola CDimore Gallery Salvatori. Al n. 15 un progetto di Piero Lissoni per RBM More.
Proseguendo, al n. 18 (in in altro incantevole cortile interno) potrete scoprire lo showroom di Flaminia Bathrooms, le lampade di Viabizzuno, lo showroom di Fantini e, da Interno 8, l’allestimento di “Water Red Vibes” di Treemme.
Proseguendo per via Solferino, al n. 22 incontrerete lo showroom Bisazza (che presenta nuove collezioni di rivestimanti in marmo) e Molteni Dada (all’angolo con via Pontaccio). Il Solferino Lab (al n. 36) presenta i nuobi rubinetti di Fima Carlo Frattini disegnati da Marco Piva. Al n. 44, non perdete l’installaziona a scala reale della camera da letto di Eileen Gray, che lei stessa disegnò per la sua casa al mane tra il 1926 e il 29. Un progetto di ClassiCon presso Antonio Colombo Arte Contemporanea. Al n 21, Calligaris Group (Calligaris, Connubia, Ditre Italia, Luceplan e Fatboy), ha appena inaugurato il suo grande showroom.

Fate una breve deviazione in via Palermo 1, e salita nel Brera Design Apartament. Allo stesso numero, le nuove collezioni “Senza Tempo” di Society Limonta. Al n. 8, i lavori di Eligo Studio e Giulio Iacchetti per Fantin. Al n. 18, ancora Giulio Iacchetti ha designato 9 borse per il nuove brand giapponese Montbook.

Tornati in largo Treves, al n. 5 la galleria Post Design. In largo  Treves 2, Marsotto edizioni presenta “Collectible Marble” nel bellissimo showroom-scultura in marmo. In mostra prodotti iconici e i nuovi prodotti firmati da  Konstantin Grcic, Jasper Morrison, Maddalena Casadei, Naoto Fukasawa, Nendo, Philippe Malouin, Ross Lovegrove, Studio Irvine, Thomas Sandell. Poco distante, in via Marsala 7, le ceramiche Mirage

via Moscova / corso Garibaldi

Imboccate via Statuto in direzione piazza Moscova. Al n. 12 troverete il mondo di Agape 12.  Al n. 16 vedrete le nuove luci di Masiero e, al n. 21, il JV Studio di Jannelli&Volpi.  

Presso la Mediateca S. Teresa, in via della Moscova 28, non lasciatevi sfuggire l’evento che celebra la ventennale collaborazione tra la cristalleria francese Baccarat e Philippe Starck. Siamo tutti curiosi di scoprire lo spazio Lodes e lo showroom Flexform che inaugurano nei giorni del Fuorisalone in via Moscova 33. Al n. 47/A, gli arredi outdoor di Tectona Paris.

Imboccate ora Corso Garibaldi dove, al n. 65, troverete il nuovo showroom di Gabel. Al n. 71, USM torna a esporre nello storico negozio di biciclette RossignoliAl n.77scoprite le novità di Magis. Al n. 81, il coloratissimo JVstore di Jannelli&Volpi
Sempre in corso Garibaldi, al n. 99 trovate Modulnova e la nuova Accademia Valcucine. Al n. 123, c’è Moroni Gomma. Al n. 25 Galleria Jannone ospita “il Giardino Tattile di The HAD – Human Animal Design”: un’esperienza tattile e Pet-Friendly, ispirata al bosco di Bruno Munari, per i bambini e gli amanti degli animali
Lo showroom Manerba è nell’adiacente piazza San Simpliciano.

 

Zona Castello Sforzesco / Arena civica

Il design scandinavo di Carl Hansen & Søn lo trovate in Foro Buonaparte 18/A. Qui troverete le inedite finiture, con cui la designer Ilse Crawford ha “vestito” l’iconicass sedia  CH24 Wishbone. Tra cui il colore HollyHock (malvarosa gialla).

In Foro Bonaparte 60, troverete gli oggetti di design in marmo di Budri e, al n. 74, potete visitare il recente restyling dello showroom Lualdi firmato da Piero Lissoni. Al n. 57, trovate il Brera Contract, un nuovo spazio dove espone il brand BabelD, e lo showroom di Slide.

