Tag

sport

Browsing

UN CALCIO BALILLA DI DESIGN

Il vecchio gioco del calcio balilla si rifà il look e diventa oggetto di design.

Si chiama “the Pure” ed è la visione moderna del classico biliardino. Le regole, il gioco, il divertimento e rimangono gli stessi, ma questo calcio balilla, trasformato dal designer belga Alain Gilles in un bell’oggetto di design, è stato pensato per essere esposto con giusto orgoglio sia nel living di una casa privata come nella hall di un hotel contemporaneo.

UN NUOVO CALCIO BALILLA DA ESTERNO

Ma la vera novità sta nella versione da esterno del calcetto The Pure. La prima versione, quella per il calcetto “indoor” aveva la le gambe e il top in rovere massello e il guscio della struttura in PMMA, mentre i giocatori erano in alluminio cromato.

Per rendere il calcio balilla adatto all’esterno e resistente alle intemperie, i materiali sono stati variati. È stato usato il teak massello al posto del rovere, la struttura è stata rivestita di una pellicola anti UV mentre i giocatori sono in acciaio inox. Le dimensioni totali sono 159 x 93 cm, con un’altezza di 98 cm.

Questo calcio balilla dal design unico è stato caratterizzato da una forma morbida e arrotondata che si ispira ai moderni, veri stadi di calcio, the Pure è stato progettato con una prevalenza di elementi in legno ed è disponibile in una vasta gamma di finiture e colori.

È prodotto da Debuchy da Toulet, un nuovo marchio che è stato creato dal noto calciatore francese Mathieu Debuchy (titolare della nazionale francese e che ha giocato anche nell’Arsenal di Londra) e da Toulet (un produttore francese di biliardi dal 1857), al fine di creare delle interessanti alternative ai tradizionali tavoli da calcio balilla.

Come ad esempio lo straordinario calcetto in vetro trasparente di cui abbiamo già parlato sulle pagine di Design Street.

Qui di seguito potete vedere le immagini calcio balilla di design da interno e poi quelle del calcetto da outdoor…

IL CALCETTO DA INTERNO

IL NUOVO CALCETTO DA ESTERNO

www.alaingilles.com

 

Le solette autoriscaldanti +Winter

Sono state progettate dal designer Valerio Cometti per “+t”, una giovane azienda svizzera specializzata in prodotti di altissima tecnologia, le nuove solette autoriscaldanti +Winter. Si tratta di un prodotto innovativo che unisce il mondo della tecnologia e quello dello sport.

Si tratta infatti di sottilissime solette autoriscaldanti, praticamente inavvertibili anche nelle calzature più performanti, come gli scarponi da sci, le scarpe da trecking o le calzature da ciclismo, che si possono attivare e “spegnere” grazie a un’app dal proprio smartphone Android o iOS.

Un oggetto che proprio per la sua leggerezza e sue le performance rivoluzionarie (che superano tutti i prodotti analoghi sul mercato), ha già conquistato il mondo degli sport invernali, anche i più estremi

Come sono fatte le solette autoriscaldanti “+Winter”

All’interno delle solette “+Winter” sono stati inseriti microprocessori, sensori, batteria, antenna per ricarica wireless, accelerometro e tutto ciò che renda possibile il controllo del calore direttamente dal cellulare. Grazie alla ricarica wireless (quindi nessun connettore o presa USB) le solette sono completamente impermeabili e sono a prova di acquazzone, neve e pozzanghere…

Un sofisticato meccanismo per la gestione del calore è consente di regolare la temperatura tramite un microprocessore, così che il piede possa godere del massimo comfort termico senza sudare.Il piacere di una temperatura ideale può accompagnare anche lunghi periodi al freddo, dato che la batteria ha una lunga durata.

Il prodotto “+Winter” è già certificato CE, ma nell’inverno 2017-2018 vuole passare dal segmento dei professionisti al grande mercato dell’outdoor e sport invernali degli Stati Uniti: per fare questo ha necessità della specifica certificazione americana “UL” e di un investimento importante in macchinari a sostegno della produzione di massa.

