LA GUIDA AL MEGLIO DEL FUORISALONE DI MILANO 2020

Editor:

LA GUIDA AL FUORISALONE DI MILANO 2020

Non avete voglia di studiare le tante guide del Fuorisalone di Milano 2020? Stanchi della ormai celebre guida di Interni al Fuorisalone, completa ma dispersiva? Avete poco tempo a disposizione ma non volete perdervi il meglio della Milano Design Week 2020? Allora siete nel posto giusto…
In questa sezione troverete, aggiornati in tempo reale, tutti i nostri consigli sugli eventi da non perdere, zona per zona. Una guida ragionata, pensata appositamente per voi dal team di Design Street.

Potete fidarvi, visto che conosciamo il Fuorisalone di Milano fin dal suo debutto!


COME USARE QUESTA GUIDA

Sappiamo che una guida su cosa vedere al Fuorisalone di Milano, con oltre 1300 eventi, non può essere completa e soprattutto è difficile prevedere, senza avere la sfera di cristallo, quale evento sarà interessante e quale no. La selezione che troverete in questa guida al Fuori Salone si basa sulla nostra esperienza di oltre 25 anni di Salone del Mobile. Attraverso le segnalazioni di questa guida vogliamo suggerirvi non solo gli eventi più interessanti ma anche quelli ospitati nei luoghi più belli di una Milano che, nei giorni del Fuorisalone, si apre come un fiore a primavera, mostrando le sue bellezze segrete.

IL NOSTRO CONSIGLIO

La nostra guida segue, quando possibile, un percorso ragionato, che potrete seguire anche a piedi e che vi porterà facilmente da un evento all’altro. Se avete solo mezza giornata di tempo, vi consigliamo di concentrarvi su un distretto al giorno. Massimo due, se avete una giornata intera.

ATTENZIONE! LA NOSTRA GUIDA SI AGGIORNA CONTINUAMENTE

Questa guida al meglio del Fuorisalone di Milano viene aggiornata in tempo reale, giorno dopo giorno, in base agli inviti e alle segnalazioni che riceviamo in redazione. Vi consigliamo di tornarci spesso per vedere tutte le aggiunte che verranno fatte fino al giorno di inizio del Fuorisalone, il 20 Aprile 2020…


COME AFFRONTARE IL FUORISALONE DI MILANO 2020

Tutta la città viene coinvolta e si trasforma durante la settimana del Fuorisalone. Approfittate per godervela nel modo migliore o per scoprire zone e atmosfere nuove.

Durante la Design Week di Milano si aprono spazi solitamente chiusi, gli eventi vi porteranno in vecchie archeologie industriali o in loft modernissimi, in cascine ristrutturate o in vecchi palazzi, in chiese sconsacrate o in teatri storici, in strepitosi musei o negli straordinari cortili interni che si celano dietro ad alti muri. Approfittate di questa grande opportunità e non concentratevi solo sui contenuti ma anche sui contenitori.

E ancora. Negli spostamenti tra un evento e l’altro, ricordatevi di guardarvi intorno, di alzare la testa per scoprire gli edifici della vecchia Milano, il Liberty, il Déco ma anche i nuovi grattacieli che, piacciano o meno, stanno comunque trasformando l’immagine della città. Milano è una città in continua evoluzione e i più attenti distingueranno tracce importanti della città romana o medioevale di fianco alle più avveniristiche architetture contemporanee.


 I DESIGN DISTRICTS DEL FUORISALONE DI MILANO

Il Fuorisalone di Milano si divide in diversi distretti: alcuni centrali, come Zona Centro, 5VIE Art+Design, Brera Design District, altri più periferici ma facilmente collegati con i mezzi pubblici. Parliamo di zona Tortona, Ventura Lambrate, la Triennale e altre.

Per conoscere meglio i Design Districts di Milano, vi consigliamo di leggere la nostra guida ai Design Districts.

Per essere sempre aggiornati su tutte le novità, potete iscrivervi alla Newsletter di Design Street.


Prima di partire per il vostro tour date un’occhiata alla nostra ormai celebre guida “Come sopravvivere al Fuorisalone di Milano”. 10 consigli per godervi nel modo migliore (e non trasformarlo in un incubo) il più bel Design Festival al mondo.

LE DATE DEL FUORISALONE 2020 DI MILANO

Il Fuorisalone 2019 inizia martedì 20 aprile e termina domenica 26 aprile 2020.

Le press preview del Fuorisalone sono quasi tutte concentrate il giorno prima, lunedì 20 Aprile, ma sono riservate esclusivamente alla stampa e ai media italiani e internazionali.


GLI EVENTI DEL FUORISALONE 2020

Purtroppo è ancora presto per potervi dare anticipazioni su cosa verrà esposto in occasione del Fuorisalone di Milano 2020. Nessuno sa ancora cosa stanno organizzando piccoli e grandi brand per l’occasione… Solitamente le anteprime degli eventi di aprile iniziano ad arrivarci a partire da gennaio. E noi, come nostra abitudine, aggiorneremo continuamente e costantemente questo articolo man mano che avremo notizie sugli eventi più importanti.

Per questo il nostro consiglio è quello di tornare a trovarci periodicamente per essere i primi a sapere cosa succederà in occasione della Milano Design Week 2020 e quali sono tutti gli eventi da non perdere del Fuorisalone di Milano 2020.


