Anteprime Salone del Mobile e Fuorisalone 2019

Editor:

Dal 9 al 14 aprile Milano tornerà a essere protagonista del mondo dell’arredo e del design. Scopri con noi le anteprime dal Salone del Mobile e Fuorisalone 2019.

Ci siamo. Dal 9 al 14 aprile 2019 tutti i riflettori del mondo del design e dell’arredo saranno puntati su Milano grazie al tanto atteso avvio del Salone del Mobile e del Fuorisalone. La settimana del design milanese si conferma, infatti, da anni come il momento più importante a livello internazionale per captare i trend in atto, scoprire nuovi progettisti e intuire quale direzione prenderanno il design e il mercato dell’arredamento.

Giunto alla sua 58a edizione, il Salone del Mobile, che si terrà nella consueta cornice della Fiera di Milano Rho, quest’anno ospiterà più di 2.350 espositori. Numeri che già di per sé dicono molto sull’importanza che questa fiera ha per gli addetti ai lavori e i design addicted.

Insieme al Salone del Mobile e all’ormai consolidato appuntamento con il Salone Satellite (lo spazio che ospita i giovani designer), il 2019 sarà l’anno della biennale Euroluce, l’evento dedicato all’illuminazione.

In concomitanza con il Salone del Mobile torna anche il Fuorisalone che animerà la città con oltre 1300 eventi, divisi in diversi distretti. Un’altra occasione molto ghiotta per andare a caccia di nuovi progetti, spesso esposti all’interno di location d’eccezione, come palazzi storici, teatri o musei. 

LEGGI LA NOSTRA GUIDA AL MEGLIO DEL FUORISALONE DI MILANO 2019


Anteprime Salone del Mobile e Fuorisalone 2019

Mentre aspettiamo con impazienza l’arrivo della Milano Design Week 2019, ormai da settimane, in redazione fioccano i comunicati stampa sulle anteprime dei prodotti che saranno presentati in occasione del Salone e del Fuorisalone.

Curiosi di assaporare anche voi qualche anticipazione? Bene, abbiamo raccolto alcune fra le novità più interessanti che verranno lanciate durante la settimana del design milanese. Un’avvertenza, però: si tratta di una selezione che arricchiremo giorno dopo giorno. Per non perdere niente, quindi, dovrete tornare qui, di tanto in tanto, a fare un ripasso.


Ecco le nostre anteprime che troverete divise in tre sezioni:

ARREDAMENTO

ILLUMINAZIONE

COMPLEMENTI D’ARREDO


ARREDAMENTO

Porro

È nel mix di semplicità e ricercatezza che si svela il cuore di Lullabye, la lounge chair disegnata da Nicola Gallizia per Porro. Dietro l’apparente semplicità della poltroncina si nascondono, infatti, dettagli sofisticati, come i piedini in ottone.

Moroso

Si chiama Heartbreaker, la collezione di divani firmata dal designer danese Johannes Torpe per Moroso. La cifra stilistica del progetto è nel disegno del bracciolo che rappresenta la metà di un cuore che si ricompone giocosamente nelle combinazioni di divani affiancati.

Gervasoni

Una seduta a macro fori legata al telaio solo da sottili graffe. Ecco NEXT, la nuova sedia di Paola Navone per Gervasoni. Così leggera che sembra quasi galleggiare nell’aria.

Molteni & C.

Gregor è il nome di questo ricco e accogliente sistema di sedute disegnato da Vincent Van Duysen. Estremamente flessibile, Gregor si può comporre in linea, ad angolo o a penisola per rispondere a ogni esigenza di spazio e funzione: conversazione, lettura o entertainment.

Budri

Nella nuova collezione Marmor Natvm di Gwenael Nicolas – Curiosity per Budri, il marmo si scompone e si ricompone, esprimendosi in nuove forme. Il risultato è un’esplosione di minuscoli intarsi, simili a pennellate d’autore, in cui marmi bianchi e neri si alternano a geometrie accese.

FENDI Casa

Thea, la nuova poltrona di FENDI Casa, invita al relax solo a guardarla. Merito del suo design circolare e avvolgente, esaltato dall’intreccio in cuoio sullo schienale. La base è invece in legno laccato nero opaco con meccanismo girevole.

Shāke Design

Ricercatezza e personalità: sono questi i tratti distintivi di Icons, la nuova proposta per la zona notte e giorno di Shāke Design. Fra le novità che verranno presentate al Salone del Mobile: Deep, una credenza caratterizzata da diverse profondità sulla superficie frontale, e Park, un elegante tavolo con gambe cilindriche di differente diametro.