Per questo il progetto è ora su Kickstarter, per raccogliere i fondi necessari per “attraversare l’Oceano”. Il pubblico Europeo invece può già ordinare il prodotto per questa stagione invernale, nella limited edition disponibile su www.plus-t-store.com.

Il design della performance

A Milano, il primo di una serie di eventi organizzati da Design Street su “Il Design Della Performance” dal titolo: “Come il design cambia lo sport” .

L’appuntamento, che si tiene martedì 4 Ottobre a Milano, nel cuore di Brera, indaga il file rouge che unisce sport e design: un aspetto ancora poco conosciuto e valorizzato nel mondo del design. In particolare si parlerà di design per lo sport, imprese sportive, performance e prodotto. All’incontro parteciperemo importanti personaggi legati al mondo del design e dello sport.

Moderati da Massimo Rosati, fondatore e direttore di Designstreet, discuteranno del tema Alberto Bassi, storico e critico del design, Cristina Parisotto di Scarpa SpA ed Hervé Barmasse, alpinista e atleta. Chiuderà l’incontro il designer Giampaolo Allocco, titolare del pluripremiato studio Delineodesign, che proprio della ricerca della performance ha fatto la propria filosofia progettuale, disegnando prodotti sportivi (e non solo…) dalle altissime prestazioni.

Un team di altissimo livello che proverà ad analizzare l’idea di performance nel prodotto di design in generale, con un focus specifico in ambito sportivo, ambito nel quale al mix di forma e funzione, si aggiunge la prestazione.

Ma non si parlerà solo della performance sportiva, ma anche di quella “commerciale” del prodotto di design, qualunque sia il suo ambito merceologico, e della sfera della user experience.

Vi aspettiamo!

 

DOVE E QUANDO SI SVOLGE L’INCONTRO

“Design della Performance” Come il design cambia lo sport

@Meet Lab / Via del Carmine 9 – Milano / 4 Ottobre 2016 / h. 18.30

Relatori:

  • Massimo Rosati_ Direttore di designstreet.it e moderatore: introduzione
  • Alberto Bassi_ Storico e critico del design: Design, prestazione, reputazione
  • Cristina Parisotto_Scarpa Spa, brand italiano leader nella realizzazione di prodotti sportivi “high performance”
  • Hervé Barmasse_Alpinista, scrittore e regista di film di montagna: Come il design influisce sulle prestazioni dell’atleta
  • Giampaolo Allocco_Designer e fondatore dello studio Delineodesign: Tra design e performance. Come nasce un prodotto per lo sport

 

ABOUT BRERA DESIGN DAYS

Brera Design Days è la risposta all’invito del Comune di Milano (bando Fall Design Week) a individuare in ottobre un secondo momento dell’anno in cui gli operatori di Fuorisalone aprono alla città su varie riflessioni: dallo stato dell’arte del design, all’architettura, all’intrattenimento alle nuove tendenze della comunicazione ed ella creatività.

Studiolabo in occasione di Design City Milano (1-9 ottobre 2016) inaugura l’evento Brera Design Days: un ciclo di incontri e workshop che vive in due macro luoghi del distretto: il primo in ordine temporale, dall’1 al 2 ottobre 2016 presso la Mediateca di Santa Teresa, via Moscova 28 e il secondo, a seguire dal 3 al 9 ottobre in 20 tra showroom, luoghi e negozi aderenti del Brera Design Disctrict. Brera Design Days è un evento del palinsesto Expo in Città, patrocinato dal Comune di Milano e dall’Ordine degli Architetti di Milano, in collaborazione con Mediateca Santa Teresa e realizzato da Studiolabo con con la main sponsorhip di Lexus, FMG Fabbrica Marmi e Graniti. Main partner dell’evento: IED Istituto Europeo di Design, Abitare, Università degli Studi Bicocca.

