Soda, la nuova collezione di Ceramica Bardelli firmata da Daria Zinovatnaya

Editor:

La designer ucraina Daria Zinovatnaya firma Soda, la nuova collezione di piastrelle in grès porcellanato di Ceramica Bardelli. Cuore del progetto colore e geometria.

Colore e geometria. Sono queste le parole chiave di Soda, la nuova collezione di piastrelle in grès porcellanato di Ceramica Bardelli disegnata da Daria Zinovatnaya. Due elementi che attraversano come un fil rouge tutto il lavoro della giovane designer ucraina, portandoci alla mente l’uso spregiudicato dei pattern e dei colori del gruppo Memphis.

Già, Daria Zinovatnaya ama da sempre giocare con i colori vivaci e le forme geometriche. Lo fa nei progetti di interior design, così come negli arredi e oggetti firmati come industrial designer. Con Ceramica Bardelli, il suo universo di colore è entrato anche nel mondo delle piastrelle.

Tre storie di colore, tre linguaggi decorativi diversi

La collezione Soda si compone di tre linguaggi decorativi diversi. Tre storie di colore scomposte al loro interno in singole mattonelle. Ognuna presenta una decorazione contraddistinta da una storia di colore unica. Un mix di colori e disegni geometrici configurabile in schemi compositivi personali, pressoché infiniti, che si può abbinare con piastrelle monocromatiche dalle tonalità neutre oppure con altri materiali (naturali come il legno e la pietra oppure moderni come le resine e il cemento).

La finitura delle piastrelle Soda è opaca e leggermente anticata. Ogni piastrella ha un formato quadrato, 25×25 cm rettificato, spessore 1 cm, in grès porcellanato. E può essere utilizzata sia a pavimento che come rivestimento per le pareti, sia per superfici interne che esterne.

Una collezione perfetta sia in case d’epoca che in ambienti moderni

Soda è una collezione dal forte carattere espressivo, che può adattarsi a diversi stili. Audace in una casa d’epoca, negli appartamenti moderni crea contrasto, dando personalità all’ambiente.

A pavimento Soda, con il suo pattern e la sua finitura anticata, dà un’interpretazione contemporanea delle più tradizionali cementine. Perfetta anche in ambiti non residenziali, come bistro e boutique hotel, o per l’arredo e la pavimentazione di patii e terrazze.

GUARDA ANCHE I GIARDINI FUTURISTICI DI CERAMICA BARDELLI

Alessia Forte

Alessia Forte

Laureata in Lettere, creo contenuti per aziende del settore arredo e design. Nel 2012 ho aperto Interior Break, un blog sull'interior design e l'arredamento, con un focus sullo stile scandinavo. Nel 2014 Interior Break è stato premiato come “migliore blog di arredamento”, per la categoria contenuti, nel concorso "Blog-In" lanciato da IKEA Italia.

Articoli bio

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.