Tag

wallpaper

Browsing

PIT POP è un’idea nata dalla mente crativa di due imprenditori pugliesi, Antonella Tolve e Gennaro Schinco, che fanno coppia fissa nella vita, oltre che nel lavoro.

PIT POP coniuga la grafica digitale con la Pop Art, da cui prende ispirazione. Un progetto che parte dalla decorazione del singolo accessorio o del complemento d’arredo, per allargarsi all’interior decoration di tutta la casa.

Un’idea vivace, gioiosa e colorata che riveste qualunque oggetto, trasformandolo in una vera e propria opera d’arte Pop. Gli elementi decorativi di PIT-POP diventano protagonisti dell’abitare quotidiano: dai quadri ai tappeti; dai cuscini ai piatti decorati, dalle piastrelle ai rivestimenti murali.

Antonella e Gennaro, i fondatori di PIT POP, partono proprio dalla grafica artistica dei grandi maestri americani degli anni 60 (pensiamo per esempio ai quadri “Pop” di Roy Lichtenstein) per esplorare ogni declinazione creativa per applicarla in ogni settore dell’arredamento.

I due creativi realizzano una serie di disegni, la cui grafica può essere riproposta all’infinito, che poi riproducono su qualsiasi oggetto, di qualsiasi materiale sia realizzato. La collezione PIT-POP comprende infatti elementi d’arredo in tela, in pietra, in legno, in ceramica, in tessuto o vetro… Una collezione molto ampia che, non facciamo fatica a immaginarlo, conoscerà ancora moltissime applicazioni.

pitpop.it

Le vintage wallpaper, le carte da parati ispirate a vecchi disegno, sono tornate di moda. Ne sa qualcosa NLXL Lab che ha in catalogo una serie di carte da parati dal tema decisamente insolito. Il suo nome è “Printed Rulers Wallpaper” e l’ha disegnata la coppia creativa che si fa chiamare Mr & Mrs Vintage.

Si tratta di una serie di vecchi righelli in legno raffigurati a trompe l’oeil, con un’immagine iperrealista che fa un effetto davvero straordinario. Il design è disponibile in due varianti, con i righelli piccoli o grandi.

Le dimensioni del pannello sono 48,7 x 1.000 centimetri, senza ripetizione. La carta da parati è di tipo pesante con sostegno in tessuto non tessuto, lavabile con un panno morbido.

Le carte si affiancano ad altri modelli con grandi decorazioni di ispirazione inizio secolo sempre disegnati da a Mr & Mrs Vintage che si chiamano Luther, Bogor e Paola.

Oltre a queste, Nlxl ha in collezione anche carte da parati create dai più estrosi designer nordici, come Piet Hein Eek e studio Job o dal celeberrimo shop parigino “Merci”.

www.nlxl.com

Dopo essersi dedicato con passione agli oggetti della memoria, il designer Vito Nesta si è lanciato su esercizi di stile decisamente più “decorativi” proponendo due nuove collezioni di tappeti e carte da parati.

La prima collezione è formata da Cachemere e Polkadot, due tappeti ispirati alla tradizione ma resi ancora più forti da forme e colori contemporanee e familiari, che Vito Nesta ha disegnato per Karpeta. Polkadot e Cachemere, i primi due di una lunga serie, sono un mix tra stile pop e classic, sia nei disegni sia nei colori scelti dal designer.

L’ispirazione è ancora una volta quella delle atmosphere familiari. Per Polkadot sono ad esempio i fiori delle cerate che corivano i tavoli delle nonne e che ci riportano alla mente i nostri preziosi ricordi.

Nel tappeto Cachemire invece, creature e simboli antichi nuotano insieme nell’acqua dello stagno dove sembrano danzare insieme.

Diverse, ma con un filo rosso che le lega, le atmosphere delle carte da parati Masami e Kazumi, della Warp collection, che Vito Nesta ha disegnato per Texturae wallpapers

“Un viaggio in Asia, alla scoperta della bellezza”, ci ricorda il designer che ci riporta il suo sguardo intimo su un Giappone meno conosciuto che si cela dietro un fitto canneto e tra la lussureggiante vegetazione.

Gli occhi curiosi delle Geishe si nascondono timidamente nelle aperture di una parete in bambù, quasi fossero realmente nella stanza accanto, mentre i gesti armoniosi e spontanei di vita quotidiana vengono raccontati con delicatezza incastonandoli tra le foglie di una giungla esotica.

Le antiche e raffinate suggestioni del Sol Levante rivivono in questi veri e propri quadri di un tempo che forse non c’è più.

In occasione del recente Salone del Mobile di Milano, Jannelli e Volpi ha presentato una nuova linea di carte da parati di design, in aggiunta alla terza collezione in esclusiva per Armani Casa: “Armani/Casa Exclusive Wallcoverings GRAPHIC ELEMENTS 1” con disegni che rimandano all’estetica orientale e sostenuti da supporti ricercati e contemporanei (Metallico, Perlage, Rafia e Tessile).

La nuova collezione J&V Italian Design invece comprende diverse linee di carte da parati di design. Nella prima, Fibers, la materia viene lavorata con tecniche di stampa avanzate, dialogando con la luce e il colore e restituendo un effetto scenico 3D.

