Tag

web

Browsing

 

D.S. I blog sono un’espressione moderna, sempre più autorevole nel mondo dei media e della comunicazione.Alla luce della tua esperienza internazionale, come vedi il fenomeno dei blog nel mondo e, in particolare, in Italia?

L.P. In Giappone, dove ho guidato IKEA per sei anni,  la comunicazione attraverso il blog è diventato un media con un peso paragonabile agli altri, forte di milioni di follower. Ritengo sia solo una questione di tempo che ciò succeda anche in Italia. Per IKEA è uno sviluppo di grande interesse, dato che il potere della comunicazione si sposta direttamente nelle mani dei cittadini e di persone che in questo modo, con poche risorse e un computer, possono esprimersi .

 D.S. Come è nata l’idea di coinvolgere i blogger?

L.P. Migliorare la vita a casa delle persone è una delle nostre priorità e, per farlo, ogni anno visitiamo centinaia di case per scoprire quali sono le esigenze e i sogni di chi ci abita.

I blog dedicati all’arredamento e al design, attraverso la loro visione, creatività e passione, sono un’ulteriore chiave di lettura dei nuovi bisogni e delle espressioni dell’abitare contemporaneo, ma anche uno strumento di dialogo. Scoprire, conoscere e premiare i migliori blog italiani che raccontano e vivono la casa è diventato un progetto con Casa Facile e Design Street come media partner.

D.S. Quali sono stati i principi nella selezione dei blog?

L.P. La selezione è stata una sfida appassionante e impegnativa. Più di 200 blogger hanno partecipato al concorso: blogger che hanno aperto il loro blog per gioco o con uno scopo professionale. E’ stato un viaggio emozionante e ricco di riflessioni che ci ha portato a navigare tra le loro pagine, scoprendo dimensioni diverse, ma anche aspetti comuni. Le categorie individuate all’origine per lanciare il concorso – contenuto, grafica, originalità e visibilità sui social network – sono state i nostri riferimenti nel procedere alla selezione. E poi la condivisione con l’esperienza e la sensibilità degli altri  giurati per arrivare a decretare i 14 vincitori.

D.S. Che cosa hanno in comune i blog selezionati?

L.P. L’entusiasmo e la freschezza nel dare voce alla loro passione per il mondo della casa. La voglia di condividere e di ispirare attraverso una ricerca tutta personale di modi di vivere, di arredare e di intendere la casa. Anche fuori dai confini nazionali, in quel mondo apolide proprio a Internet.

D.S. Pensate di coinvolgere in qualche progetto futuro i blogger che hanno partecipato al concorso IKEA BLOG-IN?

L.P. E’ stato per noi un’esperienza fantastica aver potuto conoscere e condividere la passione per la casa e il design di tutti coloro che hanno partecipato al concorso IKEA Blog.in. E a questo proposito stiamo valutando alcune iniziative.

Lars Petersson è nato a Ströby, in Svezia nel 1959 e si è laureato nel 1983 in Marketing presso l’Università di Lund.

La sua esperienza professionale in IKEA è cominciata nel 1983. Nel 1987 è diventato Sales manager Retail per IKEA Svezia e nel 1991 ha assunto la responsabilità delle vendite dei mobili IKEA nell’area del Nord Europa. Nel 1995 si è trasferito in Italia dove è rimasto fino al 2001 come Marketing Manager e dal 2001 al 2005 ha lavorato per IKEA International come Global Marketing Manager.

Nel 2005 si è trasferito in Giappone, avviando un nuovo mercato per IKEA, come Presidente e CEO. È rientrato nel nostro Paese nel 2010 come Country Manager di Ikea Italia.

Sposato con due figli, dedica il suo tempo libero oltre che alla sua famiglia, alla musica, suona il basso e l’armonica.

Lo avevamo immaginato e così è stato: il concorso IKEA Blog-in si è rivelato un grande successo che conferma quanto nel nostro paese amiamo la casa e quanto ci piaccia condividere la nostra passione con gli altri.

Oltre 200 blog di arredamento, da tutta Italia si sono iscritti al contest e vi assicuro che decretare i vincitori è stata un’impresa davvero difficile.