GLI EVENTI DEL FUORISALONE 2019, ZONA PER ZONA

Se volete sapere cosa è successo in occasione del Fuorisalone 2020, potete continuare a leggere l’articolo che mette in risalto tutti gli eventi più importanti, zona per zona…

CENTRO

Il centro di Milano (la zona racchiusa nella circonvallazione interna) è ricchissimo di showroom di arredamento e design che, durante il Fuorisalone, si animano di attività e presentazioni al pubblico, alla stampa e agli addetti ai lavori. Non perdete l’occasione di lustrarvi gli occhi con le proposte di design degli showroom di quell’area che comprende corso Monforte, via Durini, Largo Augusto, via Larga, via S. Damiano, via Borgogna e zone limitrofe.

Volete qualche nome? B&B ItaliaFlos, Fontana ArteFoscarini, LuceplanCassina, Molteni&C, DadaGiorgettiNemoCappellini-De Padova, RimadesioBaxterDriade, Gervasoni, Porro, Scic, Caccaro, Gallotti&RadiceAlias, DesaltoArper, Minotti Cucine (che compie 70 anni!) e moltissimi altri…

In via S. Cecilia 6 potrete scoprire il nuovo showroom Listone Giordano disegnato da Michele De Lucchi… In via S. Damiano 2, (palazzo Cicogna) potete ammirare le porcellane decorate a mano di Coralla Maiuri e la biancheria per la casa di Sans Tabù. Più avanti, al n. 5, troverete lo showroom Albed e Toscanini, storica azienda che presenta gli innovativi appendiabiti di design firmati Giulio Iacchetti.

Da qualche anno si è aggiunto anche il Montenapoleone District, il celeberrimo “quadrilatero della moda” che, per l’occasione, si trasforma nel quadrilatero del design. Il centralissimo quartiere presenta la  “MonteNapoleone Design Experience 2019” in collaborazione con Audi. Nell’omonima via, al n. 15 vedere le novità di Venini e, al 23, della cristalleria francese Baccarat. Via della Spiga 6 ospita i progetti di Nendo per la boutique Longchamp. Nell’adiacente via Bagutta, lo showroom ISSEY MIYAKE ospita Journey of a Raindrop – The strange attraction of water, installazione dell’artista Jólan van der Wiel (al n. 12). Più avanti, a, n. 13, il raffinato interior design di Promemoria.

In via Manzoni via troverete gli showroom di Artemide e Alessi. Nella galleria e nel foyer del Teatro Manzoni, potrete vedere le novità di Agape Casa con il celebre brand Stellar Works. Lì vicino c’è il Museo Poldi Pezzoli, dove il brand di orologi Grand Seiko presenta un’installazione dedicata alla bellezza e alla sensibilità poetica del Giappone. Nel vicino Museo Bagatti Valsecchi, il Palazzo delle Meraviglie. I lavori di 6 designer internazionali dialogano con gli straordinari arredi rinascimentali e neorinascimentali.

Nell’ex cinema Arti (via P. Mascagni 8), una splendida architettura razionalista del 1935 (da troppo tempo abbandonata!) troverete Interstellar, la nuova collezione di arredi e tessuti by Dimorestudio.

Non distante (via V. Bellini 1), c’è la Fondazione Studio Museo Vico Magistretti che è d’obbligo visitare, anche perché il 3 aprile (alle 19) inaugura la mostra Cose Normali. Abitare con Vico Magistretti. In via Cerva 2, la Design Experience (i lavori dei migliori studenti e alumni) dell’Istituto Marangoni a cura di Giulio Cappellini.

Per celebrare i 50 della sua iconica poltrona UP5&6 (per B&B Italia), Gaetano Pesce creerà una grande installazione in piazza del Duomo intitolata Maestà Sofferente. La poltrona, che ricorda un corpo di donna con la palla al piede, era già allora una denuncia della condizione femminile. Nella nuova installazione, una forte presa di posizione contro la violenza sulle donne, una poltrona gigante, trafitta da frecce, è circondata da teste di animali feroci.

Lì vicino, a Palazzo Reale, si inaugura la mostra The Art Side of Kartell, dedicata ai “primi” 70 anni dell’iconico brand. Un po’ più a sud, in piazza S. Stefano 10, i tappeti contemporanei di CCTapis e, in piazza Bertarelli 2, l’iconico brand Knoll rende omaggio ai 100 anni del Bauhaus!

Imperdibile, come ogni anno, l’evento curato dalla rivista Interni nei bellissimi cortili dell’Università Statale, capolavoro rinascimentale del Filarete (via Festa del Perdono 7). Il tema è Human Spaces e ospita installazioni di grandi architetti e designer tra cui Lissoni Associati, i Fratelli Campana, Massimo Iosa Ghini, Fabio Novembre, Stefano Giovannoni, Karim Rashid, Marco Acerbis e molti altri. Domenica 14, alle 19, nell’aula Magna, concerto del violinista Matteo Fedeli che suona un raro violino Guarnieri del 1709. Gli appassionati del genere sono avvisati!

