4 lampade in alabastro per creare calde atmosfere

Editor:

Lyra, Gama, Mona e Athena, le nuove lampade d’atmosfera in alabastro

Lyra, Gama, Mona e Athena sono quattro incredibili lampade portatili in alabastro che appartengono alla nuova collezione édition di Atelier Alain Ellouz.
Sono lampade nomadi, spostabili e ricaricabili. Una volta accese, la luce calda e soffusa che filtra dal sottile paralume in alabastro crea un’atmosfera intima e accogliente. Ogni lampada è diversa da tutte le altre proprio perché ogni pezzo di alabastro, con i suoi colori e le sue venature uniche, è diverso dagli altri. Si viene a ricreare così un’illuminazione d’ambiente perfetta per per rilassarsi, per una cena all’aperto o per serate romantiche.

Guarda il nostro servizio sulle più belle lampade ricaricabili di design

Queste delicate lampade in alabastro sono interamente lavorato e realizzate a mano.
Sono tutte ricaricabili e offrono un’autonomia di 8 ore. Ma basta lasciarle attaccate alla presa di corrente, per trasformarle in perfette lampade da tavolo, da mettere a fianco del divano o sul comodino. Un piccolo elemento in ottone funge da interruttore e dimmer.

Guarda il nostro servizio sui mobili e complementi di design in marmo

Nel dettaglio, le 4 lampade in alabastro

La forma della lampada Lyra, colla sua forma cilindrica, ricorda quella di un barattolo di caramelle. Preziosa e minimale, la sua superficie è delicata al tatto.

Athena ha la forma di una sfera poggiata su un cilindro. La lampada evoca l’orbita della Terra attorno al sole. La sua superficie traslucida rivela i caratteristici motivi dell’alabastro che ricordano i movimenti delle nubi intorno alla Terra o le correnti oceaniche.

La lampada Gama si caratterizza per le sue linee contemporanee che combinano linee e curve. Si tratta di una composizione di due forme coniche rovesciate di diverse dimensioni, separate da una guarnizione in ottone dorato. La luce, oltre a filtrare attraverso il sottile spessore dell’alabastro, si diffonde dall’estremità superiore.

La lampada in alabastro Mona ha la forma elementare di un mezzo ellissoide. Una sorta di Igloo esquimese che, acceso, prende vita e colore grazie alle venature dell’alabastro retroilluminato. L’interruttore, con la sua linea retta, crea un contrasto con la forma arrotondata della lampada.

www.atelieralainellouz.com

Massimo Rosati

Massimo Rosati

Sono architetto, giornalista e blogger. Sono consulente strategico di design management e di comunicazione del design. Aiuto i business innovativi a crescere e a raggiungere i propri obiettivi nel modo più rapido, economico, efficace. Scopri di più sul mio sito ww.massimorosati.it Se pensi che posso essere d'aiuto anche a te, contattami qui: [email protected]

Articoli bio

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.