Quante serate passate a esaminare i blog uno per uno: i contenuti, l’originalità, la visibilità, il design. Guardarli e riguardarli con lentezza, in tutte le loro sezioni, per coglierne appieno lo spirito ed evitare giudizi affrettati…

E quante riunioni con gli altri membri della giuria: Giusi Silighini, direttore di CasaFacile, Mariangela Viterbo, responsabile ufficio stampa prodotto di IKEA Italia e Lars Petersson, amministratore delegato di  IKEA Italia. Osservazioni, confronti, scambi di opinioni a volte condivise, a volte discusse animatamente con una partecipazione da “dopo-partita” che ha coinvolto tutti.

È stato un lavoro lungo e, non lo nego, faticoso, ma al tempo stesso pieno di sorprese, di emozioni, di soddisfazioni. E devo dire che alla fine i nostri giudizi sono stati concordi.

Ecco dunque i vincitori del concorso IKEA Blog-in, a partire dai due premi speciali:

La corona di “Best Blog” assoluto è andata a Appunti di Casa (www.appuntidicasa.com) di Valentina Raviolo, mentre il premio speciale IKEA va a Il Pampano – Kids Design (www.ilpampano-designbimbi.com) di Simona Ortolan.

Passiamo ora ai primi premi per la varie sezioni:

1° premio per l’originalità: La Tazzina Blu di Camilla Corradi (www.latazzinablu.blogspot.it)

1° premio per i contenuti: Interior x Break di Alessia Forte (www.interiorbreak.it)

1° premio design a Red Address di Marzia Malli e Arianna Battistessa (www.redaddress.it)

1° premio per la visibilità a My Washitape di Anabella Veronesi (www.mywashitape.com)

Queste sei blogger vincono il primo premio, un favoloso viaggio  in Svezia, la patria del design scandinavo e, soprattutto,  di IKEA…

Ma non è tutto! Ecco i blog che hanno vinto il secondo premio, un buono acquisto da 250 € da spendere in qualsiasi negozio IKEA in Italia,:

2° premio per l’originalità a Elisabetta Rizzato (www.er-interiordesign.com)

2° premio per i contenuti a Valentina Daveri  (www.adaywithv.blogspot.it)

2° premio design a Sabina Sala (www.margheritefarfalleesogni.blogspot.it)

2° premio per la visibilità a Katia di Maglie (www.artoleria.com)

E infine i vincitori del terzo premio, una poltrona IKEA Poäng in multistrato di betulla completa di poggiapiedi, vanno ai seguenti blogger

3° premio per l’originalità a Rosandra Ferri ( www.mommo-design.blogspot.it)

3° premio per i contenuti a  Elisabetta Viganò (www.stylist-a-porter.blogspot.it)

3° premio design a Luca Gentile  ( www.think.bigchief.it

3° premio per la visibilità a Rosaria Carvelli (www.arscity.com)

Sarà possibile incontrare i vincitori in occasione della premiazione che avverrà durante il Fuorisalone di Milano, il prossimo aprile.

Intanto, se volete sapere qualcosa di più sulle blogger selezionate, non perdetevi l’intervista che pubblicheremo nei prossimi giorni, dove ognuna racconta in poche parole se stessa e lo spirito del proprio blog.

Stay tuned!

www.ikea.it

Avevamo anticipato che in autunno ci saremo presentati con grandi novità; e le novità stanno per arrivare! Il 4 novembre uscirà in tutte le edicole LINK Design Magazine, un nuovo mensile di design.

Come molti di voi avranno già potuto vedere su Facebook (e qualcuno, più curioso, lo aveva già subodorato), il progetto nato con Design Street esattamente sei mesi fa si sta evolvendo. Già. Segnatevi nell’agenda il 4 novembre perché quel venerdì uscirà in tutte le edicole Link Design magazine, un nuovo mensile dedicato, proprio come Design Street, al design, alle idee, alla creatività in genere.

Link Design Magazine non vuole essere un altro (l’ennesimo) giornale di arredamento. No. Link vuole essere un giornale nuovo e innovativo per diverse ragioni.

Innanzitutto perché, a differenza di altri mensili, è un giornale che nasce nell’era del web, dopo un attento studio e una lunga frequentazione della rete, delle sue modalità di interscambio, di condivisione, di fruizione delle notizie. È un progetto che nasce da una personale esperienza di 20 anni nel mondo della carta stampata e dopo due anni di analisi e di lavoro nel Web.

Poi perché non si rivolge solo agli addetti ai lavori, ma a tutti i curiosi e ai moltissimi appassionati che amano il design, che lo seguono sul web, che frequentano i blog.