Brera Design District, nasce nel 2009 ed è oggi il più importante distretto di promozione del design in Italia, punto di riferimento internazionale e centro dello sviluppo creativo, commerciale e culturale di Milano. Le iniziative che animano Brera Design District nascono da un sistema organizzato di azioni di marketing territoriale ideate da Studiolabo, con l’obiettivo di riunire e promuovere le attività commerciali nel settore dell’arredamento, i professionisti del design industriale contemporaneo, arricchendosi delle risorse storico artistiche della zona. Brera Design District si impegna a implementare il settore del design sostenendo i suoi punti di forza: cura del dettaglio, tradizione artigiana, cultura del fare, progettualità. Allo stesso tempo propone un modello di sviluppo e di divulgazione, più avanzato, sfruttando le leve strategiche proprie dell’industrializzazione contemporanea: distribuzione, promozione, comunicazione, connettività. E’ un progetto patrocinato dal Comune di Milano: Assessorato Cultura, Moda e Design, Assessorato Commercio, Turismo, Attività produttive e Marketing territoriale e da AIS/Design: l’Associazione italiana degli storici del design.

Studiolabo dal 2003 si occupa di design della comunicazione e di concept design. Offre servizi di consulenza,progettazione ed esecuzione grafica, studia e gestisce la promozione di eventi commerciali e di divulgazione culturale, operando sia nell’ambito del design sia in quello artistico. Si pone l’obiettivo di mettere in rete e di condividere il know how tra aziende, professionisti e agenzie di comunicazione.

 

XPOUF è un giovane brand che trae ispirazione dal mondo del windsurf. E non è un caso, dato che il suo fondatore,  Alessandro Comerlati, è stato quattro volte campione italiano in questa disciplina sportiva. XPOUF ha lanciato X-FIVE, un pouf ergonomico di design, completamente Made in Italy e personalizzabile in dieci tonalità di colore grazie alle cover, colorate, elastiche e resistenti, realizzate con i tessuti tecnici utilizzati nel windsurf.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=8ZEAdUCCnPE[/youtube]

X-FIVE è progettato per essere utilizzato in cinque differenti posizioni di seduta, riadattandosi ogni Volta al corpo. Il nucleo interno, infatti, è pieno di microsfere di poliuretano espanso che combinate alla microfibra elastica donano alla seduta comodità, morbidezza plasmabilità uniche; La cover esterna, invece, realizzata in microfibra elastica, è sfoderabile e lavabile in lavatrice e può essere ordinata separatamente per cambiare veste a seconda delle occasioni.

http://xpouf.com

I vincitori del mitico Tour de France, sul podio l’avevano già fatto negli ultimi anni. E anche quest’anno i trionfatori del più famoso Tour hanno sollevato al cielo un trofeo unico al mondo: una speciale coppa prodotta dai maestri vetrai della celebre cristalleria Ceca Lasvit di Nový Bor, ricavata da un unico pezzo in cristallo trasparente soffiato a bocca.

Sono quattro i trofei, riservati alle 4 maglie vincitrici: la gialla del vincitore assoluto, la maglia bianca del miglior Under 25, la maglia verde del miglior “sprinter” e infine la maglia a pois del più bravo “scalatore”. I preziosi trofei del Tour de France sono stati disegnati da Peter Olah con la supervisione di Jozef Kabaň, chief designer di Škoda Auto, da tempo sponsor del Tour.

Le coppe sono impreziosite da decorazioni incise a mano sul cristallo (e diverse ogni anno) che ricordano le tracce delle ruote che si muovono in più direzioni. Il trofeo del 2014 invece aveva sulla superficie un effetto ispirato alla neve sotto che luccica sotto il sole.

http://lasvit.com

 

Easybreath è la nuova, rivoluzionaria maschera per snorkeling disegnata per Tribord dallo studio francese Fritsch-Durisotti e che ha appena vinto il premio 2014 Oxylane per l’innovazione. La richiesta era quella di affrontare la sfida per valorizzare il prodotto e il suo modo d’impiego, integrando tutti i vincoli della complessità tecnica di questa tipologia di prodotto.

