Tag

tappeto

Browsing

Una nuova tendenza sta nascendo: quella dei tappeti di design dalla forma irregolare.

Dopo aver raccontato su queste pagine i più bei tappeti moderni di design, vogliamo fare un approfondimento sui tappeti dalle forme irrregolari (o tappeti sagomati), che si stendono sui pavimenti delle case come delle macchie di colore.

ECCO LA NOSTRA SELEZIONE DI TAPPETI ASIMMETRICI E DI TAPPETI DALLE FORME IRREGOLARI E ORGANICHE


Ames

Nudo è una collezione di tappeti irregolari disegnati da Sebastian Herkner per Ames. Il tappeto Nude è ispirato, nella forma e nei colori, al “Obleas con arequipe”, un tipico dolce boliviano. La lunghezza del pelo varia per ogni zona di colore. Il tappeto è disponibile in varie forme e colori e in 2 dimensioni. (www.ames-shop.de)


Amini Carpets

Si chiama paradise questo tappeto dalle linee organiche della serie Woven Forms di Amini. Una collezione di tappeti in edizione limitata nata dalla collaborazione con la galleria newyorkese R&Company. Paradise, disegnato da David Wiseman raffigura un paesaggio fantastico ricco di vegetazione rigogliosa, laghi e ruscelli e animali esotici. È interamente lavorato a mano. (www.amini.it)

antoniolupi

Disegni grafici in bianco e nero caratterizzano la straordinaria e nuovissima collezione di tappeti Tramato, disegnata da Gum Design per antoniolupi. Quadri, linee, intrecci di ogni dimensione ne decorano le superfici. Sia in positivo (bianco su nero, sia in negativo (nero su bianco).

Tutti i tappeti giocano con le forme pure del cerchio, del quadrato e del rettangolo, anche intersecati fra loro, così da creare una serie di tappeti dalle sagome irregolari. Tutti i tappeti della collezione proposti sono realizzati con velluto stampato con la tecnica chiamata “tufting”.


Battilossi

Si chiama Forma et Tinta questa prima capsule collection del brand torinese Battilossi. 9 tappeti, 9 disegni diversi, tutti ispirati all’arte cubista. Questi particolari tappeti, dalle forme organiche e irregolari, sono realizzati con una complessa combinazione delle tecniche “cut pile” e “ flatweave”. Due sofisticate finiture che danno alle superfici un senso di profondità. I tappeti Forma et Tinta possono essere realizzati su misura in qualsiasi dimensione. (battilossi.com)


Bohinc Studio

Appartiene alla collezione From the Sun to the Moon questo tappeto dal nome evocativo: West of the Sun. Lo ha disegnato Lara Bohinc ed è stato tessuto a mano nei laboratori svedesi di Kasthall. La forma geometrica gioca con cerchi e rettangoli, linee curve e rette. (bohincstudio.com)


Carpet Edition

Appartengono alla collezione Selce di Carpet Edition questi tappeti irregolari. Ognuno ha una forma diversa e si basa su abbinamenti cromatici diifferenti, perfettamente armonizzati tra loro. Sono taftati a mano su più livelli e tinti con colori naturali. Sono realizzati in diversi materiali: Lana della Nuova Zelanda, Hardtwist, lino, Tencel e Lana cotta. Le misure standard sono cm 250×350, ma possono essere realizzati anche he su misura. (www.carpetedition.com)

 


Casalis

Disegnato da Ono Raadersma per Casalis, questo tappeto mescola colori pastello con forme morbide e arrotondate. Disponibile in 2 combinazioni di colore, è realizzato al 100% in lana. Le misure possono variare, mantenendo però le proporzioni del disegno. (www.casalis.be)


CC-Tapis

Si ispira allo spazio, questa nuova collezione di tappeti annodati a mano creata per CC-Tapis da 6 grandi nomi del design. Martino Gamper, Patricia Urquiola, Germans Ermicš, Maarten de Ceulaer, Studiopepepe, david/nicolas. Tutti i tappeti si caratterizzano per le loro forme irregolari. Qui sotto, due dei tappeti irregolari della collezione. (www.cc-tapis.com)