Link parla un linguaggio chiaro, semplice, mai “calato dall’alto”. Non mostra il design ma lo racconta, lo spiega, attraverso storie, interviste, mostrando i progetti più interessanti, dando spazio a quegli argomenti (i giovani designer, il design etico) che solitamente non ne trovano nei mezzi tradizionali.

Poi perché Link non è solo un giornale. È molto di più: un vero e proprio Design Network multimediale. Già perché al mensile cartaceo, che uscirà a novembre a livello nazionale con l’eccezionale tiratura di 160.000 copie, si affiancherà un Website e un Web Magazine, un secondo giornale (completamente diverso e dai contenuti monografici) sfogliabile on line oppure scaricabile dal sito. Oltre, ovviamente, a Design Street che farà parte integrante del network continuando a proporre il top del design a livello internazionale.

Non mancate quindi al doppio appuntamento del 4 novembre (in edicola e sul web) con il nostro nuovo Link Design Magazine. Vi aspetto!

www.linkdesignmagazine.it

Per gli “addetti ai lavori” del settore design, settembre è un po’ il primo giorno di scuola. Inizia qui infatti, dopo la pausa estiva, l’anno accademico del design e con esso, immancabili, i primi importanti eventi internazionali.

Prima fra tutte, Maison & Objet, la mitica fiera parigina che quest’anno vedrà il debutto (sulla scia delle principali capitali che già lo fanno) della prima Paris Design Week, dal 12 al 18 settembre. A ruota segue Londra che accavalla due importanti eventi: il rinomato London Design Festival (17-25 settembre) e il 100% Design (22-25 settembre). Poi ci sarà Oslo (il 3 e 4 settembre), Istanbul (dal 28 settembre) e ancora Vienna (dal 30 settembre).

E ottobre, poi, non è da meno, con Mosca, Ljubljana, Madrid, Lipsia, Barcellona… Insomma, ce n’è per una vera indigestione di Design.

Design Street, ovviamente sarà presente ai principali appuntamenti per portarvi le novità più “fresche” e interessanti.

Ma non è tutto! Da ottobre infatti dovremmo essere in grado di anticiparvi una grossissima novità che ci riguarda in prima persona e che ancora, per scaramanzia, preferiamo non rivelare. Una novità alla quale stiamo lavorando da molto tempo con grande entusiasmo e che ci auguriamo di potervi annunciare a brevissimo.

Prepariamoci dunque ad un settembre in prima linea!

Massimo Rosati

PS.

Non mi stanco di ribadire che il contatto con i fans è per me molto importante oltre che estremamente gradito. Non esitate dunque a scrivermi e/o a chiedermi l’amicizia. Io non posso farlo con tutti (siete troppi) ma sarò felice di rispondere a tutti!!!

www.facebook.com/massimo.rosati.architetto

[email protected]

La positiva esperienza di Design Street ci ha dato grandi soddisfazioni e ci ha insegnato molte cose, che stiamo cercando di mettere a frutto con dei nuovi progetti di cui a breve vi parleremo!

Design Street è nato tre mesi fa come web magazine italiano dedicato al design contemporaneo, ma è il risultato di un anno di frequentazione, osservazione e analisi della Rete, dei suoi linguaggi, delle sue dinamiche e delle nuove modalità di fruizione delle notizie da parte degli utenti.

Abbiamo studiato i principali siti e i più seguiti blog italiani e stranieri dedicati al design per capire cosa funziona e cosa non va, cosa manca, cosa ci piace e cosa non ci piace. Abbiamo osservato l’interazione degli utenti: quali sono le notizie più cliccate, quali i commenti lasciati, quali i post più condivisi.

Le conclusioni che abbiamo tratto sono molto interessanti: forse banali ma si sa… a volte le cose troppo ovvie non saltano all’occhio.

Innanzitutto il design non è più (finalmente) una materia riservata agli addetti ai lavori. La presenza del grande pubblico alle Fiere, ai Saloni, ai Festival, alle “Design Week”, è straordinaria e in continua crescita.

In secondo luogo che gli utenti della rete sono diventati sempre più curiosi, preparati ed esigenti: sono alla ricerca di un mix idee, novità, curiosità, cose belle da condividere con gli amici e con tutti gli appassionati del design.

Che hanno stancato linguaggi troppo intellettuali così come i contenuti “calati dall’alto”. Ma anche, al contrario, i linguaggi e i contenuti banali. Che il nuovo pubblico design apprezza la semplicità, la chiarezza, la trasparenza, un linguaggio diretto. Che desidera conoscere sempre di più ma non ama chi fa lezioni ex cathedra.

