GUBI propone una riedizione di Multi-Lite, la lampada disegnata nel 1972 da Louis Wisford. A caratterizzare la nuova versione un intenso blu ispirato al colore del cielo di notte.

“L’unico colore che può competere con il nero perché presenta le sue stesse qualità”. Così Christian Dior definisce il blu nel suo Petit dictionnaire de la mode (1954). Già. Versatile e senza tempo, il blu è un colore che mette d’accordo un po’ tutti. Un colore perfetto per vestire un classico dell’illuminazione come Multi-Lite, la collezione di lampade disegnata nel 1972 dall’architetto e designer danese Louis Wisford, oggi rieditata da GUBI.

Proposta in un intenso blu notte, la nuova versione di Multi-Lite presentata da GUBI sembra evocare il celebre dipinto Notte Stellata di Vincent Van Gogh (1889), da cui ha ripreso lo stesso punto di blu. Una tonalità profonda e avvolgente che, combinata con la struttura in ottone, crea un insieme raffinato e discreto. Una palette cromatica che può combinarsi con una grande varietà di colori, pensata per potersi adattare a diversi contesti: dagli interni più classici a quelli contemporanei.

Una lampada dalle molteplici configurazioni

Tre cilindri, due quarti di sfera rotanti, un anello in ottone che circonda e sostiene il paralume. Sono questi gli elementi che compongono Multi-Lite. Una lampada scultorea le cui parole chiave sono eleganza e flessibilità. Come suggerisce chiaramente il suo nome, la lampada Multi-Lite di Louis Wisford può essere configurata in molteplici modi. Ruotando i due quarti di sfera, la luce può essere infatti orientata verso l’alto, verso il basso oppure emessa in maniera asimmetrica per creare un effetto più suggestivo.

La collezione Multi-Lite di GUBI comprende sospensioni, lampade da terra e lampade da tavolo. Oltre al nuovo colore blu notte, le lampade sono disponibili in ottone, cromo, ottone nero e bianco.

La nuova versione blu notte di Multi-Lite è disponibile da agosto 2021.

Author

Mi occupo di comunicazione digitale, creando contenuti testuali per agenzie di comunicazione, studi di design e aziende di arredamento. Nel 2012 ho fondato Interior Break, un blog dedicato all’interior design, eletto nel 2014 migliore blog di arredamento per i contenuti nel concorso “Blog-in”, lanciato da IKEA Italia.

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.