10 idee luminose da mettere sotto l’albero

Editor:

Versatili, funzionali, decorative. Sono le lampade da tavolo di design. Un complemento d’arredo che grazie alle sue dimensioni compatte può essere inserito facilmente in qualsiasi ambiente, valorizzando punti specifici.

Fedeli alleate sia nelle ore di lavoro che nelle ore di relax, le lampade da tavolo possono assolvere a differenti funzioni. Per la scrivania sono indicate le lampade orientabili per poter direzionare la luce con precisione. Per illuminare il living sono, invece, ideali le lampade a luce diffusa, capaci di creare un’atmosfera calda e intima. Le lampade da tavolo moderne sono, inoltre, spesso dotate di un dimmer che permette di regolare l’intensità luminosa a seconda delle esigenze del momento.

Un’idea regalo da mettere sotto l’albero? Perché no. Ecco la nostra selezione.

Aerostat, Fabbian

Il nome non lascia spazio ai dubbi. Aerostat, la lampada disegnata nel 2014 da Guillaume Delvigne per Fabbian, si ispira all’aerostato. A suggerire l’idea che la lampada possa sollevarsi da terra è la sagoma della base in metallo. Una gabbia che accoglie il diffusore sagomato.

Oggi Aerostat è proposta in una limited edition di 50 pezzi per ciascuno dei 5 diversi abbinamenti fra diffusore e base.

Madre, Foscarini

Lampada, ma anche vaso. Parliamo di MADRE, il progetto firmato da Andrea Anastasio per Foscarini. Una lampada da tavolo che richiama le forme morbide e generose delle dee madri, le divinità che proteggevano la fertilità della terra.

MADRE diffonde una luce soffusa, con intensità modulabile attraverso un dimmer. Nell’incavo superiore del suo corpo luminoso c’è un vaso in vetro borosilicato satinato, dentro cui si possono mettere rami decorativi. Un oggetto multifunzionale bello anche da spento.

Matin, HAY

Un ombrello di carta giapponese? No, è Matin, la lampada da tavolo disegnata da Inga Sempé per HAY. Un progetto poetico composto da una base in acciaio rifinita in ottone spazzolato e un paralume in cotone plissettato proposto in una palette di colori vivaci. La sorgente luminosa è un LED integrato, che offre una illuminazione diffusa modulabile con un dimmer di controllo digitale.

Kushi Wood Edition, Kundalini

Nell’autunno 2018 una violenta tempesta ha devastato intere aree delle Alpi, fra cui “La Foresta del Violini”, un luogo magico il cui legno di abete rosso è utilizzato da sempre per i celebri Stradivari.

Kundalini ha deciso di recuperare una parte del legno sradicato, impiegandolo per una limited edition. Nasce così Kushi Wood Edition, una versione speciale della celebre lampada Kushi, dove il “picciolo della mela” si veste di legno.

Pigreco, Davide Groppi

Una sfera di cristallo per prevedere quale sarà la luce del futuro. È Pigreco, il progetto di Omar Carraglia per Davide Groppi. A comporre la lampada due elementi: una sfera in vetro e una base in legno. La sfera in vetro, per metà satinata, per metà trasparente, si muove liberamente sulla base, diventando ora diffusore, ora lente convessa. Nella base si nasconde un LED invisibile, che illumina l’interno della sfera. Il risultato è una luce mutevole che crea effetti sempre nuovi sulle superfici.

Idea, Slamp

Si dice che l’ispirazione si accende all’improvviso come una lampadina sulla testa. Da qui nasce Idea, la serie di lampade disegnata da Marcantonio per Slamp. Una collezione ridotta all’osso – lampadina e supporto – che celebra l’essenza stessa della luce.

Idea è disponibile nella versione da tavolo e da parete. Nella versione da tavolo la lampadina è magicamente sospesa su una struttura in ottone satinato.

Barklamp, Alessi

Nata nel 2015 con un centrotavola, la collezione Bark, firmata da Michel Boucquillon & Donia Maaoui per Alessi, si è arricchita negli anni arrivando a comprendere anche una lampada da tavolo.

Come gli altri oggetti della serie, anche Barklamp si ispira alla natura e alla corteccia degli alberi che circondano la casa di Boucquillon. “L’idea è portare nell’ambiente una luminosità rilassante, in sintonia con i ritmi misteriosi della natura”, racconta Boucquillon.

La lampada è prodotta in acciaio inossidabile lucido e in acciaio colorato bianco opaco, ed è dotata alla base di un dimmer per regolare l’intensità luminosa.

REI, ZAVA

REI è la nuova lampada firmata da Alessandro Zambelli per ZAVA. Un progetto che nasce dall’incontro fra volumi geometrici diversi che creano un duplice effetto luminoso. Davanti la schermatura del corpo cilindrico rientra, disegnando un tenue spicchio di luce. Dal lato opposto, la stessa luce si riflette sulla parete per diffondersi nell’ambiente.

Disponibile anche nella versione a parete, REI è proposta in metallo, metacrilato e ottone.

G61, Sammode

Disegnata da Pierre Guariche nel 1959, la lampada da tavolo G61 è stata rieditata da Sammode, che l’ha aggiornata con le nuove tecnologie di illuminotecnica. La lampada ha la forma di un parallelepipedo, ed è rivestita in lamiera forata laccata di bianco. Un design senza tempo che per la sua semplicità ed eleganza può adattarsi sia ad ambienti classici che contemporanei.

G61 è disponibile in due dimensioni, piccola (270 x 270 x 200 mm) o grande (330 x 330 x 200 mm).

KAISER, Fritz Hansen

KAISER, una delle lampade simbolo del BAUHAUS, progettata da Christian Dell nel 1931, rinnova il suo outfit. Per festeggiare il centenario del Bauhaus, Fritz Hansen ha lanciato un’edizione speciale – KAISER idell Luxus – dove la lampada è impreziosita con eleganti dettagli in ottone lucidato. Il materiale combinato con il nero opaco del diffusore e della base crea un bel contrasto fra riflessi caldi e freddi.

LEGGI IL NOSTRO ARTICOLO SUL BAUHAUS

 

Alessia Forte

Alessia Forte

Laureata in Lettere, creo contenuti per aziende del settore arredo e design. Nel 2012 ho aperto Interior Break, un blog sull'interior design e l'arredamento, con un focus sullo stile scandinavo. Nel 2014 Interior Break è stato premiato come “migliore blog di arredamento”, per la categoria contenuti, nel concorso "Blog-In" lanciato da IKEA Italia.

Articoli bio

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.