Ecco i migliori ristoranti di design a Stoccolma

Editor:

Uno sguardo ai migliori ristoranti di design a Stoccolma. Per ritagliarvi una pausa che possa dilettare occhi e palato.

Volete scoprire i migliori ristoranti di design a Stoccolma? Eccovi accontentati. Con l’avvicinarsi della prossima edizione della Stockholm Furniture & Light Fair (la più grande fiera dedicata all’arredo e all’illuminazione del mondo scandinavo che si terrà dal 5 al 9 febbraio 2019), abbiamo pensato che fosse cosa buona e giusta segnalarvi qualche locale nella capitale svedese dove dilettare occhi e palato. Perché, come abbiamo già detto a proposito di Londra e Parigi, chi ama il design non vuole rinunciarci neanche a tavola. E in una città come Stoccolma, dove il design si respira ovunque, le opzioni di certo non mancano.

Tra locali di recente apertura e indirizzi consolidati, ecco dunque la nostra guida ai ristoranti di design a Stoccolma. E se avete altri nomi da suggerirci, non mancate di segnalarceli! La lista è in divenire…

Ristorante Nationalmuseum

La nostra rassegna comincia da una delle aperture più attese dell’autunno 2018: il nuovo ristorante del Nationalmuseum, il più grande museo della Svezia, che ha riaperto le porte il 13 ottobre, al termine di un imponente restyling durato 5 anni.

Gli interni del ristorante, così come quelli del museo, sono stati firmati da 5 designer svedesi: Gabriella Gustafson e Mattias Ståhlbom di TAF Studio, Carina Seth Andersson, Stina Löfgren e Matti Klenell. A loro, in collaborazione con 21 aziende scandinave, è spettato il compito di creare NM& – En Ny Samling/A New Collection, la collezione progettata per il Nationalmuseum con lo scopo di promuovere il design nordico.

La serie comprende 82 pezzi che spaziano da mobili e lampade fino a tessuti e accessori per la tavola. E alternano arredi dallo stile pulito, come, per esempio, le sedie da pranzo minimali e leggere disegnate da TAF Studio in collaborazione con Artek, a prodotti più decorativi.

Dove: Södra Blasieholmshamnen 2, 111 48 Stockholm – nationalmuseum.se/en/

L’Avventura

Pareti affrescate, arredi in velluto e due alberi di olivo: questo è ciò che troverete ad accogliervi, appena varcata la soglia de L’Avventura, il ristorante italiano ospitato all’interno di un cinema degli inizi del secolo scorso, da poco inaugurato a Stoccolma.

A curare il progetto, lo studio Millimeter Arkitekter che ha rinnovato gli interni senza tradire il carattere originale della location, puntando sull’utilizzo di colori caldi e materiali preziosi. Un ambiente elegante, ma al contempo accogliente dove viaggiare fra passato e presente.

Dove: 77, Sveavägen, 113 50 Stockholm – lavventura.se/en

La Bocca

Sempre a proposito di cucina italiana, un altro indirizzo da ricordare è: La Bocca, il ristorante nell’esclusivo quartiere di Östermalmdisegnato dal celebre Note Design Studio.

Si tratta di un riuscito incontro fra Scandinavia e Italia. La palette nei toni del blu e del sabbia è ispirata ai colori desaturati dei paesaggi nordici. Mentre gli arredi scelti per vestire gli interni mescolano pezzi di design scandinavo, come le sedie In Between di &tradition e le lampade di Pholc, con arredi Made in Italy.

L’Italia è visibile, però, anche nei dettagli: le tovaglie in lino bianco e le bottiglie di vino a vista. Insomma, un ambiente raffinato, ma allo stesso tempo rilassato. Come solo gli interni nordici sanno essere.

Dove: 23, Kommendörsgatan, 114 48 Stockholm – labocca.se

Woodstockholm

Da un lato c’è il negozio di arredamento, dall’altro il bistrot dove assaporare piatti semplici cucinati con ingredienti biologici a km 0. Il tutto circondati da grandi tavoli in legno ed eteree sospensioni origami. Benvenuti da Woodstockholm, uno dei ristoranti di design a Stoccolma più in voga. Uno spazio multifunzionale con un extra che lo rende davvero unico: accanto al bistrot, c’è una stanza per cene speciali a cui si accede mediante un passaggio segreto. Come Alice in Wonderland, vi ritroverete catapultati nel “paese delle meraviglie”, fra mobili dall’aspetto bizzarro, tutti rigorosamente fatti a mano.

