Tag

bottiglia

Browsing

Nasce Soapbottle: un innovativo packaging che si dissolve nel nulla.

Dall’idea di Jonna Breitenhuber, Soapbottle è una confezione di prodotti per l’igiene a base di sapone, che si biodegrada una volta finito.

Il problema dell’inquinamento da plastica

Ogni anno, un individuo consuma in media più di venti confezioni di bagnoschiuma e prodotti per l’igiene, circa 75 milioni di chilogrammi di plastica che contribuiscono all’inquinamento del nostro pianeta. Partendo da queste considerazioni, la designer tedesca Jonna Breitenhuber, ha creato Soapbottle.

Soapbottle: una bottiglia biodegradabile

Presentato per la tesi di laurea presso l’Università delle Arti di Berlino, il progetto prevede una bottiglia di sapone la cui confezione è ottenuta dalla trasformazione del detergente stesso. Il tal modo, una volta che il contenuto è stato consumato, la confezione si dissolve gradualmente, alleggerendo il carico di rifiuti.

Inoltre i resti della bottiglia possono essere usati come sapone per le mani o trasformati in detergenti. Una soluzione semplice ma efficace che può essere impiegata per quasi tutti i prodotti liquidi dedicati all’igiene personale.

Soapbottle incorpora il concetto di cosmetici senza imballaggio trasformando il prodotto stesso nella sua confezione. Il sapone è composto da risorse naturali ed è biodegradabile, pertanto i rifiuti possono essere completamente eliminati.  L’interno di Soapbottle è rivestito con uno strato insolubile in acqua, che impedisce al liquido contenuto di sciogliere la confezione. Nella parte superiore dell’involucro, c’è una chiusura in metallo riutilizzabile che serve per aprire e chiudere il flacone.

Il packaging di Soapbottle

Il packaging in sapone non ha le stesse proprietà di un packaging in plastica.Non è infrangibile, è solubile in acqua, la superficie diventa scivolosa quando viene usata. Sono proprio questi presunti svantaggi ad essere usati come  elementi di design. Soapbottle gioca infatti con i concetti di dissoluzione e trasformazione dell’oggetto, sottolineando l’idea che le cose dovrebbero durare solo per un breve periodo.

Editor: Simona De Felice

 

 

 

My Only Bottle di SodaStream. Pratica ed ecologica.

My Only Bottle è la nuova bottiglia d’acqua di SodaStream. Una bottiglia da passeggio da 0.5 litri pratica, bella ed ecologica.

My Only Bottle è indicata per tutte le occasioni. Bella, colorata, dotata di un comodo laccio da polso, questa pratica bottiglia è nata per essere portata sempre con sé. La si può usare in palestra o in ufficio, a scuola o in viaggio, in città oppure in vacanza. Dovunque ce ne sia bisogno, insomma.

My Only Bottle è soprattutto una bottiglia eco-friendly perché è in plastica riciclabile (senza BPA e resistente ai raggi UV) ed è riutilizzabile tutte le volte che vuoi. Dopo averla utilizzata, la si può lavare in lavastoviglie. Ma la cosa più importante è che la si può usare all’infinito.Inoltre My Only Bottle è perfettamente compatibile con tutti i gasatori domestici SodaStream. Il suo tappo in acciaio mantiene la gasatura al livello desiderato.

My Only Bottle si caratterizza per un design trendy ma minimale. La sua forma ricorda vagamente quella di una goccia. È disponibile in due colori: rosa “pink blush” e azzurro “ice blue”. A settembre 2019 si aggiunge anche il colore nero.

Quando costa la My Only Bottle?

La bottiglia è in vendita a € 14,99. La si può acquistare nei migliori punti vendita della GDO oppure online, sul sito Sodastream. Per ulteriori informazioni, www.sodastream.it 

Nasce Etnabitter. L’aperitivo siciliano al 100%

Il buon design non riguarda solamente i prodotti. Il buon design riguarda ogni campo della creatività umana, food & beverage compresi. Così per la selezione di oggi abbiamo scelto ETNABITTER, un liquore che ha molto di design. Dal mix di ingredienti ben selezionato al profumo amarognolo che evoca le arance, i mandarini e le mandorle siciliane. Dal nome stesso, al logo, al packaging scelti per questo liquore siciliano dal sapore “vulcanico”!

