Il nuovo design finlandese di UU Market

Editor:

Alla scoperta di UU Market. Un collettivo che rappresenta lo stile di una nuova generazione di designer finlandesi.

Si chiama CHART Design l’appuntamento con il design scandinavo da collezione, che si è tenuto a Copenhagen dal 30 agosto al 1 settembre 2019. Un evento a metà fra una fiera e un festival, che si propone di mostrare la nuova scena del design nordico. Un mondo vitale che sta provando a “liberarsi” dall’eredità del design classico.

Già, quando si parla di design scandinavo è inevitabile pensare alle grandi icone della metà del ‘900. Un’eredità che rappresenta un riferimento importante per i designer del Nord Europa, ma che alcuni considerano un freno verso il cambiamento.

Proprio per questo CHART Design (giunto nel 2019 alla sua seconda edizione), quest’anno ha escluso il design scandinavo classico. Le nove gallerie e i nove studi di design selezionati hanno presentato solo pezzi contemporanei, al confine tra arte e design.

Fra gli studi che hanno preso parte alla manifestazione UU Market, un collettivo di designer finlandesi emergenti che autoproduce e vende nel proprio shop online pezzi unici e piccole serie, che spaziano dall’arredamento ai gioielli.

“Il nostro scopo è la rivoluzione dello stile e la produzione su piccola scala. La scena dell’arte e del design finlandese sta attraversando un cambiamento radicale. La Finlandia ha una storia di design molto forte, ma per mantenere in vita l’artigianato e le tradizioni anche oggi, abbiamo bisogno di operare nel campo creativo attraverso nuove modalità”, racconta il CEO Hannakaisa Pekkala.

In un mix fra pezzi d’arte sperimentali e oggetti funzionali, ecco i progetti di UU Market che ci hanno colpito di più.

Dialogue, Milla Vaahtera

Dialogue è una serie di sculture mobili e statiche, realizzata in vetro e bronzo. È il dialogo fra i due materiali a dare equilibrio agli oggetti. La serie nasce dalla collaborazione dell’artista Milla Vaahtera con i soffiatori del vetro di Nuutajärvi Glassvillage, la più antica vetreria della Finlandia.

Sculptural Series, Laura Itkonen

Uno studio sui materiali e sulle forme. È questo innanzitutto Sculptures Series, il progetto della ceramista Laura Itkonen. Una linea di contenitori dal carattere scultoreo, che danno vita a un paesaggio architettonico variegato.

Assorted Flavours, Paula Pääkkönen

Una collezione di “gelati” in vetro. L’artista Paula Pääkkönen gioca con la scala, trasformando un soggetto ordinario in un’opera d’arte. Un progetto che mostra la bellezza e la delicatezza del vetro in una chiave ironica.

Bud & Joy, Viivi Lehto

Bud and Joy è uno studio giocoso su elementi naturali e astratti, realizzato in vetro soffiato e combinando diverse tecniche. I pezzi sono parte della serie Garden, che comprende sculture in vetro colorate e multidimensionali. Il giardino, come è evidente in queste opere, rappresenta la crescita selvaggia e lo spirito di libertà.

Mirage, Minni Havas

La coperta Mirage ha una duplice ispirazione: la natura e la pop art. I colori fanno pensare alla luna piena durante la notte, creando nel tessuto un paesaggio onirico. Il design nasce, invece, dalla ripetizione di un pattern, che dà vita a un miraggio ipnotico.

Alessia Forte

Alessia Forte

Laureata in Lettere, mi occupo di comunicazione per aziende del settore arredo e design. Nel 2012 ho aperto Interior Break, un blog sull'interior design e l'arredamento, con un focus sullo stile scandinavo. Nel 2014 Interior Break è stato premiato come “migliore blog di arredamento”, per la categoria contenuti, nel concorso "IKEA Blog-In".

Articoli bio

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.