Clan Milano

Fa parte della collezione Molecole di Clan Milano questo sofisticato tappeto dalle linee asimmetriche realizzato artigianalmente con tecnica “hand tufting”. Il tappeto si distingue per la sua palette cromatica che spazia dal rosa antico al rosso. Molecole è tessuto in seta di bamboo. (www.clanmilano.house)


Gan

La collezione di tappeti Zoe, firmata dall’interior designer ucraina Daria Zinovatnaya per la spagnola Gan, si è aggiudicata il prestigioso NYCxDESIGN award 2020. Zoe è una linea formata da due tappeti irregolari, realizzati con due diverse tecniche artigianali e annodati completamente a mano. (www.gan-rugs.com)


Gufram

Dance Floor è un nuovo provocatorio progetto di Gufram che questa volta riguarda una collezione di tappeti. I tappeti Dance Floor di Gufram si distinguono per le loro forme “pop”, sulle quali si disegnano linee tridimensionali ad effetto ottico. I tappeti Dance Floor sono realizzati in poliammide trapuntata e stampata. Sono disponibili in tre dimensioni nei colori azzurro, rosa e oro. (discogufram.com)


House of Tai Ping 

House of Tai Ping presenta Raw, una collezione di 11 tappeti ispirata al mondo dei minerali. Tutti i tappeti, disegnati dal francese Noé Duchaufour-Lawrancer, sono realizzati a mano con la tecnica del “tufting”. Questi tappeti irregolari sono tessuti con diversi materiali quali lana, seta, seta fine, juta, lurex e Field, uno dei filati ad alte prestazioni di Tai Ping. (houseoftaiping.com)


Illulian

Evolution è un tappeto irregolare in Special Edition realizzata da Illulian per festeggiare i suoi “primi” 60 anni di attività. Un tappeto che unisce, con una forma inaspettata le due anime di Illulian: design e tradizione, antico e moderno. Questo tappeto asimmetrico è completamente annodato a mano ed è realizzato in lana himalayana, pura seta e colori vegetali. È disponibile su misura (www.illulian.com)


Ilo Rugs

L’azienda indiana Ilo Rugs ha presentato la sua nuova collezione di tappeti parlanti, realizzata in collaborare con architetti e designer italiani. Tra questi, lo Studiopepe ha disegnato Newest Egg, un tappeto dalla forma irregolare che riprende vagamente la forma di un uovo (www.ilorugs.com)


G.T.Design

I tappeti disegnati da Deanna Comellini si arricchiscono di temi ispirati alla natura. Dopo aver lanciato la collezione UltraNative, ispirata ai pattern arcaici, G.T.Design propone la nuova linea di tappeti Moving Forest, dedicata ai colori e alle atmosfere naturali delle foreste incontaminate. Di entrambe le linee abbiamo scelto un tappeto dal irregolare, fluido, organico a metà strada tra un cerchio e un quadrato. (gtdesign.it)


Karpeta

Tra le ultime novità del brand Karpeta, questo tappeto asimmetrico disegnato dallo studio milanese storagemilano. Il tappeto è formato da 4 sezioni con una base dai toni naturali e i bordi verde scuro e ruggine. (Karpeta.it)


Moooi Carpets

Disegnato da Claire Vos per Moooi Carpets, il tappeto Bow Beijing ha una forma vagamente circolare. Il disegno riprende il tema della spirale che si sviluppa intorno a un cerchio e che sembra chiusa da un nastro, come un pacchetto regalo.… Una forma e un disegno o davvero inusuale per un tappeto. (www.moooicarpets.com)


Nodus

Fanno parte della collezione Enjoy di Nodus questi nuovi tappeti dalle forme irregolari, audaci come grandi macchie di colore sul pavimento. Sono di tre forme diverse, si chiamano Ripped and Teared and Colored e sono stati disegnati dall’olandese Joost Van Bleiswijk. (nodusrug.it)


Roche Bobois

Si chiama Sushi questo tappeto in lana e seta vegetale disegnato da Messieurs per Roche Bobois. La forma a clessidra del tappeto e le sue grandi dimensioni (200x300cm) lo rendono perfetto per mettere in risalto il tavolo da pranzo. (www.roche-bobois.com/it)