IL NOSTRO CONSIGLIO…

Chi (come noi) ama Giuseppe Verdi, non si perda una visita al Grand Hotel et de Milan (via Manzoni 29) per la mostra personale Musica da viaggio. Vito Nesta nelle stanze di Giuseppe Verdi, a cura di Annalisa Rosso. Il designer Vito Nesta presenta i suoi oggetti della memoria nelle stanze dell’hotel dove il Maestro visse per circa trent’anni e morì nel 1901.

DA NON PERDERE!

1. Nendo (uno dei nostri designer preferiti) presentaShape of Gravity, una collezione di lampadari e arredi in vetro, all’Istituto dei Ciechi, Via Vivaio 7.

2. Tom Dixon presenta le sue nuove lampade, tavoli e sedie da TheManzoni, il suo nuovissimo ristorante (e showroom) da 100 coperti che aprirà a inizio aprile in via Manzoni 5.


BRERA DESIGN DISTRICT

Il Brera Design District compie 10 anni e li festeggia con una gran quantità di eventi che animeranno il quartiere alternandosi ai tantissimi showroom di design che hanno scelto Brera come base milanese. Il tema conduttore di questa edizione del Brera Design District è Design your life”.

Per destreggiarvi tra gli showroom (un centinaio) e gli eventi (circa 300!) armatevi di scarpe comode e dell’ormai celebre guida di 130 pagine (la trovate in tutte le location di Brera e negli Info Point di Largo la Foppa e Largo Treves) e iniziate a girare per lo storico quartiere.

Tra i tantissimi eventi (impossibile citarli tutti) consigliamo di non perdere il duo creativo Design by Gemini che presenta l’installazione “The Pool Club”, ispirata alla Miami degli anni 90 (in un container in Corso Como 1). Altri progetti da segnalare? MateriAttiva di Iris Ceramica Group, un progetto contro l’inquinamento di Mario Cucinella Architects con i giovani architetti di SOS School of Sustainability (Via Eugenio Balzan ang. Via San Marco). Timberland presenta RoBOTL, una imponente installazione alta 6 metri di Giò Forma in piazza XXV Aprile. Nella stessa piazza troverete le novità di Zanotta. Proprio di fianco, Eataly allestisce Pratofiorito, un giardino della biodiversità curato da Davide Fabio Colaci con Slowfood e gli studenti del Politecnico di Milano. A proposito di giardini, non perdete l’opportunità di visitare il bellissimo Orto Botanico di Brera, un’oasi di verde e di pace in centro a Milano, che ospita The Circular Garden, un’installazione sui temi del riuso e riciclo. Swiss Chrono presenta infine un’esposizione diffusa dedicata a Pinocchio tra Brera, Lambrate e la Galleria S. Fedele.

Promettono novità interessanti l’iconico brand danese Artek in via Lovanio (che esplora l’inedita relazione tra Finlandia e Giappone… le premesse sono estremamente interessanti!) e l’editore tessile Christian Fischbacher alla Posteria di via Sacchi, 5. Non perdetevi la mostra di Éclat nel bellissimo Palazzo Cusani (via Brera 13) e una visita al bellissimo Palazzo Clerici (via Clerici 5) dove, tra le altre cose, il celebre brand olandese di carte da parati NLXL espone i progetti dei 7 vincitori del contest Wallpaper Design Competition. Nel cortile di Palazzo Landriani (via Borgonuovo 25), troverete Hexagon by The Placemakers, un network di produttori di arredi urbani e urban fitness.

Merita una visita anche la grande retrospettiva di Bang&Olufsen che, per celebrare i suoi 93 anni, espone i suoi pezzi più iconici (via s. Carpoforo, 9). Cappellini, thirty years of Icons è il titolo della mostra al Cappellini Point. La trovate ai Bastioni di Porta Nuova, 9.

Il nostro consiglio è quello di battere a tappeto le zone intorno a via Solferino, via Brera, Corso Garibaldi, via Palermo, via Ciovasso e via Pontaccio. Potete farlo a piedi, dato che è tutto molto “concentrato”… Volete qualche altro suggerimento? Ecco i nostri!

In via Palermo, non vedrete la Nuova Range Rover Evoque by Land Rover (al n. 11). Vedrete Maison Du Monde (al n. 16) e i 2 grandi brand iconici tra moda e design. Il finlandese Marimekko che presenta il “Marimekko Shoppable Home”, con possibilità di acquistare i suoi iconici oggetti (al n. 5) e il brand brasiliano di calzature Melissa (al n. 1). Sempre al n. 1, consigliamo i lavori degli studenti della Lund University School of Industrial Design e il brand Society.

In Largo Treves 5 c’è la Galleria Post Design che presenta opere di Matteo Thun e gli iconico oggetti di Memphis e Casa Ojalá, un progetto innovativo di abitazione nomade, sostenibile e autosufficiente (per scoprire questo interessante progetto, clicca qui). In piazza S. Marco, Jacuzzi presenta le sue vasche tra cui quella per il nuoto controcorrente (testate in diretta il 13 aprile alle 11,30 dal campione olimpico Gregorio Paltrinieri!). Emu festeggia i 50 anni della sua iconica collezione Rio. Volete visitare lo studio Piero Lissoni Associati? Potete farlo tutti i giorni, dalle 11 alle 17, per l’Open Studio Café (via Gioito 9).

