Barocco & Neobarocco è il primo festival dedicato alle espressioni del design neobarocco. In programma a Ragusa dal 24 al 26 settembre 2021.

Promuovere un dialogo tra cultura del progetto e cultura di impresa sulle espressioni del design “neobarocco”. Questo l’obiettivo di Barocco & Neobarocco, l’edizione zero del “design festival” che si terrà a Ragusa dal 24 al 26 settembre 2021. Una tre giorni di confronto, ricca di incontri ed eventi, con installazioni artistiche dislocate in diverse location della scenografica città barocca di Ragusa.
Designer, artisti e aziende saranno al centro di un dibattito che vedrà la partecipazione attiva di protagonisti del mondo del progetto e il contributo di Enti territoriali e di istituzioni autorevoli (ADI, Accademia di Brera, Accademia di Carrara, Università di Napoli Luigi Vanvitelli, IULM, Ordine degli Architetti).

Una delle principali location che ospiterà le installazioni sarà Palazzo Cosentini, tipico esempio di barocco siciliano del ‘700 e tra gli edifici barocchi più antichi della città di Ragusa. Edificato per iniziativa del barone Raffaele Cosentini, l’edificio si trova alla confluenza di due importanti vie di comunicazione della città antica ed è caratterizzato da eleganti balconi sostenuti da mensoloni decorati con personaggi, animali, figure fantastiche e mostruose. Una successione di caricature umane a cui si contrappongono figure femminili leggiadre a busto scoperto.
A Palazzo Cosentini verranno esposte le creazioni di diversi designer, tra cui Roberto Semprini, Elena Salmistraro e Stella Orlandino.

Le opere di design a Palazzo Cosentini

Roberto Semprini, ideatore e Direttore Artistico del Festival Barocco & Neobarocco, proporrà la nuova collezione di carte da parati artistiche Neo-Baroque disegnata per Zambaiti Parati, azienda bergamasca di carte da parati. Una realtà tutta italiana che si contraddistingue per la continua ricerca tecnologica e per la capacità di creare innovazione.

Sempre di Roberto Semprini sono i tavolini in marmo Aragona e Macramè, disegnati per la start-up Kimano, brand nato dall’esperienza decennale di Ducale Marmi, azienda siciliana specializzata nella lavorazione dei marmi e nella realizzazione di lavori sartoriali.

Di questo brand è anche Oru, lampada da parete in marmo dalle linee pure e dalle cromie evocative progettata dalla designer Stella Orlandino.
Ispirata all’arte giapponese dell’origami, Oru è un elemento da parete sottilissimo. Un leggero foglio di carta piegato da sapienti mani. La sfida progettuale è stata quella di rendere visivamente leggero e poetico un materiale pesante come il marmo.

Nella splendida cornice di Palazzo Cosentini ci sarà anche la designer milanese Elena Salmistraro con la collezione di tavolini da caffè MANIACE e CALAFATO, disegnati per l’azienda siciliana Lithea.
I due tavolini, che rendono omaggio al grande e potente Maniace e all’alto e snello Calafato (storici soldati della dominazione bizantina in Sicilia), sono composti da una struttura in ferro con base in lamiera di ottone satinata e marmo. Il risultato sono due tavolini semplici resi preziosi dal sapiente uso di marmi decorativi e innesti di pietre preziose. Il tutto incorniciato dall’oro, un chiaro richiamo all’arte bizantina.

Le opere di design a Palazzo della Cancelleria

L’altra meravigliosa location del Festival Barocco & Neobarocco sarà il Palazzo della Cancelleria (conosciuto anche come Palazzo Nicastro). In questo magnifico esempio di barocco, nominato sito UNESCO, verranno ospitate le lampade a sospensione MOON di Davide Groppi.
Il prospetto principale si affaccia su una piazzetta in cui confluiscono due diramazioni della lunga scalinata che, anticamente, era l’unica via di comunicazione tra il quartiere inferiore e quello superiore della città di Ragusa. Qui troverà posto la celebre Giraffe in love, nata dalla collaborazione tra il designer artista Marcantonio e l’azienda milanese Qeeboo. Una giraffa dall’aria sognante alta 4 metri, realizzata in fibra di vetro, che sostiene un lampadario classico in stile Maria Teresa (resistente all’acqua) con fari a led. Un oggetto ironico in perfetto stile Qeeboo.

Presso il palazzo della Cancelleria sarà esposto anche Tatlin, il divano da centro stanza ispirato alla torre di Tatlin, disegnato da Roberto Semprini per Edra. Un totem moderno perfetto anche per spazi pubblici, che permette nuove modalità di seduta offrendo posto a più persone. Una vera opera d’architettura e icona dell’azienda.

LEGGI IL NOSTRO APPROFONDIMENTO SU MANIACE E CALAFATO DI ELENA SALMISTRARO

Author

Mi occupo di comunicazione digitale, creando contenuti testuali per agenzie di comunicazione, studi di design e aziende di arredamento. Nel 2012 ho fondato Interior Break, un blog dedicato all’interior design, eletto nel 2014 migliore blog di arredamento per i contenuti nel concorso “Blog-in”, lanciato da IKEA Italia.

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.