Tapis Rouge

Bub e Ice sono due tappeti della collezione Frozen di Tapis Rouge. Disegnati da Olga Malyeva, questi tappeti irregolari sono ispirati ai paesaggi invernali della Russia. In particolare ai disegni che decorano la superficie ghiacciata del lago Baikal. Sono realizzati entrambi in tiratura limitata. (www.ateliertapisrouge.com)


Maja Michaelsdotter Eriksson

Concludiamo questa rassegna con un pizzico di ironia. L ’eclettica designer-arista Maja Michaelsdotter Eriksson è un giovane talento del design svedese. Ha vinto per ben 2 volte, nel 2017 e nel 2019, il premio Young Swedish Design della rivista Form. Maja ha creato una collezione di tappeti dalle forme irregolari e dai soggetti irriverenti. Tra questi, ne segnaliamo due: Fuck You All e Fried Egg. (majamichaelsdottereriksson.se)

Mirage è la collezione di tappeti colorati disegnata dalla designer Patricia Urquiola per il brand Gan.
Protagonisti indiscutibili sono i colori, che si moltiplicano mostrando tutte le loro varianti di sfumature.

SCOPRI I TAPPETI DI DESIGN PIU’ BELLI

Tappeti colorati pronti a diventare icona

Tutti i tappeti colorati Mirage sono stati creati in lana neozelandese annodata a mano, sviluppata in contrasti di geometrie che creano sovrapposizioni ottiche affascinanti.
Ogni tappeto è stato pensato come un quadro da dipingere, dove la maestria artistica e concettuale sfidano i limiti del convenzionale.



Non più tradizionali, ma avanguardistiche. Sono opere d’arte da non esibire nei muri di casa, ma danno quel tocco di colore inaspettato e un senso di infinito in spazi che possono sembrare anonimi.

L’ispirazione

L’illusione e la sovrapposizione geometrica fanno riferimento alla corrente artistica Op-art e alle espressioni del primo Novecento, che con le nuove visioni sono riuscite a (come si direbbe oggi) bucare lo schermo.

Un mondo che ha saputo esprimere il tridimensionale, in quello che per la percezione umana viene avvertito come statico, il colore.
È così che si vengono a creare arcobaleni fantastici che non hanno inizio e fine, disponibili in diversi gradienti di colori.

Con la collezione Mirage, la designer ha voluto riproporre l’arte artigianale abbandonando il consueto e ciò che ci si può aspettare, rompendo gli schemi del passato e del presente.

www.gan-rugs.com

One-Stroke: I nuovi tappeti di Nendo per Nodus

Si chiama “One-Stroke” la nuova collezione di tappeti di Nendo per Nodus. Il “geniale” studio di design giapponese, fondato da Oki Sato, ha colpito ancora con una linea di tappeti dal design minimale.

La caratteristica dei tappeti di Nendo è che il decoro sembra tracciato con una penna nera su un foglio bianco. Un tratto semplice, delicato e poetico al tempo stesso, come nello stile di Nendo, che disegna tre tappeti dal fondo rigorosamente bianco.

SCOPRI I TAPPETI DI DESIGN PIU’ BELLI

Ogni tappeto è lavorato a mano da esperti artigiani del Rajasthan, una regione ricca di storia e di cultura al nord dell’India. Ci vogliono sei mesi per tessere un singolo tappeto.
Come dicevamo, I tappeti di Nendo sono disponibili in tre varianti, pensate per mostrare tre fasi successive del processo che porta al disegno nella sua completezza.

Il primo tappeto ha solo un abbozzo del disegno. Il secondo ne ha circa una metà mentre il terzo mostra la decorazione completa.

Si può scegliere il modello preferito…

www.nendo.jp

Photo: Akihiro Yoshida

I tappeti Blend nascono dal risultato della percezione visiva, che unisce colori differenti per crearne uno solo.

Lo studio olandese Raw Color, nella sua prima collaborazione con Nanimarquina, scompone il colore per creare dei tappeti Kilim davvero originali.