In piazza Castello 27, merita una visita la mostra temporanea “1962, blocchi di marmo, manici di scopa e altre storie”, che analizza  il lavoro dei fratelli Castiglioni. Presso la Fondazione Achille Castiglioni.

DA NON PERDERE!

Fate una sosta nel bellissimo Orto Botanico di Brera, un microcosmo fuori dal tempo, tanto rilassante quanto bello e poco conosciuto. Un piccolo gioiello incastonato nel cuore di Brera.


5VIE Art+Design

Il centralissimo distretto delle 5VIE Art+Design rappresenta, forse più di Brera, la più autentica “vecchia Milano”. Girando per le strette viuzze del quartiere scoprirete affascinanti dimore storiche e inaspettati giardini segreti. Lasciatevi guidare, dunque, dalla curiosità e addentratevi alla scoperta delle mostre organizzate ad hoc e dei tantissimi eventi qui ospitati.

Gli eventi si svolgono intorlo al quartier generale di via Cesare Correnti 14 , dove il Centro Studi Poltronova presenta un focus sul lavoro dello storico gruppo di avanguardia Archizoom. Sempre qui, le mostre segnaliamo “Woven Whisper” di Richard Yasmine, “little monsters / scary beasts” di co/rizom
5 vie cura anche 2 collettive dedicate ai giovani designer presso il Palazzo del SIAM, storica istituzione milanese dedicata alle Arti e ai Mestieri.
La terrazza dell’Hotel Ariston in Largo Carrobbio ospita “La Superficie Assoluta”, in collaborazione con HoperAperta. Una mostra che unisce architetti, designer e artisti con le aziende italiane del mobile nella creazione di opere di art design. 

Non potendo segnalare tutti gli eventi, ne cictiamo qualcuno.

In via s. Maurilio 19 verrà presentata la nuova collezione di lampade “Maehwa”, disegnata dallo Studio Giopato & Coombes.

Per il resto vi consigliamo di girare per le strette vie (via san Maurilio, Via Santa Marta, piazza S. Maria Beltrade) alla scoperta non solo dei tanti eventi ospitati nel distretto, ma anche dalle case e dalle corti della vecchia Milano che lo popolano…

Infine merita sempre una visita il Palazzo Litta in corso Magenta. Questo capolavoro del barocco milanese vi lascerà a bocca aperta… soprattutto vi colpirà la bellezza del piano nobile. Quest’anno, il palazzo ospita “Doppia Firma”, dialoghi tra pensiero progettuale e alto artigianato.

IL NOSTRO CONSIGLIO

Da vedere assolutamente, nel bel palazzo Turati di via Meravigli 7, la collettiva Masterly – The Dutch in Milano, che presenta una selezione del miglior design contemporaneo olandese. Una mini fiera che vede la partecipazione di oltre 80 espositori fra designer, architetti, artisti, artigiani, scuole, e aziende.

DA NON PERDERE!

Il brand tedesco Pulpo debutta al Fuorisalone con L.O.V.E. BANK, un grande evento che trasforma un ex banca in uno showroom unico nel suo genere. Verrann o presentate creazioni di designer come Sebastian Herkner, Studio BrichetZiegler, e altri. Da non perdere, le volte sotterranee segrete con installazioni luminose multimediali!


Porta Venezia

Come ogni anno il circuito Porta Venezia in Design propone un mix molto interessante di proposte che vanno dagli eventi di design, al food&wine di qualità, ai tour per le architetture liberty della zona.

Baxter presenta il restyling dell’hotel Sheraton Diana Majestic in viale Piave 42. Approfittate per un aperitivo nel fresco e verde giardino interno!

A Palazzo Serbelloni, in corso Venezia 16, non perdete “Twenty”, l’evento del designer inglese Tom Dixon che celebra i suoi “primi” 20 anni.

 

DA NON PERDERE!

Questa è la zona Liberty di Milano. Dedicate un paio d’ore alla scoperta dei capolavori architettonici di inizio 900. Da soli o con un tour. Per i tour del liberty, guarda la nostra guida ai Design Districts.
Visto che siete nella zona Liberty, non perdete una visita alla strepitosa Villa Necchi Campiglio, capolavoro dell’architetto Portaluppi e oggi bene del FAIFondo Ambiente Italiano (via Mozart 14). Potete prenotare le visite qui.
Tra l’altro, a Villa Necchi Campiglio, potrete ammirare “A Statement of Form”, un’imponente installazione a cura di Gaggenau e con le superfici in pietra di Salvatori.