In corso Garibaldi 117 l’iconico brand svedese Hem presenta le sue novità, mentre Giulio Iacchetti lancia un nuovo zaino per Moleskine dedicato al 50° anniversario dello sbarco sulla luna (Moleskine Café, al n. 65). Troverete infine le novità di Magis al n. 77, di Modulnova e Valcucine al n. 99 e di Fritz Hansen (nell’adiacente piazza San Simpliciano). Al 34, in un silenzioso cortile interno, non perdetevi Moving Forest, la nuova collezione di tappeti disegnati da Deanna Comellini designer e fondatrice di GT Design, ispirati alla naturale bellezza delle foreste.

Poco distante, il chiostro della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale ospita sotto i suoi tranquilli porticati una serie di eventi tra i quali The Secret Boxes of Design. 10 designer di fama internazionale interpretano gl arredi di Exto.

In via Solferino 3 potrete vedere le novità di Dilmos.  Al n. 11 trovate Boffi, Paola CDimore Gallery e la mostra Perfect Darkness di diversi brand internazionali (al terzo piano). Proseguendo per la via, al n. 15 troverete Hemma (casa), una collettiva di brand svedesi. Al n. 18 (cortile interno) vedrete  le rubinetterie di design di Fantini , lo showroom di Flaminia e le lampade di Viabizzuno () il nuovissimo showroom Bisazza (n. 22) e Molteni Dada (all’angolo con via Pontaccio). Al n. 32, Slow Stone presenta i suoi arredi in marmo.

In via Statuto, al n. 12 troverete il mondo bagno di Agape 12. Al n. 13 i brasiliani di Lin Brasil. Fermatevi anche in via Pontaccio da Unopiù (al n. 9) Kartell by Laufen (al n. 10) e da Moroso ( al n. 8) che presenta l’installazione M’Afrique Detached in collaborazione con Ingo Maurer (DJset il 9 aprile dalle 19 alle 22!).

In via del Carmine 11 troverete Riflessi Materici by Rubinetterie Treemme con Idea group. Un evento in cui matericità, innovazione, colore e design si fondono in un percorso emozionale, basato su effetti di luce, che mostra l’evoluzione dell’ambiente bagno.

Poco distante, al n. 9, il Meet Lab presenta il suo concetto di Smart Design Hotel. Più avanti, nel Chiostro e nella Sacrestia Monumentale della Chiesa di Santa Maria del Carmine (piazza del Carmine), in mostra le preziose cristallerie St Louis.

In via Fatebenefratelli 18, una bellissima iniziativa di Febal casa che organizza a scopo benefico la mostra fotografica Food for Thoughts. Le foto dedicate al tema del cibo di grandi fotografi verranno vendute e il ricavato sarà devoluto in beneficienza al Banco Alimentare Emilia Romagna, rete che aiuta i più poveri. Di fianco, al n. 15, le novità di Patricia Urquiola, Jaanice Feldman & André Fu per Janus et Cie.

Molte sono anche le collettive straniere in Brera. Tra queste, Apex Brasil (La Permanente, via Turati, 34), i designer catalani di BCD – Centre de Disseny (in via Dante 14), Budapest Select (Solferino Apartment – Via Solferino, 11), e quelli svedesi di Visit Sweden (c/o SolferinoLab – Largo Treves, 5).

IL NOSTRO CONSIGLIO…

Date un’occhiata al progetto Planetario di Cristina Celestino nel Brera Design Apartment. Un concept retro futuristico interpretato dalla designer con le moquette di Besana Carpet Lab e le luci di Esperia.

DA NON PERDERE!

AQUA. La visione di Leonardo è la scenografica installazione dedicata al Genio del rinascimento. Dal 6 al 14 aprile dalle 10 alle 22 (ingresso ogni 10 minuti).


5VIE Art+Design

Il centralissimo distretto delle 5VIE Art+Design rappresenta a nostro avviso, più ancora di Brera, la zona storica più autentica di Milano. Girando per le strette viuzze del quartiere scoprirete affascinanti dimore storiche e inaspettati giardini segreti. Lasciatevi guidare, dunque, dalla curiosità e addentratevi alla scoperta delle mostre organizzate ad hoc e dei tantissimi eventi qui ospitati.

Gli eventi del distretto 5VIE sono davvero tantissimi ed è impossibile citarli tutti. Vi suggeriamo di prendervi la guida (disponibile in tutte le location della zona) e addentrarvi a piedi per le viuzze del quartiere…

Tra gli eventi, segnaliamo alcune delle mostre organizzate appositamente da 5VIE per il Fuorisalone. Partiamo dall’ormai celebre appartamento di via Cesare Correnti 14 (headquarter di 5VIE) che ospita un’installazione degli olandesi Kiki Van Eijk e Joost Van Bleiswijk sul tema della “connessione”. Nel cortile dello stesso edificio, la personale  Design Territoriale, Genius Loci dedicata all’ospite d’onore del 2019, l’architetto e designer Ugo La Pietra. Al n. 11 trovate Italy in 100 Objects-a Wunderkammer of the Everyday: gli oggetti della memoria di Fattobene che da agosto saranno in vendita anche he al Moma di NY!