I tanti riscontri positivi dei nostri utenti, dei nostri fan (già un migliaio in meno di tre mesi!!!), i commenti, le condivisioni, ci fanno pensare di essere riusciti a proporre agli appassionati di design che popolano la rete un servizio nuovo e interessante. Uno dei commenti che più ci hanno fatto piacere (e che ci ha fatto sorridere…) è stato quello di una nostra fan: “Finalmente un web magazine italiano a livello di quelli stranieri (ma senza doverlo tradurre!)”.

Ringraziamo dunque i nostri fans e tutti quanti (e sono sempre di più) ci seguono quotidianamente, pregandovi di continuare a scriverci, a commentare e a condividere i nostri post per aiutarci a creare una “Strada del Design” sempre più bella, aperta, frequentata e vivace!

Massimo Rosati

 

PS.

Il contatto con i fans è per me molto importante oltre che estremamente gradito. Non esitate dunque a scrivermi e a chiedermi l’amicizia. Io non posso farlo con tutti (siete troppi) ma sarò felice di rispondere a tutti!!!

www.facebook.com/massimo.rosati.architetto

[email protected]

PURE, leader mondiale nella produzione di radio digitali DAB+ e Internet, presenta Sensia, la prima radio digitale e Internet da “vedere”, con touch screen a colori che riconosce e permette di acquistare in tempo reale i brani che si stanno ascoltando.

Sensia è una radio digitale assolutamente innovativa, che integra la tecnologia Flow di PURE. È la prima radio ibrida al mondo: FM, DAB+, DMB-a & Internet, in grado di portare “app” sullo schermo touch a colori ad alta risoluzione da 5.7”, 640×480, ma anche immagini, che l’emittente trasmette in internet (Vis) quando sintonizzata sulla relativa stazione FM (RadioDNS). Finalmente, tutto in italiano!

Con questo sofisticato, ma semplice modello Hi-Fi, gli utenti possono interagire in modo sorprendente con i contenuti radio live e su richiesta, tra cui: podcast e servizi di riascolto, radio digitale, FM, una serie di “app” PURE come Meteo (le previsioni di una settimana di più località a scelta), Picasa (per far scorrere le foto delle vacanze, come pure il catalogo dei prodotti), Facebook e Twitter, e il riproduttore di feed RSS (per essere costantemente aggiornati con le ultime notizie di cronaca, politica, finanza, sport, tecnologia, etc).

Sensia è un dispositivo multimediale che consente anche di ascoltare in streaming tutta la musica salvata nel computer o su un supporto di archiviazione in rete.

Quando sintonizzata sulle emittenti Italiane che trasmettono in DAB+, Sensia riceve musica e la riproduce con la qualità digitale ClearSound di PURE, ma visualizza anche testi che scorrono e immagini che ruotano come in una presentazione PowerPoint; quest’ultima funzione si chiama slideshow** ed è la nuova frontiera della radio digitale broadcast, on air, gratuita, per tutti.

Sensia inoltre si collega a The Lounge (http://new.thelounge.com/it), il portale radio e multimediale di PURE, che mette a disposizione degli utenti oltre 15.000 stazioni radio internet e un numero enorme di podcast. Qui la ricerca può essere fatta, oltre che sul sito, anche direttamente dalla radio in base alla combinazione di 5 fattori: nome, genere, paese, lingua o qualità. The Lounge, forse l’unico portale di questo tipo in Italiano, offre inoltre la possibilità di ascoltare sul web e sulle radio PURE una selezione unica di suoni d’atmosfera e d’ambiente, per il massimo relax.

Altra novità presente nella nuova Sensia è FlowSongs. Questo servizio musicale consente all’utente d’identificare le tracce ascoltate da una qualsiasi stazione radio e di acquistarle subito online, con un semplice click. Il brano così acquistato rimane a disposizione nel cloud e può essere ascoltato in ogni momento e da qualsiasi dispositivo. Tutte le radio PURE dotate di tecnologia Flow (Sensia, Contour, Evoke Flow, One Flow) dispongono di questa innovativa funzione.

Sensia è concepita per conferire una nota distintiva a ogni ambiente, grazie all’originale forma ellittica che conferisce spazialità al suono allontanando fra loro gli altoparlanti stereo, e ai quattro colori tra cui scegliere: rosso, giallo, nero e bianco.

Un supporto sottostante permette di orientare la radio per avere la migliore visuale e un telecomando coordinato aggiunge il tocco finale al design.

www.pure.com/it