Vacanze al mare in sicurezza ai tempi del Coronavirus

Editor:

Vacanze al mare in sicurezza ai tempi del Coronavirus

Il dibattito su come garantire la sicurezza in spiaggia ai tempi del Coronavirus è molto acceso.
Dopo aver visto le ipotesi più improbabili, come le barriere in plexiglas fra un ombrellone e l’altro, finalmente il design si è posto questa domanda e ha iniziato a proporre soluzioni più adatte a garantire una maggior privacy personale e una maggior protezione, anche in spiaggia.

 

Il problema è grande perché solo in Italia il settore turistico balneare conta trecentomila addetti e crea un giro d’affari pari a 140 milioni di euro. Il nostro Paese ha quasi 7500 km di coste e non può permettersi di perdere la stagione balneare estiva.
Questo problema non vale solo per le spiagge, ma per qualsiasi spazio dove si prenda il sole in compagnia di altre persone. Piscine di casa o di hotel, giardini, parchi e altri luoghi pubblici o privati. 

Guarda anche i più bei moduli abitativi minimi e le micro architetture abitabili

 

Per questo il mondo del design sta cercando risposte rapide, concrete e sostenibili che aiutino a proteggere le persone in spiaggia. Tra strutture divisorie e isole galleggianti, bozzoli protettivi e poltrone con capotte protettive.

Molti progetti sono nuovi. Altri esistevano già ma sono tornati di forte attualità in questo periodo di emergenza che ha imposto a tutti di mantenere un distanziamento sociale e una maggiore protezione individuale.

Vediamo, dunque, le proposte più interessanti per godersi una vacanza al mare con la massima sicurezza, anche ai tempi del Coronavirus.


Guarda anche il nostro post sui dondoli e le poltrone sospese di design

 


CABINE E LETTINI DA SPIAGGIA PER GARANTIRE LA PROTEZIONE


Beach Cabin, Bonacina

Disegnata da Mary Bloch nel 1962, questa iconica Beach Cabin è stata pensata originariamente per le spiagge fredde e ventose dei mari del Nord. La Beach Cabin è composta da una struttura in rattan e una tenda protettiva in tela che fa ombra e ripara dal vento.

Oggi la Beach Cabin, prodotta da Bonacina 1889, torma ad essere estremamente attuale perché permette di godersi il panorama del mare in un ambiente protetto ed elegante. Il suo design evoca atmosfere vintage ma è ancora di estrema attualità. (www.bonacina1889.it)


Orbit, Dedon

Disegnato da Richard Frinier per Dedon, il daybed Orbit è già diventato un’icona dell’arredamento outdoor. Per festeggiare il su decimo anniversario Dedon ha proposto la nuova versione Orbit XXL a tiratura limitata, circa il 25% più grande del modello originale. Orbit è un’isola di relax, di privacy e di protezione anche quando si è in mezzo ad altra gente. Il suo design dalla forma rotonda, è essenziale, ma ampio e accogliente.

La struttura della base è in corda sintetica intrecciata e può essere fissa o mobile (montata su ruote). Il baldacchino, che si solleva come una cappotte, è in alluminio con rivestimento in tessuto speciale per outdoor, resistente al sole e alle intemperie.


Hut, Ethimo

Hut, disegnato da Marco Lavit è un nido progettato per godersi una pausa rigenerante all’aperto. Fresca, accogliente e confortevole, Hut ha una struttura a capanna in legno che protegge, come un guscio, le persone che ospita. La base tonda è rivestita con un materassino e da una serie di cuscini che permettono di sdraiarsi o stare seduti a seconda del momento. Sul lato anteriore, una tenda scorrevole crea un ambiente più raccolto e ombreggiato. (www.ethimo.com)


Tipi, Gandia Blasco

Tipi è una struttura modulare che ha la forma della classica tenda Indiana. Disegnata da José A. Gandía-Blasco Canales per il brand spagnolo Gandia Blasco, Tipi ha la struttura in alluminio anodizzato o termolaccato ed è rivestita in tessuto impermeabile. All’interno, un materassino (anch’esso impermeabile), garantisce il relax. Tipi è un’ottima soluzione per creare piccole “isole” di privacy in spiaggia o a bordo piscina. (www.gandiablasco.com)


Moon Daybed, Vondom

Il Daybed Moon disegnato da Ramón Esteve per Vondom, è il lettino che può essere coperto con una capotte che ne completa la forma rotonda. Il Moon Daybed iè format infatti da due emisfere.

La base è in polyethylene realizzato con sistema rotazionale. La protezione a cupola è rivestita in metallo sul quale si intreccia una trama di corda sintetica. Un sistema questo, che consente all’aria a alla luce di circolare così da creare una fresca ombra all’interno. Pur mantenendo una buona protezione rispetto all’ambiente circostante. (www.vondom.com)


Sveva, Visionnaire

Si chiama Sveva questo lettino da spiaggia o da bordo piscina, disegnato per Visionnaiore da Giuseppe Viganò. La sua linea morbida si ispira a un’onda del mare.