Human Code di Roberto Sironi (con Abet laminati) è ospitata presso la SIAM – Società d’Incoraggiamento d’Arti e Mestieri, in via S. Marta 18. Il Pesce e gli Astanti, dedicata al giovane designer libanese Carlo Massoud, è nell’Oratorio della Passione, in piazza Sant’Ambrogio. Infine L’Ultima Cera, personale di Anton Alvarez, è ospitata nella Chiesa di San Bernardino alle Monache (via Lanzone 13). 

In corso Magenta 2 scoprirete lo showroom Gaggenau DesignElementi Hub in collaborazione con lo studio Arabeschi di latte.

Ottima occasione per visitare lo splendido Palazzo Belgiojoso (via Morigi 9) e la mostra Riflesso Botanico che ospita un progetto di interior design tutto al femminile… Altro luogo da non perdere è l’Oratorio della Passione, quest’anno altra sede dell’info point

Irrinunciabile infine uno sguardo alla galleria Rossana Orlandi, in via Matteo Bandello 14, per scoprire i designer selezionati dalla “signora del design”…

IL NOSTRO CONSIGLIO? 

Non perdetevi il DESIGN PRIDE, una festosa parata che partirà mercoledì 10 aprile alle ore 18.00 da Piazza Castello (angolo via Minghetti). Un corteo animato da carri, musica, balli e performance, che attraverserà il distretto per arrivare in Piazza Affari dove si svolgerà Party Tempo Rocks, un grande live party dalle 19 fino alle 24!

DA NON PERDERE!

Merita sempre una visita il bellissimo Palazzo Litta in corso Magenta che, nei giorni del Fuorisalone ospita The Litta Variations / Opus 5, una selezione di 22 espositori da 11 paesi con 65 designer coinvolti. Da non perdere anche la mostra sui migliori designer olandesi Masterly-The Dutch in Milano, nel bellissimo Palazzo Francesco Turati di via Meravigli 7, che avrà come tema il 350° anniversario della morte di Rembrandt.


Porta Venezia

Come ogni anno il circuito Porta Venezia in Design propone un mix molto interessante di proposte che vanno dagli eventi di design, al food&wine di qualità, ai tour per le architetture liberty della zona.

Tra gli eventi, segnaliamo diversi studi di architettura “aperti”, tra cui il Park Hub del rinomato studio Park Associati (in via Garofalo 31) e lo studio Veneziano+Team (via F. Hayez 8) di
Luciana Di Virgilio e Gianni Veneziano, che presenta un allestimento dal titolo ‘Words’.

Molti sono i laboratori artigianali e gli showroom che nei giorni del Fuorisalone organizzano eventi interessanti. Segnaliamo Brompton Junction Milano, iconico brand di urban bike “pieghevoli” (via Melzo, angolo via Spallanzani), JV Store (via Melzo 7) e ODD Garden che, in collaborazione con East Market Shop, presenta l’evento di garden design Jungle in Flux, un evento sull’arte metrobotanica (via B. Ramazzini 6).

Alcuni storici palazzi di Porta Venezia (da non perdere assolutamente!) ospitano collettive tra arte e design. Palazzo Bocconi (corso Venezia 48) presenta ad esempio Voliumani, di Barbara Vistarini. A villa Mozart (via Mozart 9), Doppia Firma, 19 designer collaborano con altrettanti artigiani italiani d’eccellenza. Poco più avanti, al n. 14, l’imperdibile Villa Necchi Campiglio presenta la mostra Il FAI – Fondo Ambiente Italiano presenta a Villa Necchi Campiglio (Via Mozart 14) la
mostra La stanza di Filippo de Pisis. Luigi Vittorio Fossati Bellani e la sua collezione (fino
al 15 settembre). Per i tour del liberty, guarda la nostra guida ai Design Districts.


ZONA TORTONA

VENTURA PROJECTS

La grande novità di quest’anno è che gli olandesi di Ventura Projects, dopo aver abbandonato la zona Lambrate e dopo aver “colonizzato” con le proprie installazioni concettuali la Stazione Centrale (Ventura Centrale), annunciano il progetto Ventura Future 2019 in collaborazione con BASE MILANO. Ventura Future 2019 si sposta, quindi, nei 3500 mq del BASE, l’ex fabbrica Ansaldo in via Tortona 54 e via Bergognone 34. Un evento imperdibile che raccoglie un centinaio di espositori selezionati da tutto il mondo fra designer, scuole e università del design.

Novità di quest’anno è l’ingresso a pagamento (5 euro, il biglietto si può acquistare in prevendita qui), che servirà a selezionare i visitatori veramente interessati. Orari di apertura del BASE, dalle 9,30 alle 20. Open evening mercoledì 10 aprile con apertura prolungata fino alle 22. Domenica 14 fino alle 18.

Il vicino MUdeC (il Museo delle Culture, in Via Tortona 56) ospita l’evento A new moka is blooming di Alessi. Una mostra sulle caffettiere di design da Richard Sapper (1979) a David Chipperfield (2019). Il bar del museo verrà trasformato per l’occasione in una Mokeria, uno spazio pop dedicato al rito quotidiano del caffè.

ALTRI EVENTI

Il Superdesign Show è da sempre il cuore pulsante del Fuorisalone di zona Tortona. Si divide nei 13.000 mq delle due storiche sedi: il Superstudio Più di Via Tortona 27 e il Superstudio 13 in via Forcella 13/via Bugatti 9. 