ZONA TORTONA

Superstudio

Il Superstudio di Milano, da sempre il cuore pulsante del Fuorisalone di zona Tortona, si presentaall’edizione 2022 col titolo “Looking Ahead”. Moltissime come al solito le partecipazioni:

– Asian impact, una grande mostra corale in cui Giappone, Tailandia, Hong Kong, Singapore.
– Supergarden, una mostra a cura di Giulio Cappellini nell’art garden all’ingresso del Superstudio, che esplora la vita outdoor.
– Home, switch home, oltre 1000 mq dedicati alla smart home a cure dei brand Haier, Candy, Hoover.
– Case cozy così, che esplora la voglia di tornare, nell’era del metaverso, alle confortevoli case di una volta.
– Art Interaction, che mostra la relazione tra arte e design con nomi del calibro di Carla Tolomeo, Habits Design StudioSara Ricciardi e Tolietpaper by Maurizio Cattelan per gloTM e altri…
– Materials Metamorphosis, collettiva a cura di Materially che approfondisce i grandi temi legati al vivere urbano, a partire dalla riduzione dell’impatto delle emissioni, dell’energia o dei materiali stessi…
– Donne&Design, che parla della creatività al femminile. Da Paola Navone (con la sua installazione “Poetry House” per ABK Ceramiche) a Ilaria Marelli, passando per il collettivo di artiste e artigiane di FoodDesignStories.
– Italian Masters, che mostra il grande saper fare italiano, tra design e artigianato.
Future Now, un viaggio nel mondo del futuro dalle imbarcazioni, con Rossinavi, all’automotive, con Lexus–Sparks of Tomorrow.
– Third Dimension
, che presenta progetti a stampa 3d e in realtà virtuale
– Dreamers, uno spazio dedicato ai giovani designer di tutto il mondo con progetti, tra ghli altri, dell’ Hong Kong Furniture and Decoration Trade Association e dell’Istituto Marangoni.
– Architect-Tour, una riflessione sul mondo dell’architettura è proposta attraverso video e talk.
FUORISERIE Unicità per il domani, dove il CNA Nazionale presenta i lavori di 7 innovativi brand associati.

Insomma, una serie di eventi ricchissimi e pieno di promesse: da non perdere!

BASE

Di fronte al Superstudio, con ingresso in via Bergognone 3, BASE Milano si ripresenta al pubblico col tema “We will design”, un labortorio sperimentale con designer internazionali, scuole, università e istituzioni.
3 i progetti presentati: “Temporary Home – Casa Base” con i progetti di 5 designer internazionali. “Exhibit”, e “They Will Design”.
Sempre al BASE, il brand svedese Ikea presenta Ikea Festival, un ricco palinsesto di eventi ed esperienze immersive per raccontare il futuro del retail e del design, e Absolute Beginners a cura dello IED-Istituto Europeo di Design, una serie di progetti e talk ispirati a 10 icone femminili del passato e del presente…
Nel cortile del Base, infine, ogni sera ci sarà musica e dj set fino a tarda notte. Non mancate!

Proprio di fronte al Base, la grande rotonda di via Bergognone si trasforma grazie al lavoro degli studenti della Domus Academy di Urbo e Linea Light Group, che presentano un’installazione di arredo urbano dedicato alle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026.

 

TORTONA ROCKS

Tortona Rocks, giunto alla sua sesta edizione, è un grande evento diffuso, ospitato all’interno dell’Opificio 31 (via Tortona 31) ma anche in diverse locations.
Pfresso l’Opificio 31 troverete la grande installazione “IQOS” by Philip Morris, lacollettiva di designer dedeschi premiati al German Design Council e quella promossa dal Centre for Creativity Slovenia. Immergetevi nella Stilnovo original Lounge, arredata con le iconiche lampade dell’azienda italiana tra cui Saliscendi di Achille e Pier Giacomo Castiglioni (1957), Minibox di Gae Aulenti e Piero Castiglioni (1981), Valigia di Ettore Sottsass (1977), Topo di Joe Colombo (1970) e Sputnik di Stilnovo (1970)…
Troverete inoltre gli oltre 100 brand selezionati da Archiproducts Milano,  e l’installazione “Vento” di Consorzio San Daniele.
E ancora, i letti di Noctis e le foto d’autore di Peter Ott; l’azienda spagnola Finsa e Preciosa Lighting; la catena belga di arredamento CASA e le vernici di Boero. l’ISIA di Firenze e l’iniziativa Waste/Less, proposta da Milano Space Makers, la società che ogni anno organizza Tortona Rocks, in collaborazione con AMSA.

