Il restauro di Palazzo Stefanelli a Firenze. Un progetto di Pierattelli Architetture in equilibrio tra storia e contemporaneità.

Un progetto tra storia e contemporaneità. Oggi parliamo del restauro di un gioiello dell’800 fiorentino: Palazzo Stefanelli. Un edificio storico che sorge a Borgo Pinti, nel cuore di Firenze, di recente ridisegnato dallo studio Pierattelli Architetture.

Il progetto di Pierattelli Architetture ha portato alla realizzazione di 12 appartamenti residenziali, affacciati su una corte interna, in cui gli elementi storici sono stati integrati con soluzioni contemporanee all’avanguardia.

Un equilibrio tra elementi architettonici originali e soluzioni contemporanee

Nella ricerca di un equilibrio tra passato e presente, lo studio di architettura fiorentino ha dedicato molta attenzione alla sostenibilità ambientale. Tutte le abitazioni sono, infatti, dotate di pompa di calore per ridurre il consumo di energia, impianto domotico e infissi ad alto rendimento termico e acustico. Interventi avvenuti nel pieno rispetto dei dettagli architettonici e decorativi originali.

Tra gli elementi preesistenti ci sono il campanello originale dell’ingresso, le travi e le capriate, e gli affreschi nelle stanze e nell’androne del piano terra (lo spazio dove in passato venivano accolte le carrozze).

12 appartamenti di lusso

I 12 appartamenti sono di diverse tipologie. Si va dal trilocale all’attico, da abitazioni su un piano a case su due livelli, alcune delle quali provviste di giardino o terrazzo privato. Inoltre, ogni appartamento prevede la predisposizione per il bagno turco nelle docce padronali. Una possibilità che interpreta molto bene la tendenza attuale a creare SPA in casa.

LEGGI IL NOSTRO ARTICOLO SULLE SPA IN CASA

A giocare un ruolo importante nel progetto sono anche i materiali. Pierattelli Architetture ha impiegato soprattutto legno e travertino. Per i pavimenti è stato scelto un parquet a spina di pesce in rovere toscano. Per i bagni un sofisticato travertino con venature blu.

Le soluzioni immaginate per l’interior

Oltre agli interventi strutturali, Pierattelli Architetture ha ipotizzato alcune soluzioni per l’interior. Per esempio, per la zona notte lo studio immagina un letto con un’ampia testata che si trasforma, nel lato retrostante, in una grande cabina armadio a vista.

Gli altri ambienti sono stati pensati con arredi di design, in un’alternanza tra icone e pezzi contemporanei. Per respirare il fascino della storia, senza dimenticare il presente.

Author

Mi occupo di comunicazione digitale, creando contenuti testuali per agenzie di comunicazione, studi di design e aziende di arredamento. Nel 2012 ho fondato Interior Break, un blog dedicato all’interior design, eletto nel 2014 migliore blog di arredamento per i contenuti nel concorso “Blog-in”, lanciato da IKEA Italia.

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.