Dove: Mosebacke torg 9, 116 46 Stockholm – woodstockholm.com/food/

Fotografiska

Per godere di una vista spettacolare sulla città di Stoccolma, il nome da segnare è: Fotografiska. Il ristorante, all’interno dell’omonimo museo di fotografia, si trova all’ultimo piano di un edificio in stile Art Nouveau del 1906. Una location d’eccezione dove potete gustare piatti tipici svedesi basati solo su ingredienti di stagione. Per unire arte, design e un’ottima cucina in quello che è stato votato come il miglior ristorante museale al mondo.

Dove: Stadsgårdshamnen 22, 116 45 Stockholm – fotografiska.com/sto

Hantverket

Un menù dedicato alla cucina svedese tradizionale da scoprire in un ambiente dal sapore di altri tempi. Ecco, in breve, Hantverket, il ristorante di Torbjörn Blomqvist, noto carpentiere e interior designer svedese. Uno spazio caldo e informale che, fra vecchi tavoli e sedie in legno, rende omaggio all’artigianalità locale. Il nome? Significa artigianato, per l’appunto.

Dove: Sturegatan 15a, 114 36 Stockholm – restauranghantverket.se/en/

Usine

In origine era una fabbrica di salsicce, poi è diventato la sede dell’Agenzia delle Entrate svedese, adesso è uno spazio multifunzionale che ospita un bar, un ristorante, sale per meeting di lavoro e un’area espositiva che accoglie mostre d’arte. Parliamo di Usine, un locale molto trendy nel cuore di Södermalm, il quartiere hipster di Stoccolma.

A trasformare l’ex edificio industriale in un indirizzo imperdibile per tutti i design addicted è stato Richard Lindvall. Mantenute le travi di cemento sul soffitto e le tubature a vista dello spazio originale, il noto architetto svedese ha creato un interno che mixa il minimalismo scandinavo con un look industriale. I colori dominanti sono il bianco, usato per le pareti, il nero per sedie e lampade, e il grigio presente, invece, sui piani dei tavoli e dei banconi. Una tavolozza black and white scaldata dai divani in pelle color tabacco.

Dove: Södermalmsallén 36-38, 118 28 Stockholm – usine.se

Gastrologik

Lavorare senza un menù, solo con i prodotti disponibili. Questa è la filosofia alla base di Gastrologik, il ristorante stellato di Jacob Holmström e Anton Bjuhr.

La centralità del territorio si riflette anche nell’interior design dove tutto, dai tavoli fino ai servizi di piatti e alle posate, è stato realizzato a mano, sfruttando le competenze degli artigiani del posto. Per scoprire la Svezia più autentica.

Dove: Artillerigatan 14, 114 51 Stockholmgastrologik.se

Tak

Ospitato all’interno di un edificio brutalista nella piazza di Brunkebergstorg, una zona di Stoccolma riportata a nuova vita attraverso il progetto “Urban Escape”, Tak è uno degli indirizzi da non perdere assolutamente. Disegnato dallo studio locale Windgårdhs, il ristorante vanta la più grande terrazza della città, collegata mediante un ponte al tetto dell’adiacente quartier generale di Spotify.

A guidare la cucina l’acclamata chef Frida Ronge, conosciuta per aver fuso la cucina svedese con i sapori giapponesi. Un nome che vi accompagnerà anche in Fiera, se visiterete la Stockholm Furniture & Light Fair, dove Frida ha firmato il menù del Design Bar progettato, quest’anno, dal duo norvegese Anderssen & Voll.

Dove:  Brunkebergstorg 2-4, 111 51 Stockholm – tak.se

Foto di copertina: Ristorante Nationalmuseum.

Alessia Forte

Alessia Forte

Laureata in Lettere, mi occupo di comunicazione per aziende del settore arredo e design. Nel 2012 ho aperto Interior Break, un blog sull'interior design e l'arredamento, con un focus sullo stile scandinavo. Nel 2014 Interior Break è stato premiato come “migliore blog di arredamento”, per la categoria contenuti, nel concorso "IKEA Blog-In".

Articoli bio

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.