Il design che riutilizza gli scarti di lavorazione del marmo

Editor:

Quando il design riutilizza gli scarti di lavorazione del marmo.

Oggetti di design realizzati con gli scarti della lavorazione del marmo? Perché no! L’upcycling del marmo (termine inglese che significa riuso del marmo, riciclo creativo del marmo) è una tendenza molto importante in questo periodo di giusta attenzione all’ambiente.
La lavorazione del marmo crea infatti una grande quantità di scarti. Gli scarti di lavorazione del marmo (detti anche “sfridi“) sono di vario genere e dimensioni. Nascono dalle rotture in fase di lavorazione, molto frequenti vista la natura del materiale, o dai pezzi che avanzano dopo aver lavorato o scavato un oggetto in marmo.

Cosa fare dunque con gli scarti della lavorazione del marmo? Molti designer si sono posti questa domanda e hanno provato a dare una risposta creativa a questo problema. Nascono così oggetti insoliti, semplici, ecologici e sostenibili. Sono oggetti dall’aspetto “grezzo” ma che racchiudono in sé una grande bellezza. Spesso le mani del designer sanno tirar fuori la poesia. Da materiali di scarto del marmo a veri e propri oggetti di design il passaggio è breve. ed è filtrato dalla fantasia del designer.
Ecco dunque una nostra selezione dei migliori progetti di upcycling creativo del marmo…

Guarda anche il nostro articolo sui migliori arredi di design in marmo!


I migliori oggetti di design creati con gli scarti di lavorazione del marmo


Clément Brazille

Clément Brazille è un designer francese che vive in Svizzera. Nel suo lavoro Clément indaga sui limiti e sui potenziali dei materiali. Come ha fatto nella sua collezione Ocean Travertine Stone.

Una linea di arredi, creati con i “cilindri di carotatura” dei travertini oceanici, che comprende console, tavolini, tavolini, scrivanie e librerie. Ogni pezzo viene realizzati a mano su disegno di Clément Brazille dallo studio italiano Ateliers Romeo. Le lunghe ed esili gambe dei mobili danno all’apparenza un senso di fragilità ma nella realtà sono estremamente solidi e resistenti.

Ovviamente la collezione è adatta sia per la casa, sia per l’outdoor. (clementbrazille.com)


Pietretrovanti

Pietretrovanti è un giovane brand che si è specializzato proprio nel recupero degli scarti di lavorazione del marmo. In particolare, riusano la pietra del loro territorio: la Val d’Ossola, per creare oggetti di design e di arte applicata.

Scelgono con cura i frammenti asimmetrici, scartati perché non adatti alle lavorazioni tradizionali, oppure scarti veri e propri della lavorazione della pietra. E li trasformano in oggetti semplici e di grande fascino. Ecco qualche esempio… (www.pietretrovanti.it)


ZPstudio

ZP studio si interroga sulle possibilità di riciclare la polvere del marmo che si crea durante la lavorazione. Lo ha fatto nella mostra HYBRITEQUE – La biblioteca ibrida, presentata in occasione del Fuorisalone di Milano 2019.

Qui Zpstudio ha presentato oggetti di design creati con le polveri del marmo, tra i quali ciotole, vassoi.

Oggetti creati grazie ad un insolito mix fra tecnologia e artigianalità, fra stampa 3D e lavorazione manuale. Ecco il risultato di questa ricerca… (www.zpstudio.it) 


Guarda la nostra selezione di arredi di design in marmo


Studio EO

Lo svedese Studio EO, con base a Stoccolma, ha avuto un’idea per riutilizzare i frammenti di scarto del marmo. Li combina col vetro soffiato per creare i coloratissimi Drill Vases.

Il nome Drill, che in inglese significa “trapanare, trivellare”, ci ricorda che questi vasi nascono da pezzi di marmo che presentavano già dei fori. Da qui, l’idea di abbinarli con forme cilindriche pure per creare scultorei oggetti d’arredo. (studioeo.com)

 

JPC Universe

Antivol è una serie di tavolini disegnati da CTRLZAK per JPC Universe. Questi oggetti dalle forme irregolari si ispirano agli asteroidi, isole galleggianti che si muovono nello spazio. Sono realizzati con pietre laviche dalle forme diverse che sembrano in equilibrio precario su un’esile struttura metallica, disponibile in due finitura: cromo nero lucido oppure ottone opaco. Ogni pezzo è unico e diverso dagli altri. (www.jcpuniverse.com)

Leggi il nostro approfondimento sulla collezione Antivol di CTRLZAK


Collezione CONTRASTI

L’idea di questa collezione, disegnata da Moreno Ratti per Stonethica, è quella di sottoilineare lo spreco di una risorsa naturale tanto importante come il marmo. Il designer ha recuperato scarti di lastre di marmo, le ha unite per realizzare oggetti di design quotidiano. Una sorta di “puzzle” in 3D fatto con tessere di marmi diversi assemblati e poi lavorati. Ogni prodotto mette in evidenza il contrasto tra la morbidezza della forma e la casualità della texture che si ottiene con la lavorazione a controllo numerico.

(www.stonethica.com)

 

Massimo Rosati

Massimo Rosati

Sono architetto, giornalista e blogger. Sono consulente strategico di design management e di comunicazione del design. Aiuto i business innovativi a crescere e a raggiungere i propri obiettivi nel modo più rapido, economico, efficace. Scopri di più sul mio sito ww.massimorosati.it Se pensi che posso essere d'aiuto anche a te, contattami qui: [email protected]

Articoli bio

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.