Il Superdesign Show si compone di diverse mostre tematiche: Big brands build the future con le scenografiche installazioni di Lexus International, di LG Electronics (che presenta il primo televisore OLED arrotolabile al mondo!!!). Dassault Systèmes, società leader di software per la progettazione 3D, mostrerà (in collaborazione con il celebre studio di architettura Morphosis) in che modo il design thinking può rispondere ai bisogni degli ambienti urbani del XXI secolo. Gli appassionati delle 2 ruote vedranno in anteprima la nuova Suzuki Katana, una moto da 150 CV per i “Samurai urbani”…

Interessanti le collettive straniere tra le quali segnaliamo la mostra “Monochrome Monologue” del Korea Craft & Design Foundation e “Atura”, la mostra dell’Indonesian Contemporary Art and Design che presenta i migliori creativi indonesiani. Promette bene il nome Japan Loves Superstudio, una collettiva che riunisce una decina di installazioni di brand e di organizzazioni giapponesi sui temi del design contemporaneo e sulle visioni del futuro. Infine segnaliamo WORTH Partnership Project, un’ iniziativa finanziata dalla Commissione Europea che presenta 25 prodotti innovativi, realizzati da giovani designer provenienti da diversi paesi dell’Unione Europea. 

IL NOSTRO CONSIGLIO…

Per gli appassionati del design scandinavo, sarà l’occasione per festeggiare i 20 anni di design dell’iconico brand danese Normann Copenhagen. In mostra, le interpretazioni di 10 artisti che hanno disegnato l’ultima collezione ricca di contaminazioni tra arte e design. 

TORTONA ROCKS

Tortona Rocks è un grande evento che ospita, all’interno dell’Opificio 31, una collettiva composta da oltre 20 progetti espositivi internazionali, 60 designer e 50 aziende. 

Imperdibile la suggestiva installazione ambientale “IQOS WORLD revealed by Alex Chinneck”, che indaga su come le nostre scelte quotidiane si riflettano sulla definizione di un futuro migliore.

Da non perdere anche le collettive di designer norvegesi (Norwegian presence), israeliani (The impossible story of Israeli design) e belgi (Belgium is Design) e la mostra Under Pressure dello IED di Milano. Nuovi scenari tecnologici verranno presentati da Sony Design, da Hyundai (in collaborazione con la rivista Monocle) e da Peugeot Design Lab (in collaborazione con Samsung). Citroën presenterà un’indagine tra passato e futuro insieme a Matteo Ragni Studio. Un programma che si annuncia davvero interessante…

ALTRE ZONE

In via Bergognone 26 l’installazione Resonance, nella quale Samsung farà vivere agli ospiti un’esperienza multisensoriale e unica. Presso l’Hotel Magna Pars (Via Tortona 15), la prima collezione di arredi Sammontana firmata Fabio Novembre. Il boutique hotel Savona 18 suites (via Savona 18) ospita Aesthetics of Vitalityuna personale di Aldo Cibic. Ancora il designer Nendo è protagonista dell’installazione Breeze of Light (dal 10 al 14) per TENOHA Milano, il concept store d’ispirazione giapponese. Per gli appassionati di Nendo, c’è la possibilità di acquistare molti suoi oggetti!!!! In via Vigevano 18. Living in the fast lane è l’evento che Automobili Lamborghini organizza al Magna Pars Suites Hotel, in via Tortona 15.

 IL NOSTRO CONSIGLIO…

Negli spazi post industriali della Torneria (Via Tortona 32) IKEA lancia in anteprima mondiale la nuova collezione di speaker Symfonisk, realizzati in partnership con Sonos. Per l’occasione, ha creato un playground dove interagire con luci e suoni attraverso experience, installazioni e talk. Come sono gli speaker Symfonisk? Noi li abbiamo visti in anteprima e sono bellissimi. Non perdeteli!


LAMBRATE DESIGN DISTRICT

Al Fuorisalone 2019 lo storico Lambrate Design District conferma la sua inclinazione verso il mondo del Contract, raccontato in chiave contemporanea e avveniristica, con eventi, mostre e installazioni dislocate in oltre 13.000 metri quadri di superficie espositiva. 

Orfano da un paio di anni di Ventura Projects, il Lambrate Design District 2019 conferma per il 7° anno consecutivo la presenza di Din – Design In. Organizzata da Promotedesign. Oltre 100 espositori tra designer, aziende e scuole di design da tutto il mondo (il 70% dei partecipanti saranno stranieri) esporranno nell’enorme capannone industriale di 2.000 metri quadri di via Massimiano 6 / via Sbodio 9. Altra presenza fissa, Simone Micheli presenta nel suo studio di Officina Ventura 14, la mostra Social Hotel Regeneration dedicata all’ospitalità e alla smart technology per il mondo alberghiero. La storica azienda Carimati, leader nella produzione di banchi bar, festeggia in via Ventura 6 i suoi “primi” 100 anni. Lo fa con un’installazione realizzata in collaborazione con Poli.Design. Un’altra storica presenza. Il celebre designer artista Marcantonio presenta una serie di oggetti in legno e marmo per l’azienda Scapin. (S)WEdesign, il temporary showroom di design svedese lo trovate nell’Autofficina di Via Ventura 2. Il tutto sarà circondato, come ogni anno, da una ricca offerta di street food di ogni genere.