Nella seconda, Atelier, decori che fanno sognare, rievocano ricordi e riflettono una sofisticata sensualità. Si tratta di proposte grafiche che rimandano a paesaggi italiani (Firenze), romantici fiori, palette di colori, righe sfumate a modi affresco con le calde tonalità di tramonto, cielo e mare, o ‘moderni’ disegni damascati.

La collezione Altagamma Home 2 invece ruota intorno a due temi. Innanzitutto il tema ‘Urban’, con grattacieli visti dall’alto o mappe delle città ritagliate e ricomposte attraverso un ‘puzzle’ di ritagli di giornali. In secondo luogo, per contrasto, il tema della natura con un mix di sapori esotici e orientali, di fiori e foglie alternati al mondo marino.

Murogrò Nature 3 è invece una collezione di carte da parati di design che trasmette una grande energia, sprigionata dalle sue grafiche: palme dai confini imperfetti quasi mosse dal vento, pesci che giocano nell’acqua, fiori e foglie dai toni autunnali.

Effetti 3D per la linea Rhinoceros 5, realizzata con una tecnica di stampa complessa e avanzata, che interagisce con la luce: al variare di questa, i rivestimenti murali si accendono di colori metallici, con riflessi oro, bronzo o rame.

L’ultima collezione di carte da parati di design proposta da Jannelli & Volpi si chiama Ode ed è stata creata dalla designer belga Alexia de Ville, che raccoglie schizzi, atmosfere e tavolozze di colori che poi trasferisce sui rivestimenti murali. Anche qui, un inno alla natura: alberi orientali, palme, fitta vegetazione, fiori e foglie.Ma anche piante in vaso, pappagalli o cani e ‘finti’ ambienti che raffigurano finestre e porte, pronte ad aprirsi su un mondo in cui la natura la fa da padrona!

Decolution ha creato un nuovo sistema che permette di creare da soli e di acquistare direttamente online la propria carta da parati personalizzata, così da rendere unica la parete che si vuole decorare.

Tutto parte da un innovativo configuratore chiamato Graphicmaker™ che consente a ogni tipo di grafica di diventare interattiva. Bastano pochi clic per modificare i decori, per moltiplicano in serie all’infinito e per riproporzionarli a seconda degli spazi da decorare e, ovviamente, alla fantasia di chi li crea.

Il sistema offre anche una simulazione computerizzata che permette di inserire la vostra carta da parati personalizzata nel contesto reale, così da visualizzare l’aspetto finale della parete che desiderate decorare.

Tra le proposte di Decolution, si può scegliere il tema della natura, combinando i suoi colori, i fiori, le piante e aggiungendo gli animali che la animano e la rendono ogni volta diversa. Oppure si possono scegliere atmosfere diverse, più trendy, raffinate, decadenti, a seconda del gusto. Ma anche grafiche ironiche, giocose, dai colori vivaci o in chiave pop.

Decolution è un prodotto di design davvero democratico: i designer sono stati selezionati attraverso un contest sulla piattaforma creativa Desall, che raccoglie creativi di tutto il mondo.

Un sistema di design “dal basso” che è il vero e proprio DNA di Decolution e che determinerà anche lo sviluppo delle collezioni future.

 

Carte da parati in stile vittoriano.

Surface View, azienda inglese specializzata in carte da parati vittoriane e pannelli decorativi, propone una nuova collezione realizzata in collaborazione con alcuni tra i più importanti musei londinesi.

Surface View ha lavorato a stretto contatto con i musei per curare due collezioni distinte, ispirate ai dipinti, alle incisioni e ai disegni storici che vi sono custoditi.

Dalla collaborazione col Museum of London, che celebra la storia della capitale inglese, sono nati dei pannelli che raffigurano antiche rappresentazioni visive, tra cui mappe, illustrazioni e fotografie datate tra il 18° e il 20° secolo.

Tra questi, il celebre Rhinebeck Panorama, uno spettacolare ritratto della Londra georgiana a volo d’uccello skyline mozzafiato di Londra, e le cosiddette London Poverty Maps di Charles Booth del 1889. Qui i differenti colori stanno a indicare le aree di benessere e le aree di povertà. Alla sommità della scala, le aree ‘ricche’ sono indicate in giallo, mentre nella la categoria più bassa, le zone ‘Semi Criminali’, sono segnata in un inquietante nero…

Guarda il nostro servizio sul design ispirato alle piante delle città più famose

Il piccolo ma incantevole Sir John Soane’s Museum a Lincoln Inn Fields (imperdibile per chi si reca a Londra!!!) è l’ex casa-studio del celebre architetto neoclassico, una cornice per la sua impressionante collezione di opere d’arte e manufatti architettonici, accumulati nel corso della sua vita.

Guarda il nostro servizio sul design ispirato alle piante delle città più famose

Nella collezione di Surface View ha incluso un mix eclettico di disegni di monumenti famosi e di affascinanti studi botanici. Tra questi, i disegni meticolosamente di artisti del calibro degli architetti Robert e James Adam, che mostrano l’opulenza del patrimonio architettonico di Londra, e una serie di illustrazioni floreali dipinte su pergamena.

Queste vere opere d’arte sono state trasformate da Surface View in stampe su carta, tela legno, in arazzi e murales di grandi dimensioni che catturano il dettaglio di ogni singola pennellata, ma anche in paralumi e in piastrelle in ceramica

www.surfaceview.co.uk