Gubi amplia la collezione Pacha di Pierre Paulin

Editor:

Gubi lancia nuovi progetti di Pacha, la collezione firmata dal designer francese Pierre Paulin. Alla Pacha Lounge Chair si aggiungono una poltrona con braccioli, un divano e un pouf.

Gli ultimi trend parlano chiaro. Al design piacciono le curve. Già, che si tratti di poltrone, divani o sedie, poco importa. Ciò che conta è che gli arredi abbiano forme piene e arrotondate. Una tendenza ispirata soprattutto agli anni ’70, un decennio in cui le sedute si fanno generose, puntando tutto sul comfort e sulla convivialità.

In linea con questo ritorno agli anni ‘70, il brand danese Gubi ha rieditato nel 2018 Pacha Lounge Chair, la poltrona dalle forme organiche firmata dal designer francese Pierre Paulin nel 1975.

Il comfort come punto di partenza

Una nuvola. È questa la forma a cui viene da pensare guardando i primi schizzi della Pacha Lounge Chair di Pierre Paulin. Una nuvola scultorea ma dall’aspetto rassicurante, così come lo sono tutte le sedute del grande progettista francese. Dalla poltrona Mushroom per Artifort (1960) alla Pumpkin (1971), oggi prodotta da Ligne Roset, fino al più recente progetto Flower per Magis (2009). Icone del design contemporaneo dalle forme organiche e avvolgenti pensate per accompagnare il corpo umano, dove il comfort è sempre il punto di partenza.

Una poltrona in anticipo sui tempi

Pacha è una lounge chair bassa in schiuma dalle linee morbide, che ricorda quasi un pascià intento all’ozio. L’assenza di gambe dà alla poltrona un carattere amichevole e accogliente, mentre la base in metallo e le linee di giunzione che strutturano la schiuma le donano un aspetto elegante. Si tratta di un progetto innovativo per l’epoca, sia per i materiali impiegati che per il nuovo concetto di seduta proposto. Innovazioni che, però, non furono capite quando la poltrona fu lanciata nel 1975. Per questo Pacha non conobbe lo stesso successo di altri progetti di Paulin ed è raramente menzionata nelle sue biografie.

“Mio padre ha sempre cercato di modernizzare ciò che già esisteva, per migliorarlo. Sfortunatamente il mercato francese non era pronto per la collezione Pacha nel 1975. Grazie a Gubi, adesso daremo a questa collezione il destino che Pierre Paulin avrebbe voluto per lei”, spiega Benjamin Paulin, figlio di Pierre Paulin e co-fondatore di Paulin, Paulin, Paulin (l’impresa di famiglia nata per mettere in produzione i progetti non realizzati da Pierre Paulin).

Nel 2020 la famiglia Pacha cresce

Nel 2020 Gubi arricchisce la collezione Pacha con nuovi progetti. All’iconica Pacha Lounge Chair senza braccioli si affiancano una versione della poltrona con braccioli, un divano e un pouf.

Il divano è disponibile da due a cinque sedute o in una versione modulare ampiamente configurabile, in cui è possibile anche inserire un bracciolo fra ciascuna seduta per un maggiore comfort. La Pacha Lounge Chair con braccioli avvolge la zona lombare ed è proposta anche in una versione girevole, per dare una ulteriore flessibilità a livello ergonomico.

La collezione Pacha è disponibile in diversi rivestimenti in tessuto. La base è proposta nell’originale finitura oro o in nero opaco.

Alessia Forte

Alessia Forte

Laureata in Lettere, creo contenuti per aziende del settore arredo e design. Nel 2012 ho aperto Interior Break, un blog sull'interior design e l'arredamento, con un focus sullo stile scandinavo. Nel 2014 Interior Break è stato premiato come “migliore blog di arredamento”, per la categoria contenuti, nel concorso "Blog-In" lanciato da IKEA Italia.

Articoli bio

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.