Fate un salto alla nuova Fabbrica di Ghiaccio e Birra (via Gaetano Crespi 24) in zona Lambrate, che verrà aperta per la prima volta per ospitare un viaggio tra le icone di design di Heineken e di Alessi. (ore 10-22) Il bar sarà aperto fino alle 24 con dj set tutte le sere.

IL NOSTRO CONSIGLIO…

Non perdetevi il “Rooftop” di via Ventura 15. Un loft con terrazzo piantumato e piscina dal quale si gode di una meravigliosa vista sull’ex area industriale. Quest’anno questo strepitoso attico propone Panoramix, un connubio tra arte, design, musica e cibo. Il rooftop sarà aperto fino a tarda sera con una programmazione artistica che prevede anche performance, djset e live music.

 


TRIENNALE

Come ogni anno, Il Palazzo della Triennale (via Alemagna) ospita una serie di mostre e di eventi molto interessanti. Da non perdere la mostra Broken Nature: Design Takes on Human Survival, un’indagine sui legami delicati che uniscono gli uomini all’ambiente naturale. 


ALTRE ZONE

Stazione Centrale

L’incredibile Sala Reale della Stazione Centrale di Milano (non perdetela, viene aperta al pubblico molto raramente!) sarà la cornice della selezione di design Austriaco “Pleasure & Treasure“, a cura dei pluripremiati architetti austriaci Vasku & Klug.

Sempre in zona Stazione Centrale, in via Ferrante Aporti 27, troverete Ventura Centrale, una serie di 17 imperdibili installazioni ospitate nei suggestivi spazi sotto gli archi della ferrovia. Segnaliamo quelle degli artisti Kwangho Lee (Corea) e Wang & Söderström (Danimarca) e la grande bolla di vetro del designer giapponese Keita Suzuki per l’azienda AGC. Da vedere anche Lavazza a modo Gufram e Dai Nippon Printing, le innovative stampanti 3D giapponesi, e Sky-Frame – A Piece of Sky, un’installazione interattiva che interpreta in modo innovativo la creazione dell’universo, accompagnata dal suono della rotazione terrestre catturato dai satelliti della NASA! Concludiamo con due grandi designer: il geniale Mareten Baas per Lensvelt e l’innovativo designer inglese Benjamin Hubert che interpreta le superfici di Cosentino.

Castello Sforzesco

Torna anche quest’anno  Inhabits: Milano design city, organizzato nell’area di fronte al Castello Sforzesco dalla rivista DDN. Inhabits 2019 sarà quest’anno focalizzato sui temi del riciclo e del Green Design. Un grande evento che si sviluppa su una superficie di oltre 10.000 mq, e che sarà animato da 50 Mostre, 30 Talk (all’interno di una grande serra) e area Food. Per tutta la settimana, giorno e notte…

Tra gli eventi partecipanti a Inhabits segnaliamo Design Circus 2019, giunto alla sua XII edizione, che “trasloca” qui dallo storico spazio Donno di Lambrate.

Al 57 di Foro Bonaparte (di fianco al Castello) nello showroom Slide troverete le lampade di Fabio Novembre, Paola Navone, Lorenza Bozzoli, Roberto Paoli.

Bovisa/Dergano

Quest’anno debutta la Repubblica del Design, un nuovo distretto ospitato nei quartieri di Bovisa/Dergano. L’evento prevede installazioni temporanee e permanenti, esposizioni, azioni di arte urbana, performance ed eventi collettivi che saranno organizzati in nove sezioni tematiche.

Porta Nuova – Porta Volta

Si chiama IDD – Innovation Design District il nuovo progetto di marketing territoriale che coinvolge i quartieri Porta Nuova e Porta Volta. Un’area recentemente trasformata dallo skyline dei nuovi grattacieli che ha attirato diverse attività legate al design, soprattutto per il contract. Il tema del Fuorisalone di quest’anno è The Hospitable city. Ritorna il ricco ciclo di incontri Icon Design Talks, che tratteranno il concetto di hospitality attraverso 5 verbi: sharing, socializing, welcoming, planning, integrating. I talk saranno ospitati nella sede della Fondazione Riccardo Catella, splendido esempio di archeologia industriale milanese di fine 800. Merita una visita anche l’architettura di Anteo Palazzo del Cinema, che ospiterà una mostra fotografica dedicata alle architetture del nuovo distretto milanese.

In piazza Gae Aulenti il CasaFacile Design Lab presenta Co-working – Co-living, con laboratori di styling, consulenze di progettazione ed ecosostenibilità, workshop creativi e momenti di socialità a cura dell’omonima rivista.

Quartiere Isola

Poco distante da Porta Nuova, il quartiere Isola ospita i Giardini di Leonardo, un percorso urbano dedicato a creatività, arte e paesaggio. Giovani artisti e designer sono chiamati a realizzare installazioni verdi dove coinvolgere attivamente la cittadinanza con laboratori didattici per bambini e famiglie e aperitivi bio…

Porta Romana

Torna anche quest’anno il Romana Design District con diversi appuntamenti. Segnaliamo l’evento diffuso (nelle 10 location del distretto) di mercoledì 10 aprile dalle 19 alle 23 con Design a tutta birra! by birrificio Angelo Poretti.

