Il meglio del Salone del Mobile e della Milan Design Week 2016. 2° giorno

Editor:

Eccoci al nostro appuntamento quotidiano con il nostro Top 5 del Salone del Mobile e della della Milan Design Week 2016. Ci sentiamo in obbligo di ripetere che queste segnalazioni non vogliono essere assolute, ma sono tra gli oggetti che più ci hanno colpito, che ci hanno dato un’emozione positiva, che consigliamo di andare a vedere. Noi siamo sicuri che ognuno troverà i propri “Top 5”, cha piaceranno ad alcuni e non piaceranno ad altri. Esattamente come ci aspettiamo che succeda per i nostri. Lo ripetiamo. Questa è una nostra personalissima scelta. Se voi avete altri prodotti da segnalare, saremo lieti di conoscerli e di suggerirgli ai nostri lettori!
E passiamo ora alla nostra semplice, modesta Top 5 e, se non l’avete ancora fatto, guardate anche la nostra classifica del I giorno.

1. I contenitori COMMODORE e MAGIC BOX di Piero Missoni per GLAS ITALIA. Confesso che a me il vetro nell’arredamento convince poco, ma questi prodotti (come del resto diversi altri nuovi progetti di GLAS ITALIA, tra i quali gli splendidi complementi disegnati l’anno scorso da Nendo), mi fanno cambiare idea. Vetro lavorato, rigato o quadrettato dall’effetto ottico davvero particolare. Da vedere dal vivo, nelle foto non rende…

2. Un doveroso omaggio al grande architetto Zaha Hadid, recentemente scomparsa, della quale potete vedere diversi progetti in fiera (Driade, Serralunga e altri) Parliamo della straordinaria libreria-scultura VALLE SHELVES per CITCO: 4 linee in marmo “curvato”, belle come un logo, un segno forte, dinamico, poetico, come soli ZAHA HADD sapeva fare. Ci mancherai, Zaha!

3. Diversi i prodotti che mi hanno colpito da DESALTO, tutti caratterizzati dalla ricerca dell’essenza, minimale, del prodotto Bello il tavolo ELEMENT di Tokujin Yoshioka, sorretto da un’unica gamba storta, bella la serie di tavoli e tavolini CLAY e MINICLAY Marc Krusin dal basamento conico, bell la collezione di arredi da esterno IKE di Victor Vasilev con la struttura in tubolare d’acciaio curvato. Ed è proprio la piegatura del metallo che mi ha colpito, il disegno creato dal tubo che ho trovato molto intelligente e intrigante.

4. Ho trovato splendida nella sua essenzialità la sedia da esterno BLAU CHAIR  disegnata da Fran Silvestre per la spagnola GANDIA BLASCO. Un semplice tubolare in acciaio con una rete metallica che finge da seduta. Tanto naturale, che ho dovuto toccarla per rendermi conto che non si trattava di tessuto. Bello il dettaglio dove la struttura e la rete metallica si incontrano. Quando il minimalismo è pensato bene, mostra l’anima degli oggetti.

5. Come ogni giorno tengo il mio preferito per ultimo. Si tratta del nuovo SMART WRITING SET di MOLESKINE. Un prodotto veramente geniale che unisce la tecnologia al piacere della scrittura a mano libera. Si tratta di una penna ottica che prende appunti su uno speciale taccuino interattivo (il Paper Tablet) disegnato da Giulio Iacchetti che, grazie a un’APP estremamente semplice da usare, riporta in tempo reale (connessione blutooth) tutto quello che si sta scrivendo sul tuo device, con possibilità di editare testo e disegni, raccoglierli in album, salvare in vari formati e inviare tutto via mail (toccando semplicemente con la penna l’icona della bustina che appare nell’angolo di ogni pagina!). Se non è geniale questo… Per me che amo scrivere e schizzare a penna, un prodotto davvero indispensabile che mi sta accompagnando al mio Salone del Mobile e alla mia Milan Design Week 2016.

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.