Le lampade da scrivania più iconiche della storia del design

Editor:

Lampade da scrivania di design? Ecco 9 grandi classici. Per illuminare l’home office in modo funzionale, senza rinunciare allo stile.

Cerchi una lampada di design per il tuo home office? Sei nel posto giusto. Oggi è proprio di lampade da scrivania che parleremo. Un oggetto fondamentale per qualsiasi spazio di lavoro che si rispetti. Perché è soltanto con una buona illuminazione che potremo rendere confortevole il nostro angolo studio, favorendo la concentrazione ed evitando di affaticare la vista.

Quale lampada scegliere per illuminare il piano di lavoro? Sicuramente una lampada che permetta di orientare la luce. Fra le più funzionali ci sono le lampade con braccio regolabile. Ideali per direzionare la fonte luminosa con precisione, in base alle esigenze del momento. Non a caso, le lampade con bracci snodabili hanno una lunga storia. I primi esempi risalgono agli anni ’30 con la Anglepoise, la Naska Loris e la Luxo L-1. Tre grandi classici della storia del design che hanno rappresentato un riferimento importante per tutti i progetti a seguire.

Qualche idea? Detto fatto. Abbiamo raccolto 9 lampade da scrivania iconiche. Per illuminare il nostro studio o postazione di smart working in modo funzionale, senza dimenticare il design. Buona lettura!


Ecco le lampade da scrivania più iconiche della storia del design


Original 1227, Anglepoise

Apriamo la nostra rassegna sulle lampade da scrivania con un’icona del design britannico: Anglepoise Original 1227. La lampada è progettata nei primi anni ’30 dall’ingegnere George Carwardine e si basa su un meccanismo di molle in tensione, che sostituisce il sistema del contrappeso adottato fino a quel momento. L’ispirazione viene dalle sospensioni delle auto. Il risultato è una lampada da tavolo con braccio snodabile, che unisce un’estrema flessibilità a un perfetto equilibrio.

Messa in vendita nel 1935, la lampada da scrivania Original 1227 negli anni ha visto crescere la sua famiglia. Oggi accanto alla versione da tavolo, sono proposte anche lampade a parete, a soffitto e a pavimento.

www.anglepoise.com/


Kaiser, Fritz Hansen

Illumina le scrivanie di noti ispettori delle serie TV ormai da anni. Parliamo di Kaiser Idell, la lampada progettata nel 1931 dall’orafo tedesco Christian Dell, conosciuta appunto anche come la “lampada dell’ispettore”. Icona del Bauhaus, Kaiser Idell è una lampada elegante e molto funzionale. Il cuore del progetto è nel sistema di giunti rotanti, che permette di orientare la luce in modo preciso. Le lampade sono realizzate in acciaio con paralume e base dipinti a mano. Nel 2019, per il centenario del Bauhaus, è stata proposta una versione speciale con stelo e base in ottone lucido. Ogni lampada è consegnata con un certificato di autenticità e ha un numero di serie unico inciso sulla base.

fritzhansen.com/


Naska, FontanaArte

La collezione Naska arriva dall’archivio storico di FontanaArte. Si tratta di una lampada da lavoro con braccio bilanciato a molle, che è stata disegnata nel lontano 1933. Rieditata in anni recenti, Naska ha mantenuto intatto il suo fascino originario. La lampada è dotata di un braccio orientabile in tutte le direzioni ed è disponibile con morsetto o base da tavolo. La base e il braccio sono in acciaio, il diffusore è in alluminio.

I progetti dell’archivio storico di FontanaArte non sono legati a un solo designer, ma frutto del lavoro di tutti i creativi che collaborano con l’azienda.

www.fontanaarte.com/it/


Luxo L-1, Luxo Lighting

Avete presente la lampada da lavoro che saltella nella sigla iniziale dei film Pixar? Bene, è la lampada Luxo L-1 prodotta dall’ingegnere norvegese Jac Jacobsen. Una lampada la cui storia si intreccia curiosamente con un altro classico di questa rassegna: la Anglepoise. Tutto comincia quando Jacobsen ordina a un’azienda inglese una partita di macchine da cucire industriali. L’azienda accompagna l’ordine con 2 lampade Anglepoise e Jac Jacobsen ne rimane subito colpito. A quel punto acquisisce i diritti per poter vendere la lampada in Norvegia. Apporta dei cambiamenti per renderla ancora più funzionale. E nel 1937 produce la prima Luxo L-1. È la nascita di un mito.

www.luxo-lighting.com/


Signal, Jieldé

È l’icona del design industriale francese per eccellenza. Parliamo della lampada Jieldé progettata da Jean Louis Domecq nel 1949. Alla ricerca di una lampada adatta al suo lavoro di meccanico, non riuscendo a trovarla, Domecq decide di crearsela da sé. Nasce così una lampada da lavoro robusta, flessibile e dal design essenziale. Un progetto che dopo 70 anni non accenna a perdere il suo fascino.

