Un ambiente tecnologico ed esperienziale disegnato intorno all’uomo. Ecco Spazio Lenovo, lo store milanese della multinazionale cinese del settore hi-tech firmato da Alessandro Luciani.

 

Progettare spazi emozionali. È questo l’imperativo nel retail oggi. In un mondo sempre più digitale dove è sufficiente un solo click per acquistare qualsiasi cosa, cresce infatti il bisogno di vivere esperienze analogiche che mettano al centro le relazioni. Un bisogno di socialità e condivisione alla base del progetto di Spazio Lenovo, lo store della multinazionale cinese del settore hi-tech disegnato da Alessandro Luciani, aperto a Milano nel settembre 2020

Già, Spazio Lenovo è molto più di un negozio. È uno spazio progettato intorno all’uomo, dove convivono due mondi apparentemente distanti come la natura e la tecnologia. “Non è una semplice vetrina, né uno store tradizionale ma uno spazio polifunzionale fortemente connotato dalla identità di brand”, spiega appunto Alessandro Luciani.Un ambiente fluido, elegante, colorato e gradevole, dove il passaggio tra natura e tecnologia diventi facile, immediato e funzionale. Ho voluto ricreare la socialità e la condivisione degli spazi di una agorà greca e, nel contempo, accorciare le distanze tra mondo esterno e interno”.

Uno spazio polifunzionale ed esperienziale

Sviluppato su due livelli, Spazio Lenovo è diviso per aree funzionali. Il piano terra è un luogo di rappresentanza pensato per accogliere eventi e presentazioni di prodotti, in collaborazione con sponsor e aziende partner. Il primo piano ospita gli spazi commerciali e di business, l’area Legion dedicata al gaming, l’area della realtà virtuale e dell’educational, il corner Motorola (brand di Lenovo), un’area B2B, un auditorium e un bistrot concepito come punto di incontro e zona per il coworking.

A legare tutti gli ambienti sono i colori. Turchese, fucsia, arancione, lilla, blu e verde. Una palette vivace studiata per richiamare i pattern grafici di Lenovo e per trasmettere energia positiva. Il colore, elemento centrale in tutto il lavoro di Alessandro Luciani, è infatti fondamentale nella creazione di un ambiente esperienziale perché ha il potere di modificare le nostre emozioni.

A enfatizzare ulteriormente i colori, l’uso del vetro dicroico. Un materiale che consente un gioco di riflessi e richiama il cambio cromatico che avviene durante la giornata, in un dialogo costante tra luce naturale e artificiale.

I richiami al mondo naturale

Non solo colori, però. Spazio Lenovo si caratterizza anche per i molteplici richiami al mondo naturale. Dalle 13 colonne rivestite con verde verticale stabilizzato ai pavimenti in gres porcellanato effetto seminato che ricordano il vialetto di un giardino. Mentre gli arredi sono stati disegnati da Alessandro Luciani, reinterpretando i segni grafici del brand. Un esempio su tutti, la base dei tavoli con piano in solid surface che sembra trasformare la L di Lenovo nel gambo di un fiore. L’obiettivo: creare uno spazio dove le persone possano stare bene e fare nuove esperienze, avendo la sensazione di trovarsi in un ambiente esterno.

Il “Best of the Best” del retail 2020

Spazio Lenovo ha vinto il premio International Design Competition ‘Best of the Best’ Class 2020 indetto dal Retail Design Institute americano. Unico progetto italiano tra i 25 migliori spazi di retail selezionati. A conquistare la giuria è stato proprio il dialogo tra tecnologia e natura. Una perfetta fusione che crea un vero e proprio ecosistema rappresentativo del brand.

Author

Mi occupo di comunicazione digitale, creando contenuti testuali per agenzie di comunicazione, studi di design e aziende di arredamento. Nel 2012 ho fondato Interior Break, un blog dedicato all’interior design, eletto nel 2014 migliore blog di arredamento per i contenuti nel concorso “Blog-in”, lanciato da IKEA Italia.

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.