La storica Cascina Cuccagna ospita “Design Collisions – The power of collective ideas”, progetto a cura di Laura Traldi sul tema della sostenibilità. Tra i progetti, segnaliamo l’azienda tedesca Kaldwei in collaborazione con il WWF.

Ippodromo

Leonardo Horse Project è la mostra dedicata al celebre Cavallo di Leonardo che si inaugura il 10 aprile all’Ippodromo di S. Siro, nell’area che ospita la statua originale. Il Cavallo di Leonardo, con i suoi 7 metri di altezza e 10 tonnellate di peso, è una delle più grandi sculture equestri mai realizzate. Per l’occasione, 12 artisti interpretano con il loro spirito creativo il Cavallo disegnato da Leonardo da Vinci. Markus Benesch, Marcelo Burlon, Matteo Cibic, Serena Confalonieri, Simone Crestani, Roberto Fragata, Andrea Mancuso, Vito Nesta, Daniele Papuli, Elena Salmistraro, Mario Trimarchi e Marcel Wanders. Dopo la mostra, i cavalli d’artista verranno dislocati in varie aree della città. Il 10 aprile, una grande festa con dj set andrà avanti fino a notte inoltrata.

Fabbrica del Vapore

La scenografica archeologia industriale della Fabbrica del Vapore (via Procaccini 4) ospita Design No Brand, una manifestazione che coinvolge architetti, artigiani, artisti, designer e makers, ispirata ai  principi dell’economia circolare, dell’inclusione sociale e della sostenibilità. Sono previsti eventi, laboratori, anche per i bambini (con la Unduetrestella DESIGN WEEK), showcooking e performance artistiche, oltre ad un ristorante dove gustare specialità vegetariane e vegane. L’ingresso? Libero, naturalmente!

Citylife

Il distretto Citylife, il nuovo salotto di Milano caratterizzato dai 3 scenografici (e molto controversi) grattacieli (Torre Isozaki, Torre Liebeskind e Torre Hadid) ospita diversi eventi. Tra questi segnaliamo MuffinLove, l’installazione di Bosch Elettrodomestici a forma di mega muffin che sprigionerà un profumo inebriante di dolci appena sfornati .

S.Ambrogio – Porta Genova

La storica pasticceria Cucchi ospita Caffè Concerto Cucchi. Un’ottima occasione per vedere le lampade di Kundalini e i nuovi tavolini in marmo firmati Cristina Celestino per Budri e per assaggiare quelli che qualcuno considera i migliori dolci di Milano…

Approfittate per visitare il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia “Leonardo da Vinci”
(via Olona 6), anch’esso coinvolto nella Design Week. Tra le altre cose, il Railway Pavilion ospita la mostra Capsule: Ocean Plastic Hourglass, che esplora le risposte del design all’attualissimo problema dell’inquinamento da plastica. Un progetto promosso da Ro Plastic – Master’s Peices di Rossana Orlandi.

In corso S. Gottardo 21/9, lo storico garage azzurro di ZEUS Milano presenta Manufacto, una collettiva di diversi brand di design. Aperitivo tutte le sere…

Siemens Elettrodomestici presenterà il suo nuovo piano a induzione in una location unica nel suo genere: la Siemens Connection BoatNei giorni 11, 12 e 13 aprile un tipico barcone milanese ormeggiato nella Darsena, ospiterà una grande festa danzante “Silent Disco” (in cui ognuno potrà ballare la musica che preferisce indossando speciali cuffie bluetooth). 

Il casello all’esterno della Darsena di Porta Genova sarà il quartier generale del DOS, il primo Distretto Diffuso della Design Week. Qui troverete 4 food track di altissimo livello e una food bike. DOS è un progetto orientato alla riqualificazione di spazi dimenticati, mai aperti al pubblico nella storia della Milan Design Week. Gli spazio sono divisi in varie zone tra Brera, Porta Genova, Porta Nuova, Bovisa, Tortona, Isola e Sarpi.

 


Massimo Rosati

Massimo Rosati

Sono architetto, giornalista e blogger. Sono consulente strategico di design management e di comunicazione del design. Aiuto i business innovativi a crescere e a raggiungere i propri obiettivi nel modo più rapido, economico, efficace. Se pensi che posso essere d'aiuto anche a te, contattami qui: [email protected]

Articoli bio

6 thoughts on “LA GUIDA AL MEGLIO DEL FUORISALONE DI MILANO 2020

  1. Luciana Menezes Cortes

    Olá ! Amei o post de vocês sobre todo o evento do Salão do Móvel de Milão!!!! Super completo!!!! Já estive várias vezes na feira mas esse ano não pude ir. No próximo més estarei em Milão (dias 23 a 28) e gostaria de saber o que continua em exposição, o que posso ainda visitar com relação às novidades e eventos do salão. Se puderem entrar em contato agradeço enormemente. Thanks!

    Reply
  2. Pingback: Salone e Fuorisalone: A Milano inizia la settimana più bella dell'anno. #designweek - Tailors' home Sempione Milano

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.