Ritzwell

JK Easy Chair di Ritzwell è il re-design di una poltrona assente dal catalogo dell’azienda giapponese da 15 anni. Una seduta dalla forma essenziale e decisa oggi proposta in nuovi materiali scelti per la loro capacità di acquisire una patina nel tempo.

Bross

Wam, il divanetto a due posti disegnato da Marzo Zito per Bross, va ad arricchire la collezione presentata dall’azienda friulana al Salone del Mobile 2018. Cuore del progetto è nello schienale costituito da due elementi rivestiti con differenti tessuti e colori. Un outfit bicolor pronto ad adattarsi a qualsiasi ambiente.

Alf Da Frè

Un letto imbottito, con comodini modulari, la cui forma morbida e priva di spigoli è ispirata ai ciottoli arrotondati dall’acqua del fiume. Già dall’anteprima il letto Neyõ, disegnato da Gordon Guillaumier per Alf Da Frè, mostra la sua forte personalità. 

Alma Design

Scala è la nuova linea di arredi lounge nata dalla collaborazione tra Alma Design e l’architetto Marco Piva. La collezione, composta da un’avvolgente poltrona lounge e da tavolini di differenti forme e dimensioni, è un esplicito omaggio alla cultura del progetto milanese.

Scab Design

Una nuova nata nella famiglia della sedia Lisa, disegnata da Marcello Ziliani. Si chiama Lisa Filò, è pensata per l’outdoor e ha il rivestimento in fettuccia di corda nautica. La sedia è disponibile in cinque varianti: struttura lino e corda argento, struttura tortora e corda tortora o arancione, struttura antracite con corda nera e infine struttura avio con corda antracite.

EMU

Nasce dalla contaminazione fra tessile e legno la collezione di Meneghello Paolelli Associati per EMU. Sulla struttura in alluminio è adagiato infatti un “tessuto ligneo” che si modella fino a diventare seduta e schienale. Una linea di sedie e poltrone realizzate con un materiale di nuova generazione, ottenuto grazie a una tecnologia inedita.

Baleri

Una linea continua, costituita da un tubolare metallico a sezione circolare, che “si svolge” e disegna la struttura dei tavoli. Questa è la prima cosa che colpisce di First, il tavolo progettato da Baldessari e Baldessari per Baleri. Disponibile in tre forme (rettangolare, quadrata e tonda) e in una palette di colori di tendenza, è caratterizzato da un design semplice ma elegante che lo rende adatto a varie tipologie di ambiente, sia living che office.

Talenti

Ampie forme intrecciate che creano ombre simili a quelle delle palme mosse dalla brezza marina. E un profilo organico che ricorda le pietre levigate dall’acqua. È così che Ludovica + Roberto Palomba raccontano Panama, la loro collezione per Talenti. Una serie, ispirata alle linee della natura, che va ad aggiungere un nuovo capitolo alla collaborazione fra i due designer e la nota azienda di arredi outdoor, dopo il successo internazionale di Cliff.

LEGGI IL NOSTRO ARTICOLO SULLA COLLEZIONE CLIFF

Disegno Doppio

Il nuovo brand Disegno Doppio ha creato una collezione di divani di design, a costi contenuti, pensata per i “millennials”. La prima collezione comprende 5 modelli di divani in 3 dimensioni e 7 varianti di tessuto. Il tutto è supportato da un assistente virtuale su Facebook Messenger e da una forte presenza su Instagram.

 


ILLUMINAZIONE

Ingo Maurer

Apriamo la rassegna con un doveroso omaggio al poeta della luce Ingo Maurer e alla sua nuova La festa delle farfalle. Questa lampada a sospensione è composta da 34 farfalle (e una libellula rossa) in cartoncino tagliato a laser,  posate su esili rami. Alla base, un piatto di porcellana contiene 3 lampadine appoggiate come se fossero frutta. Le lampadine, non alimentate, si illuminano per trasparenza grazie ai Led integrati nel piatto.

Living Divani

Lampada o tavolino? Entrambe le cose! Parliamo di Ligth with a table, il progetto firmato da Keiji Takeuchi per Living Divani. Una piccola scultura domestica che rievoca nel design un lampione urbano.

Tato

Fra le novità 2019 di Tato: Icones di Lorenza Bozzoli, una scultura di luce composta da due coni in alluminio e policarbonato, uniti al centro da un gioiello in ottone, e Lea di Matteo Nunziati, una lampada da tavolo costituita da un paralume in vetro soffiato e una base in marmo.