Il look invece riprende quello degli stabilimenti balneari dei primi del ‘900, in particolare quelli delle spiagge francesi. La chaise longue Sveva ha una struttura metallica che sorregge un materassino rivestito in tessuto capitonnè bianco o blu. la capottina, utile per il sole ma anche per proteggersi, è in pizzo sangallo bianco. (www.visionnaire-home.com)


Cocoon Beach, Cocoon Tree

Cocoon Beach è un vero e proprio salottino privato. Sviluppato dal team di Cocoon Tree, un modulo abitativo sferico da appendere agli alberi, Cocoon Beach è una struttura sferica che crea un ambiente provato rilassante, ombreggiato e protetto. La sua struttura è in alluminio rivestita da corda sintetica color naturale.

La privacy e la protezione sono garantite da due serie di tende scorrevoli che possono essere chiuse o aperte in base alle necessità. All’interno c’è spazio per due materassi che garantiscono anche un riposo da sdraiati. Cocoon Beach ha un diametro di 2,2 metri e ha un peso di 120 kg. (www.cocoontree.com)

Guarda anche il nostro post sui dondoli e le poltrone sospese di design


STRUTTURE DA SPIAGGIA PER GARANTIRE LA PROTEZIONE


Uno Shade, Uno Contract

UNO Shade è un interessante progetto creato per favorire la socialità, ma al tempo stesso garantire le distanze di sicurezza e per evitare affollamenti in ambienti all’aperto. Disegnato da Ciarmoli Queda Studio, per Uno Contract, il progetto è stato pensato Il sistema Uno Shade è perfetto per il mondo della ristorazione, per gli alberghi, per le ville private o, nella versione in alluminio, per gli stabilimenti balneari, solarium e piscine. I progettisti hanno pensato a elementi di design, belli da vedere, piacevoli da vivere e realizzati con materiali di alta qualità.

Il sistema Uno Shade si compone di due modelli modulari, Shell e Spider, che differiscono per materiali e design. Shell (foto a sinistra) è composto da moduli curvi in legno Iroko, con fasce in tessuto Delimita®. Il modulo Spider (foto a destra) è realizzato in alluminio anodizzato e tessuto Delimita® (https://unocontract.it/)


Cupola, Cupola Design Lab

Nasce da un’idea degli architetti dello studio di architettura Obicua il progetto di questa struttura leggera da spiaggia. Cupola, così si chiama, è un modulo leggero, smontabile ed ecosostenibile pensato per i nuclei famigliari.

Progettata con materiali leggeri e facilmente assemblabili, come il bambù (foto in basso) o l’allluminio (foto qui sopra)Cupola è rivestita con tessuto tecnico. Una volta montata, Cupola crea uno spazio semi-privato, protetto dal sole ma che lascia passare l’aria e la luce necessari. Basta aprire o chiudere le finestre triangolari dall’interno. La Cupola è stata progettata insieme all’architetto greco Sofia Tsagadopoulou e sviluppata dalla start-up Cupola Design Lab. (https://cupola.design)

 


ISOLE GALLEGGIANTI PER GARANTIRE LA PROTEZIONE


Lido, Evastomper Studio

Un’idea alternativa alla spiaggia è quella di godersi il mare da una propria isola personale. Lido è un’isola dal sapore rétro, ancorata al fondale.

Lido è una piattaforma galleggiante perfetta per prendere il sole o per fare i tuffi, per leggere un libro o aspettare il tramonto. da soli, in famiglia, o con le persone con cui vogliamo condividere una giornata al mare. Le isole galleggianti Lido possono essere dotate di vari accessori, tra cui la scaletta, un contenitore impermeabile per gli oggetti, un ombrellone, vari lettini, batteria ricaricabile, piccolo frigo e molto altro ancora. (evastomperstudio.com)

La scelta è realizzata con materiali naturali. Principalmente con legno da esterni, che può essere anche colorato. La sua forma è rotonda ed è disponibile in in vari colori e dimensioni.


Ø1, Fokstrot

L’architetto australiano Marshall Blecher, con la collaborazione con l’azienda danese Fokstrot, ha avuto l’idea di progettare Ø1, una vera e propria isola artificiale. Si tratta di un’isola galleggiante realizzata in legno, perfetta per godersi il mare in solitudine o in compagnia di pochi amici per stare da soli e godersi la pace attorno.
Il primo modello di isola galleggiante Ø1 è stato “ormeggiato” nel porto di Copenhagen. (www.fokstrot.dk)

Guarda il nostro approfondimento su Ø1, l’isola galleggiante in legno


Massimo Rosati

Massimo Rosati

Sono architetto, giornalista e blogger. Sono consulente strategico di design management e di comunicazione del design. Aiuto i business innovativi a crescere e a raggiungere i propri obiettivi nel modo più rapido, economico, efficace. Scopri di più sul mio sito ww.massimorosati.it Se pensi che posso essere d'aiuto anche a te, contattami qui: [email protected]

Articoli bio

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.