SCOPRI I TAPPETI DI DESIGN PIU’ BELLI

Il tappeto Blend è stato pensato in tre modelli diversi, in cui la tonalità, la luminosità e la saturazione del colore cambia. Ben 5 filati diversi che si combinano tra di loro per seguire la teoria dei colori e creare un effetto visivo davvero interessante.

Questo progetto non può che affascinare tutti gli amanti dei colori e della grafica, per il significato filosofico nascosto che sta dietro a un progetto d’artigianato davvero raffinato.

Ciò che ne viene fuori è un tappeto unico, che cambia a seconda delle percezioni proprie della persona.

www.rawcolor.nl

www.nanimarquina.es

Confetti, proprio come tanti coriandoli che riempiono i tappeti multicolore di Normann Copenhagen.

Quest’anno durante il Salone del Mobile, lo stile scandinavo non è mancato, ma si è distinto con nuovi colori e con una raffinata ricerca di materiali.

I nuovi tappeti di Normann Copenhagen hanno colpito la mia attenzione, e fanno parte di tutti i nuovi progetti che ho visto che definiscono uno stampo nuovo.

SCOPRI I TAPPETI DI DESIGN PIU’ BELLI

I tappeti Confetti

Questi nuovi tappeti multicolore riempiono l’ambiente domestico con un tono colorato e scintillante, raffinato anche dal punto di vista del materiale.

La collezione Confetti infatti è stata realizzata utilizzando una morbidissima seta in bambù, un’esperienza sensoriale creata dal designer Simon Legald per l’azienda.

I tappeti sono disponibili in quattro colorazioni, per creare piccoli spazi vivaci e variegati: sono sui toni del giallo, del rosso, del verde bottiglia, del blu e del lilla.

Tutte le tipologie dei tappeti sono stati creati utilizzando colori diversi che si fondono insieme, per dare tridimensionalità senza creare giochi di texture.

La creazione di un complemento d’arredo caldo ma allo stesso tempo delicato… beh, è sempre stile scandinavo!

La collezione è stata presentata al Salone del Mobile di quest’anno, ma potete trovare tutte le informazioni e i costi nel sito

www.normann-copenhagen.com

Dopo essersi dedicato con passione agli oggetti della memoria, il designer Vito Nesta si è lanciato su esercizi di stile decisamente più “decorativi” proponendo due nuove collezioni di tappeti e carte da parati.

La prima collezione è formata da Cachemere e Polkadot, due tappeti ispirati alla tradizione ma resi ancora più forti da forme e colori contemporanee e familiari, che Vito Nesta ha disegnato per Karpeta. Polkadot e Cachemere, i primi due di una lunga serie, sono un mix tra stile pop e classic, sia nei disegni sia nei colori scelti dal designer.

L’ispirazione è ancora una volta quella delle atmosphere familiari. Per Polkadot sono ad esempio i fiori delle cerate che corivano i tavoli delle nonne e che ci riportano alla mente i nostri preziosi ricordi.

Nel tappeto Cachemire invece, creature e simboli antichi nuotano insieme nell’acqua dello stagno dove sembrano danzare insieme.

Diverse, ma con un filo rosso che le lega, le atmosphere delle carte da parati Masami e Kazumi, della Warp collection, che Vito Nesta ha disegnato per Texturae wallpapers

“Un viaggio in Asia, alla scoperta della bellezza”, ci ricorda il designer che ci riporta il suo sguardo intimo su un Giappone meno conosciuto che si cela dietro un fitto canneto e tra la lussureggiante vegetazione.

Gli occhi curiosi delle Geishe si nascondono timidamente nelle aperture di una parete in bambù, quasi fossero realmente nella stanza accanto, mentre i gesti armoniosi e spontanei di vita quotidiana vengono raccontati con delicatezza incastonandoli tra le foglie di una giungla esotica.

Le antiche e raffinate suggestioni del Sol Levante rivivono in questi veri e propri quadri di un tempo che forse non c’è più.

Lapis è una collezione disegnata da Emanuel Gargano e Anton Cristell per Amura che si ispira al lastricato delle antiche strade romane. Non è solo un divano, ma una vero e proprio “concept living” dalle forme organiche, come un mosaico fatto di sassi plasmati earrotondati negli spigoli dal tempo e dall’uso.

