La galleria Antoniolupi al Salone del Mobile

Editor:

Lo stand più innovativo al Salone del Mobile 2019? Sicuramente la Galleria Antoniolupi. Una scoperta che ho fatto visitando una delle novità del Salone del Mobile 2019: l’esposizione chiamata S.Project, ospitata al padiglione 22 e dedicata alla multisettorialità. La Galleria Antoniolupi è stata per me una vera e propria sorpresa per diverse ragioni che spiego una ad una.

Il concetto espositivo innanzitutto. Un’idea che, come mi ha raccontato lo stesso Andrea Lupi – Amministratore Delegato dell’azienda – nasce da una sfida. Quella di utilizzare in maniera inedita il grande stand fieristico. Come? Nel modo meno scontato e probabilmente più inaspettato… Senza presentare i mobili da bagno! Un vero paradosso, se pensiamo che l’azienda toscana è tra i brand più importanti al mondo nel settore arredo bagno di design…

Una sfida coraggiosa, bisogna ammetterlo, ma che è stata decisamente vinta, come può facilmente confermare chiunque abbia visitato lo stand.

In secondo luogo per l’allestimento stesso, curato da Calvi Brambilla. Un allestimento quasi “museale” attraverso 5 stanze, ognuna dedicata ad un elemento. La sala dell’acqua, la sala del fuoco, la sala del marmo, la sala degli specchi e infine la sala del colore.

Un percorso emozionale che ha voluto invitare i visitatori ad una “riflessione sulla materia”. O meglio, sui diversi materiali di cui sono realizzati gli oggetti di design prodotti da Antoniolupi, esposti in maniera tale da suggerire nuove ed insolite chiavi di lettura.

Una galleria espositiva in grado di trasformare i visitatori in spettatori di una rappresentazione teatrale. Di una performance interpretata non da artisti in carne ed ossa, ma dagli oggetti di design stessi, destrutturati, decontestualizzati e ricomposti in un allestimento scenico inaspettato.

L’ultima cosa che mi ha molto colpito è la forza evocativa dello stand, probabilmente uno dei più fotografati al Salone del Mobile 2019. L’estrema raffinatezza delle composizioni e la grande cura nel dettaglio espositivo, oltre ovviamente alla bellezza dei prodotti, hanno rappresentato un mix irresistibile che ha catturato i visitatori-spettatori. E questi lo hanno raccontato con le proprie immagini-interpretazioni.

Un esempio che mi riguarda. Questa mia foto, scattata nello stand e immediatamente postata su Facebook, ha ottenuto 261 like ma soprattutto ben 63 condivisioni!

Che dire? Un esperimento riuscito che conferma Antoniolupi un’azienda non solo leader a livello commerciale, ma anche culturale.

Bravi!

Massimo Rosati

Massimo Rosati

Sono architetto, giornalista e blogger. Sono consulente strategico di design management e di comunicazione del design. Aiuto i business innovativi a crescere e a raggiungere i propri obiettivi nel modo più rapido, economico, efficace. Se pensi che posso essere d'aiuto anche a te, contattami qui: [email protected]

Articoli bio

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.