La sua forza sta nel suo mix di ingredienti, tutti provenienti dalla terra di Sicilia, che sono stati selezionati e amalgamati in questo liquore estroverso e perfetto per il rito dell’aperitivo.

Le materie prime delle quali si compone sono tutte coltivate ai piedi del vulcano Etna, dove il substrato lavico e un microclima dalle forti escursioni genera un terreno particolarmente ricco e dà vita a uno scenario naturale di grande bellezza. 

Gli ingredienti? Eccoli elencati ad uno ad uno: acqua, vino, zucchero, alcool, miele di Zagara, mandarino siciliano, aromi naturali, mandorla siciliana, vino bianco siciliano, arancia siciliana, erbe aromatiche.

ETNABITTER è, in realtà, un liquore ibrido che sfugge alle normali classificazioni: non è un Vermouth e non è un classico Bitter. È adatto per una mixology basata sulla qualità e sul “coraggio” degli abbinamenti, ma è ottimo anche da solo, servito con ghiaccio e una fettina di arancia o limone.

MIXOLOGY

Sul sito etnabitter.it è possibile anche scoprire tutti i Cocktail pensati appositamente per esaltare al meglio le caratteristiche di ETNABITTER. 

Questi sono solo alcuni, perché la lista viene aggiornata continuamente:

SICILIANO: 4 cl Campari / 4 cl Etnabitter / Soda Aromatizzata

CAMPAGNE ETNEE: 4,5 cl Etnabitter / 2 cl liquore bergamotto / 2,5 cl succo limone / 2 cl sciroppo arancia / 4 dash angostura bitter

TIKILIA: 4 cl Vodka / 3 cl Etna bitter / 0,5 cl Orange Curaçao / 1,5 cl sciroppo mandorla / 1 cl succo

limone / 10 cl succo arancia / Pepe Rosa

MILANOTAORMINA: 4cl Etnabitter / 4cl Cynar / Splash soda / Gocce di Angostura

MARTINEZ: 4 cl Gin / 4 cl Etnabitter / 2 cl Maraschino

VULCANICO: 4,5 cl di Etnabitter / 4,5 cl di Martini / Soda / Fetta d’arancia

HANKY PANKY KITSCH: Etnabitter / Vermouth Kitsch / Fernet Branca

L’ESTATE NON FINISCE: 5 cl Etnabitter / 2,5 cl Succo di Limone / 2,5 cl Succo d’arancia / Tonica

ETNASPRITZ: Etnabitter / Vino bianco / Acqua frizzante

Design Street è coinvolto in una bella iniziativa che ha ideato insieme a Acqua Chiarella, l’acqua oligominerale del gruppo Acque Minerali Val Menaggio e Fondazione Achille Castiglioni 

Per lanciare la nuovissima bottiglia Zero66 litri, caratterizzata da un design elegante e minimale, Design Street ha pensato di dedicare l’etichetta ai 100 anni di Achille Castiglioni. Abbiamo disegnato la speciale etichetta in limited edition, personalizzandola con il profilo del grande maestro milanese e una delle sue più celebri frasi: “Se non sei curioso, lascia perdere”. 

Nasce così la bottiglia Acqua Chiarella Achille Castiglioni Limited Edition, un omaggio al celebre architetto e designer milanese che aveva un’autentica passione per gli objet trouvè, gli oggetti anonimi di cui sono colme le vetrine del suo studio, oggi archivio-museo e sede della Fondazione Achille Castiglioni. 

La bottiglia Zero66 litri di Acqua Chiarella partecipa con questa iniziativa all’evento 100X100 Achille, una mostra organizzata dalla Fondazione Achille Castiglioni e visibile fino al 30 aprile nella sede della fondazione. In occasione del centenario del maestro, 100 designer e architetti tra i più importanti al mondo sono stati invitati a “portare in dono” alla Fondazione un oggetto anonimo d’uso quotidiano accompagnato da un biglietto d’auguri personalizzato.