La collezione “Lapis” si allarga utilizzando le stesse forme e si declina anche in tavolini e in tappeti, tutti caratterizzati da forme morbide e arrotondate. Lapis si compone di moduli abbinabili tra loro che, proprio come il selciato delle antiche vie romane, è formata da elementi irregolari, sia nelle forme, sia nel volume che nelle dimensioni, e si può comporre in maniera libera, a seconda degli spazi e delle necessità. Ognuno ha in fatti la possibilità di abbinare elementi differenti per ricreare forme più classiche e tradizionali oppure composizioni libere e irregolari.

Ad accentuare l’aspetto materico della collezione Lapis, l’uso sapiente di materiali e finiture che richiamano la “naturalità”: pelle o tessuto per il divano, pietra per i tavoli bassi, seta per il tappeto. I colori, ovviamente, si declinano nei toni di grigio: a partire dal color tortora del divano, alle nuances più chiare del tappeto, al grigio più intenso della grafite dalle venature chiare.

L’imbottitura di sedute, degli schienali e dei braccioli è realizzata in memory foam per dare al divano un comfort impareggiabile oltre, naturalmente, a conferirgli elasticità e indeformabilità.

www.amuralab.com

Perché i tappeti devono avere delle misure fisse? La domanda sembrerebbe ovvia, eppure non è così. Il problema se l’è posto Gan, il brand dedicato al tessile della spagnola Gandia Blasco, che ha creato Bandas, una innovativa collezione di tappeti disegnati da Patricia Urquiola.

Il progetto si basa sulla giustapposizione di bande ricamate intercambiabili, dotate di strisce la­terali in velcro che permettono di unire e comporre diversi elementi, rinnovando e modificando lo spazio a piacere, ogni volta che lo si desidera.

I pattern ricordano combina­zioni geometriche, intrecci e grossi ricami fatti a mano. I fondi sono neutri (grigio chiaro, crema, rosa pallido o nero) e contrastano con i ricami dai colori vivi, in az­zurro, arancione e giallo, o con le calde tonalità del beige e del marrone scuro.

Un’idea molto  interessante, veramente bravi!

www.gan-rugs.com

 

Mio Karo è un tappeto disegnato da Carolina Melis e interamente realizzata a mano in Sardegna. Disponibile in lana o cotone sardo, è realizzato con una particolare tecnica di tessitura tipica zone centrali e orientali della Sardegna, chiamata Pibiones.

Un particolare (e molto complesso) tipo di tessitura a rilievo, dove il disegno deriva dai molti “nodi” sulla superficie ottenuti attorcigliando il filo attorno ad un ago che viene passato orizzontalmente sul telaio; quando l’ago viene estratto, resta questo particolare effetto a rilievo incastrato nella trama. La designer sarda ha interpretato questa antica tradizione con un occhio rivolto al design, creando un grande tappeto (190×250 cm) dai disegni geometrici, con grandi e piccole losanghe, che si ispirano alla tradizione isolana ma anche alla grafica delle avanguardie artistiche del 900. Mio Karo è in vendita sul sito Matter of Stuff.

www.matterofstuff.com

Stufi del solito tappeto? Niente paura. Arriva KinderGround. Nato a New York, KinderGround è un sistema componibile di superfici che consente di creare il proprio tappeto preferito, scegliendo tra più di 37 forme diverse. Specificatamente pensato per i bambini e per spazi di kids design, KinderGround, in realtà, modificando il concetto base di tappeto, è adatto a tutte le età e consente di cimentarsi nell’abbinamento di colori e geometrie, supportate da una serie di elementi a colori neutri, perfetti per creare superfici anche di grandi dimensioni. Realizzati in lana 100%, i tappeti sono rifiniti con EcoNet un materiale naturale ricavato dalla gomma. http://kinderground.net

ABC Italia ha presentato una collezione unica di tappeti ispirata alle fantasie che caratterizzano i quadri, i decori, le pavimentazioni e le ceramiche create da uno dei padri dell’architettura moderna: Gio Ponti.

