Da Firenze a Barcellona, da New York a Petra, da Milano a Mosca. 16 sedie dedicate ai monumenti più iconici di 10 città del mondo. Ecco CITYNG, il progetto firmato da Cosimo De Vita per Savio Firmino.

Un omaggio ai monumenti più iconici del mondo. Un viaggio immaginario tra Oriente e Occidente. Un invito al confronto e alla condivisione. Possiamo riassumere così CITYNG, la collezione di sedie dell’azienda fiorentina Savio Firmino che verrà presentata a Milano, in occasione del Supersalone di settembre. Una linea di 16 sedie “monumentali” firmate dal designer e artista Cosimo De Vita.

Un invito al viaggio e alla condivisione

Sedie monumentali, dicevamo. In senso figurato ma soprattutto letterale. Perché CITYNG riproduce nello schienale i monumenti simbolo di 10 città del mondo. Un viaggio che parte da Firenze, città natale di Cosimo e sede dell’azienda Savio Firmino, con il tributo alla Basilica di Santa Maria Novella, Santo Spirito, Santa Croce, San Lorenzo, San Miniato al Monte e la cattedrale di Santa Maria del Fiore (il Duomo di Firenze). Prosegue in Italia a Milano, con il Duomo, e a Roma, con il Palazzo della Civiltà Italiana. Ci porta poi a Parigi, con la sedia dedicata alla Cattedrale di Notre-Dame, e a Barcellona, con la Sagrada Família di Gaudí. Continua a Mosca, raccontata dalla fortezza del Cremlino, e a Petra, con il monumento El Khasneh al Faroun scavato nella parete rocciosa. E poi ancora a New York, con il Chrysler Building e il Ponte di Brooklyn, Agra con la sedia dedicata al Taj Mahal e Wǔhàn, ricordato con la Pagoda della Gru Gialla.

Una tecnologia per tracciare la storia di ogni sedia

Tutte le sedie CITYNG di Savio Firmino sono prodotte artigianalmente in legno massello e decorate con un pantografo a controllo numerico. Una perfetta sintesi tra maestria artigianale e tecnologie avanzate, con un plus che le rende uniche.

CITYNG sarà, infatti, la prima collezione del settore manifatturiero a essere completamente tracciata e certificata nell’intera produzione con la tecnologia Blockchain.
Di cosa si tratta? Per ogni sedia è stato realizzato un gemello digitale che nel mondo reale punta a un database distribuito. Le informazioni contenute all’interno del registro (anno e luogo di produzione, materiali, ecc.) potranno essere visualizzate e verificate dal cliente mediante un sistema NFC o per mezzo di un QR Code.

L’applicazione della tecnologia Blockchain permette di offrire una garanzia chiamata “Circle Life”. Una certificazione documentale che segue l’intero ciclo di vita del prodotto: progettazione, realizzazione, riparazioni, rivendita, eventuale dismissione. Per tracciare la storia di ogni prodotto e garantire così la sua autenticità e unicità.

“Un percorso nato dalla volontà di tracciare l’intera produzione dell’azienda. Una tracciabilità che sia immutabile nel tempo e dia quindi un valore aggiunto al prodotto, salvaguardando e valorizzando al tempo stesso il valore dell’intera filiera e l’unicità del Made in Italy”, spiega Cosimo Savio, Presidente di Savio Firmino.

Non rimane che aspettare il Supersalone per sedersi e cominciare il viaggio.

Author

Mi occupo di comunicazione digitale, creando contenuti testuali per agenzie di comunicazione, studi di design e aziende di arredamento. Nel 2012 ho fondato Interior Break, un blog dedicato all’interior design, eletto nel 2014 migliore blog di arredamento per i contenuti nel concorso “Blog-in”, lanciato da IKEA Italia.

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.