Anche Acqua Chiarella ha voluto contribuire a questa iniziativa portando in dono alla Fondazione uno degli oggetti anonimi più diffusi al mondo: la bottiglia dell’acqua.

La bottiglia Zero66 litri di acqua Chiarella dedicata ai 100 anni di Achille Castiglioni sarà disponibile, oltre che nella Fondazione Achille Castiglioni, in una selezione tra i più importanti e iconici del design italiano e internazionale.

La nuova bottiglia Zero66 litri sarà distribuita nei migliori bar e ristoranti in Italia e all’estero a partire dal 17 aprile e per tutto il 2018. Questa Edizione Limitata fa parte di Sympòsion, il progetto di Art Edition firmato Acqua Chiarella, l’acqua che  sgorga ed è imbottigliata nelle montagne del Lago di Como.

DOVE TROVARE LA BOTTIGLIA ZERO66 LITRI ACHILLE CASTIGLIONI

La bottiglia Acqua Chiarella  Zero66 litri Achille Castiglioni in limited edition sarà distribuita durante il Fuorisalone di Milano presso la Fondazione Castiglioni e in una selezione di showroom. Quelli delle aziende che hanno in catalogo oggetti di Achille Castiglioni, prima fra tutte Flos e Zanotta, e quelli dei più iconici brand del design internazionale.

  • Fondazione Achille Castiglioni: Piazza Castello, 27
  • Flos: corso Monforte, 15
  • Zanotta: Casello in p.zza XXV aprile, 16
  • Arper: via Pantano, 3
  • Schiffini: via Visconti di Modrone, 12
  • Jacuzzi: piazza S. Marco, 2
  • Antonio Lupi: via di Porta Tenaglia, 7
  • Carl Hansen & Son: foro Buonaparte 18/A, via Arco 4
  • Albed: via S. Damiano, 5
  • Lladrò/Boca do Lobo: piazza Fontana, 6
  • Adele-C: via Marsala 11
  • Nobilis/Alexander Lamont: largo Treves 5
  • Galleria Antonia Jannone/Steven Holl: corso Garibaldi 125
  • Vivienne Westwood/Kenneth Cobonpue: corso Venezia, 25

S+ARCK è la nuova bottiglia di birra disegnata da Philippe Starck…

Già, S+ARCK. proprio come la firma del geniale designer francese, che ha appena portato a termine una fruttuosa collaborazione con Sébastien Blaquière, fondatore della celebre Brasserie d’Olt. I due creativi, ognuno nel suo campo, hanno unito e forze per creare un prodotto a 360 gradi. Quello che Richard Wagner avrebbe chiamato “Gesamtkunstwerk”, l’opera d’arte totale. Già, perché questa birra sembra essere una vera opera d’arte!

L’imprenditore ha creato una birra speciale, dalle caratteristiche uniche, con dosaggi precisi e certificata da agricoltura biologica. Philippe Starck, designer di fama internazionale, ha creato il packaging, la bottiglia, la grafica, il logo.

Da questo incontro è nato S+ARCK, una birra lager chiara che proviene dal fertile territorio del plateau Aubrac, un altopiano granitico nei Pirenei francesi.

La bottiglia S+ARCK

La bottiglia di birra disegnata da Philippe Starck è molto semplice. La sua linea è pulita ma molto decisa. L’etichetta è per metà bianca e per metà trasparente con il logo S+ARCK al contrario. Philippe Starck con il suo progetto ha voluto lasciare protagonista il contenuto, davvero eccezionale.

La birra S+ARCK

Questa particolare birra della Brasserie d’Olt è prodotta infatti con tecniche artigianali e materie prime accuratamente selezionate. Il malto proviene da una particolare varietà di orzo primaverile mentre i tre tipi di luppolo hanno particolari aromi fruttati – agrumi, ananas, frutta tropicale – con note sottili di conifere. L’acqua infine, proviene dalla sorgente Boraldes Aubrac.

Ogni bottiglia S+ARCK contiene quindi una birra cosiddetta IPA (India Pale Ale) con 5,2 di gradazione alconica. Un prodotto fine, caratterizzato da una schiuma cremosa e da un gusto delicatamente amaro, equilibrato e persistente. Una birra viva e naturale in quanto prodotta senza additivi, coloranti o conservanti, né filtrata, né pastorizzata.