Il risultato è una maschera che rende possibile un approccio più semplice allo snorkeling grazie alla respirazione naturale che finalmente è stata resa possibile, ed un campo visivo di 180° ottenuto grazie a una specie di maschera trasparente che ricopre gran parte del viso.

www.tribord.com

Kampion Card Game è un gioco di carte dedicato al calcio che, al posto delle solite, tristi fototessera dei calciatori, utilizza ritratti e caricature realizzati da artisti di tutto il mondo. [youtube]http://youtu.be/lGguqDfzhF4[/youtube] Ogni carta raffigura un calciatore, interpretato da un illustratore diverso. Totale, fino ad ora, 150 carte di tartisti proveniente da 51 paesi e da 6 continenti. Il gioco è disponibile gratuitamente (basta fare un semplice download dei file e stamparsi le carte), ma sarà venduto anche il mazzo di carte tradizionale di qualità professionale. Si tratta di un progetto in corso: ogni settimana vengono contattati nuovi illustratori disposti a donare il loro tempo e talento per essere una parte di questo progetto. Il progetto attualmente sta raccogliendo adesioni attraverso il crowdfounding dove è possibile sostenerlo prenotando uno o più mazzi.

Come tutti i giochi analoghi, anche qui si gioca tra due o più giocatori e l’obiettivo è vincere tutte le carte in scontri a due: chi gioca, sceglie uno degli 8 attributi che caratterizzano ogni calciatore e lo dice ad alta voce. Il giocatore con il punteggio più alto, vince. Ma esiste anche un modo più complesso per scontrarsi, con diversi aggiornamenti per rendere il gioco più difficile ed emozionante.

Ovviamente esiste anche una ricca rappresentanza di giocatori italiani, di cui qui sotto vedete un assaggio…

[youtube]http://youtu.be/HQ1J3Jk1Wgo[/youtube] Tutte le info su: www.kampioncardgame.com

Si chiama PRW-3000 il nuovo orologio Casio disponibile da luglio, anche se parlare di orologio per un prodotto come questo risulta sicuramente riduttivo.

Concepito per l’outdoor e l’escursionismo PRW-3000 è un vero e proprio computer da polso dal design ancora più sottile e leggero, dotato delle più esclusive tecnologie di ultima generazione e rappresenta il massimo livello in termini di orologeria dedicata agli amanti dell’alpinismo.

Tra le funzioni innovative di PRW-3000, un altimetro estremamente preciso che si aggiorna ogni secondo, e con precisione portata da 5 metri a 1 metro; un “allarme di tendenza” che segnala gli sbalzi improvvisi della pressione atmosferica che avvisa in caso di sbalzi improvvisi, e l’esclusiva tecnologia Atomic Timekeeping, che elimina la “seccatura” di dover modificare l’orario al cambio dell’ora legale o il calendario negli anni bisestili.

PRW-3000 infine si auto-alimenta grazie alla ricarica solare offerta dalla tecnologia Casio Tough Solar Power, che si ricarica anche in presenza di scarsa illuminazione. E’ disponibile con cinturino in resina o in titanio.

In sintesi, ecco le caratteristiche:

• Tough Solar Power – ricarica solare

• Multi-Band 6 Atomic Timekeeping – radio controllo

• Impermeabilità 10bar (100m)

• Resistenza alle basse temperature (-10C/14F)

• Bussola digitale con memoria di rilevamento

• Altimetro

• Barometro con allarme di tendenza

• Termometro

• Visualizzazione orari alba/tramonto

• World time per 48 città

• Retroilluminazione EL completamente automatica con postluminescenza

• 4 allarmi giornalieri + 1 SNZ

• Cronometro 1/10 di secondo – capacità di misurazione: 1000 ore

• Timer per conto alla rovescia (24h)