In via Tortona 5 potrete vedere Bud Brand, una collettiva di giovani designer giapponesi.
Fermatevi anche in via Savona 35 dove anche quest’anno torna The Playful Living, che analizza i nuovi concetti dell’abitare. In via Privata Gaspare Bugatti, CASAVO presenta l’installazione “La Casa delle Cose”.
In via Bergognone 26, infine, Vanity Fair Italia presenta 
l’evento aperto al pubblico Vanity Fair Social Garden. Uno spazio esperienziale dedicato a incontri, talk, interviste e momenti di relax…

ALTRI EVENTI IN ZONA TORTONA

In via Tortona 26, ritorna Zip Zone Events, un format che dà spazio anche ai giovani artisti. Tanti i nomi, gli studi e le gallerie che partecipano all’evento tra arte, design, gioielli, tessuti e complementi d’arredo… Al n. 37, il Design Lab presenta l’artigianalità creativa di Sturm. e le carte da parati di Ambientha.

Da tenere d’occhio l’allestimento di LASVIT, cpresente anche quest’anno in zona Tortona in via Vigevano 18. Il suo evento “Monster Cabaret” ha vinto il Fuorisalone Award nel 2018 (l’ultimo Fuorisalone). Allo stesso numero, Tenoha Miano. Qui la rivista Orlando Tales,  il primo “magazine hotel al mondo”, presenta un pop up store che si trasformerà in una conciergerie, e ospiterà un’esposizione di artisti e artigiani di eccellenza.

 

ISOLA DESIGN DISTRICT

l’Isola Design Festival propone anche quest’anno un fitto programma di mostre, installazioni, talk e workshop. Una serie di eventi dedicati alla ricerca, alla sperimentazione, al futuro del design con la presenza di oltre 250 tra designer e studi internazionali.

Tra le mostre segnaliamo:
– No Space for Waste, all’interno di uno degli hub principali del distretto: Stecca3. Al piano terra della location, DesignWanted, _sucks e Caracol presentano “Robot Shit Exhibit”, la prima esposizione che valorizza gli scarti della stampa 3D.
– Vita Lenta è un’installazione sensoriale ispirata dalla casa giapponese, un allestimento inclusivo, che ospita 16 designer internazionali selezionati.
– Isola Design Gallery, in via Pastrengo 14, opspitata all’interno di un ex opificio di 400mq, celebra il design contemporaneo, con pezzi unici e artigianali, creati da designer e studi indipendenti dell’Isola Design Community.
– Rising Talents è una mostra ospitata all’interno di un loft industriale in via Farini 35, dedicata a studenti, neolaureati e designer emergenti provenienti dalle migliori accademie internazionali.
– The Dutch Atelier che presenta una selezione di designer olandesi.

Oltre a questi eventi troverete tanti altri studi e designer sparsi per le vie del distretto.

Lo studio creativo spagnolo Masquespacio presenta Mas Creations Collections, in via Confalonieri 11.
In via Cola Montano 13, lo studio olandese di architettura UNSTUDIO presenta Future Perfect. Stessa via, ma al n.2, lo studio Keep Life presenta Terre Emerse.
In via Pastrengo 7, troverete il brand canadese STACKABL, mentre al n. 5 3DD Factory, in collaborazione con l’artista Cristina Vitan, presenta Dreamful Vacation.

Sketchin, studio di advanced & strategic design, sarà presente in via Farini 60 mentre troverete Fioroni, alla Key Gallery di via Borsieri 12, il brand Fioroni presenta i suoi pezzi più iconici.

ATI Project sarà alla Fonderia Napoleonica in via Tahon de Revel 21, mentre il Gruppo 190 presenta  in via Pepe 36, Tuscania, Nuovo Artigianato, una riproposizione del design scultoreo toscano.
Il  di via Borsieri 12.