Le lampade Jieldé sono realizzate completamente in metallo, con uno o più bracci articolati di differenti lunghezze e cavi elettrici non visibili. Sono disponibili in diversi colori e ogni lampada è firmata.

jielde.com


Cobra table lamp, GUBI

Porta la firma di Greta M. Grossman Cobra, la lampada da scrivania rieditata dal brand danese GUBI. La lampada è stata disegnata nel 1950 e deve il suo nome al diffusore ovale simile alla testa di un cobra. Grazie allo stelo flessibile e alla testa orientabile a 360º, la luce può essere direzionata con grande precisione. Possiamo infatti usare Cobra sulla scrivania ma anche per creare una luce d’atmosfera nel living. L’interruttore on/off si trova sulla base.

Cobra ha vinto il Good Design Award nel 1950 ed è stata esposta al MoMA di New York fra il 1951 e il 1952, in occasione della mostra “Good Design”.

www.gubi.com


Lampada AJ, Louis Poulsen

Un’icona che nasce per un’icona. La lampada AJ di Louis Poulsen è disegnata da Arne Jacobsen nel 1957 per il SAS Royal Hotel di Copenhagen. Per illuminare gli interni del leggendario hotel, Jacobsen progetta un’intera collezione: lampada da scrivania, da pavimento, da parete e una versione più piccola pensata per essere fissata sul tavolo. AJ si caratterizza per la combinazione di angoli retti e obliqui. Un elemento che richiama il design delle poltrone della serie 3300 e i profili geometrici degli edifici progettati da Jacobsen. In questo caso, la distribuzione della luce viene ottimizzata regolando l’angolo dello schermo.

Originariamente disponibile in grigio chiaro, marrone e nero, negli anni AJ si è vestita di nuovi colori.

https://www.louispoulsen.com/


Tizio, Artemide

Tizio è il capolavoro firmato da Richard Sapper per Artemide nel 1972. Una reinterpretazione delle classiche lampade da scrivania con braccio snodabile, dove la testa e i bracci orientabili sono bilanciati da un sistema di contrappesi. Con Tizio, però, non cambia solo il meccanismo per orientare la luce. Il progetto di Sapper segna anche il passaggio dalle lampadine a incandescenza a quelle alogene, una tecnologia molto avanzata per l’epoca. Con il basso voltaggio delle fonti alogene, la lampada può liberarsi dai cavi elettrici. A condurre l’elettricità sono infatti i bracci e i bottoni. Quando si dice magia.

www.artemide.com/it/


Tolomeo, Artemide

Nasce nel 1986 una delle lampade più famose della storia del design: Tolomeo di Artemide. Il progetto, vincitore del Compasso d’Oro nel 1989, è firmato da Michele De Lucchi con Giancarlo Fassina. De Lucchi rilegge la classica lampada da lavoro con tecnologie e materiali innovativi. Innanzitutto, nasconde la molla e il filo con un tubicino, ispirandosi ai pescatori che pescano con la lenza. Poi sostituisce l’acciaio con l’alluminio. Il risultato è una lampada più leggera e dal carattere contemporaneo.

In oltre 30 anni, la collezione Tolomeo è cresciuta fino a comprendere versioni da parete, da terra e a sospensione, in diverse misure e finiture. Un vero best seller protagonista di tantissimi film. Vietato non conoscerla!

www.artemide.com/it/


LEGGI ANCHE IL NOSTRO ARTICOLO SUGLI SCRITTOI DI DESIGN

Alessia Forte

Alessia Forte

Laureata in Lettere, creo contenuti per aziende del settore arredo e design. Nel 2012 ho aperto Interior Break, un blog sull'interior design e l'arredamento, con un focus sullo stile scandinavo. Nel 2014 Interior Break è stato premiato come “migliore blog di arredamento”, per la categoria contenuti, nel concorso "Blog-In" lanciato da IKEA Italia.

Articoli bio

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.