Le più belle sedute outdoor di design

Editor:

Una selezione di sedute outdoor di design per vivere con stile le vostre giornate all’aria aperta

Terrazzi e giardini arredati con la stessa cura del salotto di casa: questa è una delle più attuali tendenze dell’outdoor. Uno spazio considerato sempre più come un’estensione degli ambienti interni. E che per questo richiede arredi non solo funzionali e resistenti agli agenti atmosferici ma anche belli. Così belli da poter essere utilizzati anche tra le pareti domestiche, superando i confini tradizionali tra indoor e outdoor.

Sono tanti gli arredi outdoor di design che fanno invidia a quelli per gli interni. Un mix di proposte molto vario per stile e materiali che spazia dai mobili e complementi minimal alle soluzioni più eccentriche. Dai prodotti realizzati in fibre naturali, come il legno e il vimini, agli arredi in materiali sintetici innovativi e tecnologicamente avanzati.

Sedie, poltrone e divani: le più belle sedute outdoor di design  del 2018

Oggi noi abbiamo deciso di concentrarci su una tipologia specifica di arredo outdoor: le sedute di design per esterni. E abbiamo selezionato 10 novità presentate nel 2018. Sedie, poltrone e divani per l’esterno molto diversi tra di loro per caratteristiche e stile, ma accomunati dal fatto di coniugare la praticità e la versatilità con l’estetica. Scusate se è poco!

Tribeca, design Simone Mandelli e Antonio Pagliarulo per Pedrali

Tribeca di Simone Mandelli e Antonio Pagliarulo per Pedrali è una rilettura moderna delle sedie da giardino in acciaio e materiale intrecciato in voga negli anni ’60. Un’icona che qui si veste con un materiale plastico resistente ma leggero e con una palette ispirata ai colori del Mediterraneo che va dalle tonalità calde del rosso e del terracotta a quelle più fredde del verde salvia e del blu. Insomma, una seduta da esterno perfetta per dare brio alle vostre sere d’estate.

Knit rocking chair, design Patrick Norguet per Ethimo

Ethimo arricchisce Knit, la collezione disegnata da Patrick Norguet, con una poltrona per dondolarsi all’aria aperta: Knit rocking chair. Una seduta con cui il designer francese trasforma un classico della tradizione in un complemento moderno ed elegante: una sedia a dondolo per l’outdoor. 

I materiali di pregio con cui è realizzata la Knit rocking chair (teak naturale o mogano verniciato Nero Stromboli e l’esclusiva corda intrecciata Ethimo, Comfortable Flat Rope) e la sua forma accogliente la rendono però perfetta anche per gli interni. Per un relax che non conosce stagioni!

Tami, design Patrick Norguet per Emu

Tami è un sistema componibile di sedute per l’outdoor progettato da Patrick Norguet per Emu. Una collezione caratterizzata dal design lineare ed elegante in grado di adattarsi a diverse esigenze d’uso. Con l’aggiunta dei braccioli e degli schienali Tami è un divano tradizionale, mentre, eliminandoli, diventa una base multifunzionale più informale.

Un prodotto versatile e sostenibile. La base, infatti, è realizzata in Bamboo WPC, un materiale ecologico innovativo, completamente riciclabile, pensato per un uso esterno.

Vimini, design Patricia Urquiola per Kettal

Quando ti avvicini, hai la sensazione di essere di fronte a un oggetto della memoria: ti fa sentire a casa. Ecco, si tratta di un oggetto della memoria”. Così Patricia Urquiola racconta Vimini, il suo progetto di sedute outdoor di design per Kettal. Una famiglia di sedie, divani e tavolini in fibra intrecciata che trae ispirazione da Basket, la poltroncina a forma di cesta progettata dai designer danesi Nanna Ditzel e Jørgen Ditzel negli anni ’50, rieditata da Kettal nel 2014.

La struttura a forma di cesto di Basket ritorna, infatti, in Vimini, anche se con un carattere meno modernista. E si sposa con una base in legno e ampi cuscini per lo schienale. Forme e materiali organici che trasmettono un’immediata sensazione di comfort e calore. 