IL NOSTRO CONSIGLIO

Anzi, 2, per tutti gli amanti dell’aperitivo…
1. Anche quest’anno Monkey 47, il gin della Foresta Nera,  è  partner dell’Isola Design Festival. Cercate, all’ombra del Bosco Verticale, l’eclettico WunderBar!, un gin garden a cielo aperto dove l’arte della mixology incontra il design, la creatività e la convivialità.
2. Campari Soda inaugurerà il distretto #SenzaEtichette nel quartiere di Isola (via Pastrengo, piazzale Carlo Archinto). Sarà possibile interagire con alcune installazioni ispirate al brand e degustare l’aperitivo con Campari Soda nei bar della zona.

 

 


ALTRE ZONE


Triennale

Come ogni anno, Il Palazzo della Triennale (via Alemagna) ospita una serie di mostre e di eventi molto interessanti.

Tra queste, segnaliamo Memphis Again (dal 18 maggio al 12 giugno), CACTUSRAMA, la mostra ideata da Gufram per celebrare il suo iconico CACTUS, e Forest Tales, una mostra organizzata da Studio Swine con AHEC


Adi Design Museum

Inaugurato nel 2021, l’Adi Design Museum (piazza Compasso d’Oro 1) partecipa per il secondo anno al Fuorisalone di Milano.


Museo della Scienza e della Tecnologia

Come ogni anno, Rossana Orlandi organizza, presso il celebre museo milanese Leonardo da Vinci, la mostra dedicata ai vincitori del contest internazionale ROGuiltlessplastic sul riutilizzo creativo della plastica. Nella Sala del Cenacolo e nei Chiostri Vinciani. Ingresso da via Olona, 6.

Una brave deviazione vi porterà in via Matteo Bandello, 14 per vedere lo straordinario e affascinante spazio di Rossana Orlandi.


Zona Veresine / XXV Aprile / Porta Garibaldi

L’Atrio della Stazione Porta Garibaldi, Zona Isola Milano ospita la 20° edizione di Green Island, con l’installazione di un giardino fiorito, dove dialogano arte, eco-design e artigianato.
Il Padiglione IBM di piazza Gae Aulenti ospita due eventi di Cappellini:  “Looking to the Future“ e Cappellini Slowdown Refuge”.
A pochi passi da piazza XXV Aprile, la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli di viale Pasubio 5 ospita KCDF – Korean Craft & Design Foundation, una mostra di artigianato coreano nate dallo scambio con tre grandi architetti e designer italiani: Michele de Lucchi, Mario Trimarchi e Francesco Faccin.


ALCOVA MILANO

Dopo i suoi due primi anni in zona NOLO (a NOrd di piazzale LOreto) il progetto Alcova, si trasferisce in un’altra straordinaria location milanese, un ex ospedale militare vicino alla stazione metropolitana di Inganni. Qui, in via Simone Saint Bon 1, potrete scoprire 40 espositori tra designer indipendenti, brand e, istituzioni culturali.
Tra gli eventi segnaliamo “Venus in Lycra” di Serena Confalonieri per Servomuto e i pavimenti in legno di Giacobazzi.


LAMBRATE DESIGN DISTRICT

Il Lambrate Design District aveva annunciato il suo ritorno per il 2022, ma fino ad ora non abbiamo ricevuto notizie….


ALPHA DISTRICT

Alpha District è un progetto di marketing territoriale nato nel 2020 nell’area ex Alfa Romeo in zona Portello; è anche il più giovane e il più esteso distretto del Fuorisalone.
Al Fuorisalone 2022 non sarà presente lAlpha District, un nuovo e molto interessante distretto del design. Alpha Districts ha annunciato che tornerà in occasione del Fuorisalone 2023.