• Formato orario 12/24

• Funzione Power Saving

www.protrek.eu/it

 

Per l’avvicinamento alla vetta c’è chi usa elicotteri, funivie o motoslitte, ma c’è, invece, chi ricerca un contatto più naturale con la montagna e ci sono aree che i “ferri” non potranno mai raggiungere. Si incontra sempre più spesso una nuova categoria di sportivi che unisce l’arrampicata in stile alpino alla discesa in neve fresca. Si tratta di una nuova generazione di sciatori, che esplorano le vette vergini per avventurarsi lungo discese selvagge e inviolate, alla scoperta di tutto ciò che la natura offre, senza alcun ausilio tecnico per raggiungere la cima e dunque senza “intaccare” l‘habitat alpino. Pionieri di un nuovo approccio orientato alla scalata su roccia, ghiaccio o misto, sono gli appassionati del , la nuova tendenza dell‘inverno.
Gli amanti di questa disciplina devono poter contare su capi e attrezzatura altamente tecnici e performanti.

SALEWA ha realizzato una collezione in collaborazione con gli specialisti del Free Ski Mountaineering del proprio alpineXtrem Team, una linea che si caratterizza anche per il design accattivante e i colori accesi che spiccano sulla neve. Il gruppo composto da Björn Herregger, Martin McFly Winkler e Max Zipser ha deciso di esplorare le Ande a bordo dei propri sci e snowboard testando su salite di neve e roccia e discese in neve fresca la collezione appositamente creata per loro da SALEWA.

Tra queste tutte attrezzature tecniche, mostriamo un approfondimento sugli zaini Pure 25 Superlight e Apogee 32. Il primo che pesa meno di un chilo (solo 960g) quasi non si sente, ecco perché è un vero portento tra gli zaini da alpinismo professionali. Classico, resistente e funzionale, dispone di fissaggio per attrezzatura da ghiaccio, piccozza e bastoncini da sci, portasci laterale e diagonale, tasca extra per spatola e sonda, cintura a vita amovibile con asole portamateriale. Il sistema Contact-Fit garantisce inoltre un’unione perfetta tra lo zaino e chi lo indossa.

Il secondo ha spazio a sufficienza per trascorrere una lunga giornata fra il bianco della montagna. Che siate altleti di Free Ski Mountaineering o snowboarder con la splitboard o con le scarpe da neve, non fa differenza: Apogee può trasportare sci, snowboard e scarponi ma anche piccozza, bastoncini e casco nella sua speciale rete.

www.salewa.it

Da Dynafit, tre nuovi modelli di sci per gli appassionati del freeride, per chi ama il fuoripista in neve fresca e le discese mozzafiato.

Dall’incontro dello scialpinismo con il freeride nascono nuove e libere interpretazioni dello sci in neve fresca. Per quest’inverno, infatti, nel settore del Freeride Touring, Dynafit presenta tre sci che garantiscono un giusto equilibrio fra peso e prestazioni: Stoke, Manaslu e Manaslu Women. Tutti i modelli offrono una sciata salda e fluida e ottimo controllo anche sui terreni ripidi e ghiacciati.

Gli sci STOKE, nonostante le ampie dimensioni, sono un prodotto per scialpinismo incredibilmente scorrevole che offrono il massimo divertimento non solo sulla neve farinosa ma anche sui terreni più difficili. Il nucleo, realizzato in legno di faggio e di bambù, è l’elemento chiave che garantisce il peso straordinariamente ridotto e l’incredibile fluidità nelle virate.

Gli sci Manaslu sono il prodotto ideale per i freerider: un tributo a tutti gli appassionati che vogliono godersi discese mozzafiato. Grazie alla geometria rivoluzionaria, alla spatola lunga 23 cm e alla forte sciancratura biradiale (35/21m), lo sci Manaslu e ideale per le discese in alta montagna nelle condizioni di neve più disparate.

www.dynafit.it