La bottiglia S+ARCK conferma la passione di Philippe Starck per il mondo della birra, iniziata con l’architettura del celebre birrificio Asahi di Tokyo, caratterizzato da un inconfondibile pennacchio dorato e proseguita con il packaging della birra 1664.

www.brasseriedolt.com

www.starck.com

Johnny Walker Blue Label Capsule Series by Tom Dixon. Un nome complesso, che sigla il risultato della collaborazione tra l’iconico Scotch Whisky e il celeberrimo designer inglese. Presentata alla Milano Design Week, questa capsule collection è stata completamente ridisegnata, nel packaging e nell’estetica, da Tom Dixon. Dalla bottiglia al tappo, passando per una serie di accessori pensati appositamente per questa limited edition, come il sottobicchiere e il secchiello per il ghiaccio.

Dixon ha interpretato questa edizione sui toni del rame. Un materiale che, oltre ad essere caro al designer inglese e molto di tendenza nel complemento contemporaneo, rappresenta un omaggio all’arte della produzione del whisky e in particolare degli alambicchi utilizzati durante la sua distillazione.” Gli alambicchi di rame, le botti di rovere, la competenza suprema necessaria per produrre un prodotto classico… questo era tutto strumentale al mio pensiero”, racconta Tom Dixon.

Questo è il secondo anno che vede il binomio Dixon e Walker esporre al Fuorisalone. Quest’anno era parte del grande allestimento che Tom Dixon ha creato negli scenografici spazi del Teatro Manzoni.

Il Blue Label Johnnie Walker Capsule Series by Tom Dixon sarà disponibile per l’acquisto da ottobre 2017 in mercati selezionati in Europa, America Latina, Asia e Africa a un prezzo consigliato di circa GBP £ 180.

Conosciamo il profondo legame tra il Brand Absolut e i più grandi artisti, grafici e creativi del mondo.

Forse non tutti sanno però che anche la star della Pop Art, il grande Andy Warhol ha dedicato alla vodka più famosa una delle sue opere. “I love the bottle, I want to do something…”, disse Warhol nel 1986. Detto, fatto.

È così che, a distanza di quasi 30 anni, il brand svedese lancia la “Absolut Warhol Edition”, una nuova edizione limitata che celebra questo sodalizio artistico.

Absolut presenta una bottiglia esclusiva caratterizzata la cui etichetta riprende il celebre quadro di Andy Warhol, ma ripensata in chiave contemporanea e moderna: sfondo nero con dettagli grafici in giallo, fucsia e blu, tutti rigorosamente pastello, tutti rigorosamente in stile pop.

L’edizione limitata sarà distribuita su scala mondiale a partire da novembre 2014 al prezzo consigliato di 10,90 Euro.

Il lancio è accompagnato da una serie di iniziative artistiche che avranno luogo in tutto il mondo: Warhol Spirit By Absolut, una “one-time-only experience” di vita notturna a New York messa in scena da tre artisti globali e Andy Warhol Art Excange by Absolut, un contest aperto a tutti coloro che desiderano esprimere la propria creatività e che offrirà in premio un’opera d’arte originale di Andy Warhol.

www.absolut.com/it

 

Non parliamo spesso di packaging design, ma a volte ci sono dei progetti che colpiscono davvero la nostra attenzione. È il caso del corporate design di una casa vinicola tedesca Motif, realizzato dallo studio Engarde. L’idea originale era quella di riconcettualizzare il mondo del vino attraverso un nuovo prodotto. I designer hanno deciso di utilizzare un pattern grafico per visualizzare immediatamente il sapore e il carattere di sei vini diversi. Tra parentesi la parola tedesca “Motif” significa proprio pattern… Tutto si basa sulla stilizzazione della lettera M, riproposta in una sequenza ottica infinita e giocata sui toni della terra e sul contrasto tra colori freddi e caldi: toni gialli o verdi chiaro per i vini bianchi e più potenti tonalità rosse e blu per il rosé. www.motif-wine.com www.engarde.net