Trill, design Raffaello Galiotto per Nardi

Trill di Raffaello Galiotto per Nardi è una linea essenziale e versatile di sedie e sgabelli per outdoor, realizzati in resina fiberglass. Progettate e realizzate interamente in Italia, queste sedute da esterno sono leggere, resistenti agli agenti atmosferici e riciclabili al 100%. Oltre a essere disponibili in una ricca tavolozza di colori che abbraccia anche tonalità vivaci, come il giallo senape e l’ottanio. Per chi volesse arredare il proprio giardino o terrazzo con una pennellata di colore.

AIIR, design GamFratesi per Dedon 

“Volevamo disegnare una sedia da esterno che fosse in grado di trascendere la barriera della ‘finestra’ e si potesse spostare anche all’interno”, spiegano i GamFratesi a proposito di AIIR, la collezione che il duo italo-danese ha firmato per Dedon. Ed effettivamente AIIR, primo progetto di Dedon a introdurre sedili stampati a iniezione, è una sedia da esterno così leggera da poter essere spostata facilmente da un ambiente all’altro.

Disponibile nella versione con e senza braccioli, con gambe in teak affusolate e cuscini per seduta e schienale opzionali, le sedie sono proposte in una gamma di colori che riflette le influenze italiane e nordiche dei due designer. 

LAN, design Neri&Hu per GAN

Si chiama LAN questo sistema di sedute outdoor firmato da Neri&Hu per GAN. Un progetto con cui lo studio cinese scompone il divano classico, trasformandolo in una serie di elementi molto informali da disporre in vari modi. La collezione comprende tappeti, pouf, cuscini e divisori per ambienti. Questi ultimi coperti da una fascia di tessuto ricamata a mano sulla quale si possono appoggiare cuscini mobili.
Altro tratto distintivo della collezione è il colore indaco usato per i tappeti e i vari moduli. Una palette cromatica suggerita già nel nome (LAN in mandarino significa “blu”) con cui i designer hanno voluto rendere omaggio alla tradizione orientale di tingere di indaco i tessuti del corredo familiare.

Emma, design Monica Armani per Varaschin

Emma, la collezione disegnata da Monica Armani per Varaschin, è stata completata con l’aggiunta di divani, poltrone lounge e di una poltrona bergère. Si tratta di una serie di sedute outdoor dalle forme sinuose e rassicuranti che si caratterizza per l’uso dell’intreccio, una lavorazione da sempre presente nella storia di Varaschin che qui crea un pattern geometrico molto originale. 

Un altro elemento che definisce la collezione è il suo alto grado di personalizzazione. Infatti Emma prevede infinite combinazioni di materiali e tessuti, adattandosi a diversi tipi di ambienti e stili. 

Regista, design Monica Armani per Tribù

L’iconica poltrona da regista abbandona il suo classico outfit in tessuto vestendosi con un più sofisticato intreccio. Stiamo parlando di Regista, la sedia da giardino disegnata da Monica Armani per Tribù. Una seduta che coniuga un design intramontabile con una grande attenzione per i dettagli e l’uso di materiali innovativi.

I braccioli e lo schienale intrecciato sono realizzati in Tricord, un materiale resistente alle intemperie che sembra una corda. Mentre la seduta è in acrilico Sunbrella per il 50% riciclato. Un tessuto impermeabile usato nelle barche. 

Cliff collection, design Ludovica + Roberto Palomba per Talenti

Talenti amplia il suo catalogo con Cliff Collection, un progetto firmato da Ludovica + Roberto Palomba. Un sistema coordinato di sedute e tavolini per esterni che si possono mescolare in vario modo, creando innumerevoli combinazioni. In particolare, il divano modulare, elemento centrale della collezione, prevede 5 cuscini di seduta e 6 schienali disponibili in 2 altezze e in due varianti, imbottita e intrecciata. Per un vero e proprio salotto di design per l’outdoor da vivere in totale libertà!

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.