ZAVA

Sono tante le novità che ZAVA presenterà a Euroluce 2019. Ricordiamo qui: Flamenco, la serie di lampade da terra di Meneghello Paolelli Associati dove sono protagonisti i materiali. Nefertari di Lorenzo Palmeri, una lampada da parete che dà la sensazione di vagare nello spazio. E Wa di Alessandro Zambelli, una piantana dal design essenziale dove ogni elemento è pensato partendo dalla sua funzione.

Karman

La designer Paola Navone firma per Karman questa particolare lampada a sospensione in vetro soffiato trasparente o satinato. Si chiama Bibendum e, come suggerisce il nome, si ispira al celebre omino Michelin.

Brokis

IVY, la nuova lampada di Lucie Koldova per il brand ceco Brokis, trova ispirazione nella natura. Il suo sistema modulare permette, infatti, di creare molteplici composizioni sia in verticale sia in orizzontale, evocando l’immagine di una pianta rampicante.

Studio Kalff

Ricorda i colori delle tele di Rembrandt la palette di Droplets, le sospensioni in vetro firmate da Roos Kalff. Ogni pezzo è realizzato a mano e perciò unico.

Barovier & Toso

Fiori e foglie, tipici della tradizione veneziana, accompagnati da farfalle e piccoli boccioli di tulipano. Sono questi gli elementi che caratterizzano Adonis, la collezione di lampadari disegnata da Marcel Wanders per Barovier & Toso. Uno chandelier dalla forte personalità che celebra l’età dell’oro olandese.

Tom Rossau

Creare una corrispondenza fra tatto e vista: è questo l’obiettivo del designer danese Tom Rossau. Un progetto che si traduce nell’utilizzo di materiali tattili, come il legno, la carta e il metallo, e nell’uso di strisce. Queste ultime, infatti, permettono alla lampada di cambiare aspetto in base al materiale impiegato.


COMPLEMENTI D’ARREDO

Desalto

Quartz, design Arik Levy, è un sistema di 4 specchi da parete che possono essere utilizzati in maniera libera e indipendente. Disponibili in dimensioni diverse, si possono comporre a piacere grazie alle loro forme poligonali.

Il tav

Misuraemme

Il tavolino Rialto (design R&S Misuraemme) si caratterizza per la sua struttura geometrica, ispirata alle avanguardie del costruttivismo. La forma è composta da due piani tondi tagliati da uno spicchio ad angolo retto. Può essere usato singolarmente oppure come tavolino di servizio accanto a imbottiti, pouf o letti.

Frag

È il top in cuoio intarsiato il tratto distintivo di Motif, la famiglia di tavolini disegnati da Analogia Project per Frag. Un complemento “sartoriale”, altamente personalizzabile.

Tonelli Design

BANDS, lo specchio da parete di Angeletti Ruzza per Tonelli Design, si caratterizza per un forte impatto grafico, sottolineato ulteriormente dal passaggio della luce sulle scanalature del vetro cannettato. Il progetto si ispira all’opera “Wall Drawing #370” dell’artista americano Sol LeWitt.

Formitalia

Si chiama Kean questa collezione di tavolini di Formitalia. Hanno la struttura in metallo, le gambe in legno di frassino nero a poro aperto e il piano in marmo con bordo rivestito in pelle. Kean è disponibile in diverse forme e altezze, anche nella versione con mensola bassa in vetro.

LATOxLATO

Ispirazione anni ‘50 per Aracne, il tavolino dalla struttura zoomorfa di LATOxLATO. Un complemento pieno di carattere, parte della prima collezione del brand italiano, che verrà lanciato nell’ambito dell’esposizione promossa dalla rivista britannica Wallpaper.

LEGGI IL NOSTRO ARTICOLO SULLA COLLEZIONE DI ACCESSORI DI LATOxLATO

Mason Editions

Ha un ritmo ternario Triploil tavolino firmato da Martina Bartoli per Mason Editions. Materico ma leggero nella forma, il tavolino si compone di tre piani in massello di legno che poggiano su una struttura esile, costituita da tre tondini in acciaio.


GUARDA LA NOSTRA GUIDA AI DESIGN DISTRICT

Alessia Forte

Alessia Forte

Laureata in Lettere, mi occupo di comunicazione web per aziende del settore arredo e design. Nel 2012 ho aperto Interior Break, un blog sull'interior design e l'arredamento, con un focus sullo stile scandinavo. Nel 2014 Interior Break è stato premiato come “migliore blog di arredamento”, per la categoria contenuti, nel concorso "IKEA Blog-In".

Articoli bio

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.