Birdie è una caraffa in vetro colorato creata dall’eclettico designer Markus Johansson per l’azienda svedese Sagaform. Birdie nasce dalla fusione tra due figure geometriche, la sfera e il cono e si caratterizza per le sue forme pulite ed essenziali. La sua forma particolare permette un’impugnatura facile e sicura mentre il tappo a sfera si adatta perfettamente alla bocca a coppa della bottiglia. Utilizzabile anche come decanter, Birdie è disponibile in due dimensioni; una più indicata per il vino, (80 cl) e una pensata per l’acqua (50 cl) e può essere ordinate in quattro colori: turchese, viola, grigio e ambra.

http://markusjohansson.com

www.sagaform.com

“Sabre” è un prodotto creato dalla nota cantina G.H.MUMM Champagne e designato in collaborazione con il designer Ross Lovegrove. Un oggetto sensuale nelle sue forme organiche e apparentemente misterioso. Un guscio, quasi una conchiglia del mare che contiene una bottiglia magnum del leggendario Cordon Rouge e una piccola sciabola. Già, perché secondo la tradizione, l’antico rituale del “sabrage” prevede che l’apertura della bottiglia avvenga rigorosamente con un colpo secco e preciso di “sabre”, di sciabola. G.H.MUMM Sabre viene presentato in una confezione-scultura disegnata e firmata personalmente da Lovegrove che racconta: “Sono stato completamente affascinato dal gesto e dall’esperienza del Sabrage, che mi ha ispirato nel creare questo oggetto dalla forma morbida e fluida, che suggerisce un momento di equilibrio e di piacere.” www.ghmumm.com

Absolut Vodka, la quarta bevanda alcolica più diffusa al mondo, disponibile in 126 mercati, viene prodotta esclusivamente a Åhus nel sud della Svezia.

Il brand, che ha legato da sempre il suo nome all’arte e alla creatività, lancia Absolut Originality, un’edizione limitata che porterà sul mercato 4 milioni di opere d’arte uniche e originali.

Quattro milioni di bottiglie, tutte numerate e diverse l’una dall’altra, che saranno vendute in tutto il mondo per le festività di fine anno. Ognuna rappresenta un pezzo unico artisticamente decorato da una goccia di blu cobalto, colore simbolo di Absolut, fusa all’interno del vetro e declinato in quattro milioni di modi diversi.

Le due parti si fondono insieme a 1.100°C. A questa temperatura il colore blu non è ancora visibile, ma appena la bottiglia inizia a raffreddarsi ecco apparire un gioco di venature blu, di riflessi, ora più intensi, ora più sottili.

L’ispirazione di combinare  elementi diversi, ha generato una serie di ricette per la creazione di cocktail eccentrici e divertenti. I “Gourmet Junk Cocktail ” che coniugano il cosiddetto “cibo da strada” con la più fine cultura culinariae che sono stati realizzati da esperti mixologist che hanno interpretato la Vodka Absolut con ingredienti e materiali semplici, hanno guarnito i cocktail con elementi insoliti e li hanno serviti in modo altrettanto bizzarro mediante bottiglie, sacchetti di plastica e vasetti di marmellata.

Eccone un paio:

ABSOLUT MESSAGE IN A BOTTLE

2 parti di ABSOLUT Vodka

3/4  parti di Cordiale al Fiore di Sambuco

1/3 di succo di limone appena spremuto

Acqua Tonica

Cordoni di Liquirizia Blu

Agita tutti gli ingredienti e travasa in un bottiglia. Aggiungi il cordone di liquirizia blu. Termina con una spruzzata di acqua tonica e utilizza il cordone come fosse una cannuccia.