ID EXE

ID-Exe è un vero e proprio distretto diffuso, sparso in decine di punti della città che, per la prima volta nella storia del Fuorisalone, ibrida eventi espositivi reali e mondo virtuale.
Scopriremo nuovi livelli e scenari fruitivi che prendono vita su smartphone e tablet, superando i limiti di spazio e tempo.
Vedremo esposizioni diffuse in realtà aumentata per tutta la città, tecnologie in grado di riprodurre il senso del tatto e far toccare con mano oggetti e superfici presenti solo digitalmente, showroom virtuali posizionati in luoghi reali e aree urbane che cambiano aspetto e diventano interattive sui dispositivi degli utenti.
L’iniziativa è realizzata dalla startup innovativa D.O.S. (Design Open Spaces), con il patrocinio di Regione Lombardia.

Eventi fuori dai tradizionali Distretti

Alcuni consigli di eventi e presentazioni un po’ fuori dai tradizionali distretti, ma che meritano una visita. Soprattutto in questo Fuorisalone anomalo che, essendo meno “ricco” del solito, lascia ai visitatori più tempo per perlustrare la città del design e scoprire progetti innovativi, showroom rinnovati e prodotto inaspettati…

ZONA MILANO NORD

In via Macchi 82, non distante da piazzale Loreto, troverete “Mohd in Bloom”, il nuovo allestimento dello spazio Officina Milano curato da Studiopepe per Mohd.

ZONA MILANO SUD OVEST

Fate un salto in via Carducci 38 (zona S. Ambrogio) per scoprire il nuovissimo showroom di Frag.

ZONA MILANO SUD EST

Nella zona Sud di Milano trovate diversi eventi. In via Moilino delle Armi 14, Mo.1950 presenta “The Instant of Change” progetto artistico di immagini e video di Alessandro Furchino Capria a cura di Luca A. Caizzi in collaborazione con Ceramiche Caesar, Quadrodesign e Rexa.
In via Adige 11 trovate l’Headquarter di Andrea Castrignano dove potrete vedere la mostra ART&DESIGN reloading creativity, che esplora la contaminazione fra design e arte con l’artista Gianluca Chiodi.

In zona Porta Romana, nel giardino dello storico Circolo ARCI Bellezza (via Bellezza 16A) vedrete “Very Simple Bellezza”, un’installazione dedicata alle cucine outdoor di Very Simple Kitchen.
In viale Umbria 49, lo studio internazionale di architettura e design RIOS, con sede a Los Angeles, presenta “Superbloom” una mostra immersiva che porta a Milano la fioritura sel Sud della California.

E per concludere, un party a Baranzate!

In occasione della Design Week, i designer e artisti belgi di Zaventem Ateliers prendono possesso di uno dei luoghi più interessanti del patrimonio storico industriale di Milano: l’ex fabbrica Necchi nel quartiere di Baranzate. Qui, con molti ospiti, daranno vita a una grande manifestazione che suggeriamo di non perdere.
Per i nottambuli, segnaliamo l’8 giugno il JE T’AIME PARTY X COLLECTIBLE FAIR EVENT (h22.00 – 04.00) con Bar + Dj Set by Dorion. Le altre sere, musica, drinks e DJ set dalle 18 alle 22.

Author

Sono architetto, giornalista e blogger. Sono consulente strategico di design management e di comunicazione del design. Aiuto i business innovativi a crescere e a raggiungere i propri obiettivi nel modo più rapido, economico, efficace. Scopri di più sul mio sito ww.massimorosati.it Se pensi che posso essere d'aiuto anche a te, contattami qui: [email protected]

8 Comments

  1. Luciana Menezes Cortes Reply

    Olá ! Amei o post de vocês sobre todo o evento do Salão do Móvel de Milão!!!! Super completo!!!! Já estive várias vezes na feira mas esse ano não pude ir. No próximo més estarei em Milão (dias 23 a 28) e gostaria de saber o que continua em exposição, o que posso ainda visitar com relação às novidades e eventos do salão. Se puderem entrar em contato agradeço enormemente. Thanks!

  2. Pingback: Salone e Fuorisalone: A Milano inizia la settimana più bella dell'anno. #designweek - Tailors' home Sempione Milano

  3. Io sono alle prime armi e devo dire che mi sento decisamente sopraffatto. Questa guida è un buon punto di partenza ma invece di “filtrare” la sensazione è che ho più ansia di prima. Vorrei una guida passo passo, giorno per giorno, in cui capire e vedere i percorsi migliori e sopratutto a cosa rinunciare, senza sentirmi dire che questo è da vedere, che quest’altro merita una visita ecc…

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.