Faceture, gli oggetti “pixelati”

Editor:

 

Faceture è una serie di oggetti dall’aspetto scultoreo, realizzati dal designer neozelandese Phil Cuttance. L’idea che sta dietro al progetto è semplice, ma originale. Ciascun pezzo sembra realizzato digitalmente, ma quel vaso, quel tavolo o quella lampada a sospensione, che alludono ai pixel, sono in realtà frutto di una semplice piegatura di un foglio di plastica!

La serie di Faceture, infatti, proviene da un lavoro totalmente artigianale: il designer intaglia un foglio di plastica sottile creando una texture triangolare, che modella poi manualmente, creando ogni volta forme diverse.

Successivamente, crea una miscela di acqua e resina, che viene colata all’interno dello stampo di plastica, creando un primo layer. Una volta solidificato, viene fatta una seconda colata di colore diverso, così da dare maggiore carattere e contrasto.

Quando il prodotto si è completamente indurito, viene rimosso lo stampo, che rivela delle piccole opere d’arte dalle linee nitide e accurate, una vera e propria “sorpresa”, dato il processo assolutamente low tech.

Ispirandosi al mondo delle minifactory, Phil Cuttance ha realizzato la macchina adatta per le sue idee innovative: un tavolo da lavoro di legno, dotato di ruote per il trasporto, che ospita da un lato un piano per la preparazione della resina, e dall’altro un tornio movibile, adatto per controllare al meglio la colata fino ad ottenere un oggetto sottile ma resistente.

I prodotti Faceture sono disponibili due dimensioni dei vasi e una determinata gamma di colori, ma il designer si rende disponibile per creare prodotti personalizzabili.

Phil ha deciso di svelare i segreti della sua magia, regalandoci un video su tutto il processo di making of.

 

www.philcuttance.com

 

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.