ABSOLUT MY JAM

2 parti di ABSOLUT Vodka

! parte di Sciroppo di Mandorla (Orgeat)

1 parte di succo di limone appena spremuto

2 cucchiaini di marmellata di Lampone

1 bianco d’uovo

Agita tutti gli ingredienti e versa in un vasetto di marmellata

www.absolut.com

 

 

 

Pix, Porky, Gerry, Flo, Humf e Ellie sono i nomi di queste sei bottiglie che nella fantasia di Nishi Chauhan, la loro creatrice, sono diventati sei buffi animaletti. L’idea è quella di trasformare rifiuti e pezzi di riciclo in vere e proprie sculture luminose, che arredano e mettono indubbiamente di buon umore. La designer è nata a New Delhi, in India, e vi ha vissuto la maggior parte della sua vita prima di trasferirsi a Lucknow per studiare Architettura. La sua formazione in Architettura e successivamente in Design Industriale, ha infuso in lei l’amore per la forma per i materiali, i colori e le texture. Attualmente vive in India e quando non si occupa di progettare nuovi articoli, Nishi divide il suo tempo tra la fotografia analogica e l’illustrazione.

www.nishichauhan.com

 

 

Una bottiglia di vino rosso Icon Hill 2009 in edizione limitata, per l’enologo austriaco Leo Hillinger, questa l’ultima sfida di Zaha Hadid Architects. Forma morbida e accattivante, vetro total black che riflette il carattere deciso e audace del vino, 999 creazioni non convenzionali, realizzate usando software CAD NURB-based e stampi di ghisa.  Il volume allungato della bottiglia deriva dal profilo di goccioline liquide, una curva spaziale continua  proiettata sulla superficie della bottiglia distinge e forma aree concave e la rende ergonomica. Abbinata ad un packaging nero e argento con all’interno una serie di striature comuni nei progetti di Zaha Hadid.

www.leo-hillinger.com

 

La valle di Bognanco è una delle sette valli dell’Ossola, nell’estremo nord del Piemonte e poco distante dalla Svizzera. Leggenda vuole che nel lontano 1863 una pastorella avesse bevuto l’acqua che scaturiva dalla roccia, un’acqua tanto frizzante che sembrava ardere. Ne parlò al parroco, don Tichelli: questi si accertò della bontà dell’acqua e decise di commercializzarla, dando inizio ad un periodo di grande fortuna, con la costruzione di un complesso termale, alberghi,  e una florida attività di esportazione. Nel 2000 l’imprenditore greco Harlabos Melenos rileva la società Acque e Terme di Bognanco nel tentativo di rilanciarne il commercio, e per la ricorrenza dei 150 anni di storia dalla loro scoperta ha affidato ad un’altra gloria locale, l’azienda Alessi, il disegno delle bottiglie di vetro delle acque Ausonia e Gaudenziana, che prendono il nome dalle rispettive fonti. Alessi è diventato così partner di Melenos nel progetto AdiAcqua, che assume una forte connotazione locale e sembra ribadire che tutto comincia da lì: la vita, l’alfabeto, e in questo caso anche un’esperienza imprenditoriale. La forma delle bottiglie presenta una linea  innovativa e al contempo semplice, essenziale; i prodotti sono stati presentati nel Flagship Store Alessi di via Manzoni nel corso della Design Week 2013.

http://www.alessi.com/it/company/news/adiacqua-840

 

La cantina piemontese Fontanafredda ha intrapreso una collaborazione con Kubedesign, azienda italiana leader nella lavorazione del cartone anche nel settore arredamento, per la progettazione e la realizzazione di packaging sostenibili per le sue bottiglie.

I packaging sono stati, ideati e progettati dall’architetto Roberto Giacomucci, e hanno la caratteristica di trasformarsi, dopo l’uso, in complemento d’arredo per la casa. Tra i nuovi pezzi in collezione, segnaliamo “Cantinetta”, “Reloaded” e “Zipper”. Il primo si presenta come packaging-arredo per accogliere da 2 a 6 bottiglie che si trasforma rapidamente una cantina impilabile; il secondo è un astuccio da uno o due bottiglie che può essere riutilizzato come porta oggetti, porta cd, ma anche come mensola porta libri. L’ultimo ostenta una cerniera, un accessorio “fashion” che, per la prima volta, viene indossato dal cartone rendendo la confezione unica nel suo genere e riutilizzabile come contenitore milleusi per la casa.

Tutte le confezioni realizzate in cartone riciclato al 100%.

www.kube-design.it

www.fontanafredda.it