Il tributo al grande Maestro, si basa su un’approfondita ricerca operata da ABC Italia in collaborazione con l’Archivio Gio Ponti, che ha portato alla creazione di una serie di 37 fantasie che traggono ispirazione dalle diverse opere artistiche e dai manufatti dell’architetto e designer milanese.

I tappeti della collezione Gio Ponti di ABC Italia sono lavorati a mano da artigiani esperti, recuperando le tradizionali tecniche della tessitura a telaio, e sono realizzati solo con materie prime di eccellente qualità come lana, aloe, canapa e seta.

www.abc-oriental.com

Lo studio CTRLZAK ha creato una collezione di tappeti per cc.tapis interpretando in maniera contemporanea il uno dei più classici (e antichi) tra i manufatti dell’uomo.

Ne è nata la collezione Cross(me)Knot, che ha già vinto il premio Best Innovation al Domotek di Hannover e che accosta motivi della tradizione tibetana e nepalese (i luoghi dove vengono realizzati questi tappeti) con quelli europei.

Ne nascono tappeti ibridi che sanno mescolare visivamente e tecnicamente le diverse tradizioni tessili in un unico tappeto. Classici decori francesi come i Savonneri e gli Aubusson o altri di derivazione britannica si intrecciano in modo armonico con tigri e ideogrammi di ispirazione orientale.

www.ctrlzak.com

www.cc-tapis.com

La collezione Mangas disegnata da Patricia Urquiola per Gandia Blasco ha rappresentato una svolta nel mondo dei tappeti. Oggi la designer spagnola presenta il concept Mangas Space.

Gli stessi materiali, lo stesso comfort ma con una nuova idea di interior design. Una linea di tappeti e di sedute totalmente integrata in vari colori e texture da combinare a piacere. Una serie di moduli che si mescolano di modo da soddisfare ogni esigenza e ogni desiderio per creare spazi sempre diversi, caldi, armonici.

I toni pastello della collezione, abbinati a qualche colore più vivace, accentuano l’idea del patchwork e conferiscono agli ambienti un’atmosfera “cozy” e naturale.

www.gandiablasco.com

 

Bubu, Dino, Space Nana e Niki Monster sono i nuovi tappeti della collezione Kids di Illulian dedicati ai più piccoli. Colori vividi e una creatività giocosa e libera dagli schemi sono la cifra stilistica di questa collezione che trasmette tutta la magia della spensieratezza dei disegni infantili.

Bubu riproduce la sagoma del classico teddy bear. Ispirati a due grandi passioni dei bambini sono Dino, che si caratterizza per i disegni a tema preistorico, e Space Nana dove lo spazio è protagonista.

Quasi un quadro di arte astratta ma a misura di bambino è invece Niki Monster, con disegni e scritte capaci di esprimere tutta l’emozione della fantasia dei più piccoli.

SCOPRI I TAPPETI DI DESIGN PIU’ BELLI

www.illulian.com

 Illulian,  noto marchio specializzati in tappeti antichi e moderni, presenterà alla prossima edizione del Salone del Mobile tre novità appartenenti alle collezioni “Limited Edition” e “Palace Collection”. In particolare i nuovi modelli saranno Link, firmato Karim Rashid, oltre a Framebusson e Damask V1.  Il primo è un autentico tappeto d’autore dall’impatto ironico e giocoso, come nello stile tipico del designer. Un prodotto nel quale l’estro di Karim Rashid gioca con le sue geometrie e i suoi colori preferiti. Le altri due novità sono Framebusson, un tappeto che fonde lo spirito del tappeto Frame, un best-seller di Illulian, con lo stile decorativo dei famosi tappeti Aubosson, e Damask V1, un’interpretazione in chiave vintage del tappeto Damask, anche questo icona della produzione Illulian. Quest’ultimo caratterizzato da una fantasia damascata in rilievo ad aumentare l’effetto “agè”, per incontrare il gusto dei più appassionati cultori di questo stile. Rigorosamente in verde, colore di tendenza del 2013. Tutti I nuovi tappet sono cardati e filati a mano, realizzati in lana himalayana e pura seta. Le dimensioni sono cm 300×200 per Link e cm 360×270 per gli altri due modelli.

www.illulian.com