Deanna Comellini, la donna che ha inventato il tappeto contemporaneo

Editor:

Deanna Comellini, fondatrice di GT Design, si può definire senza paura di esagerare, “la donna che ha inventato il tappeto contemporaneo”.

Quando nasce GT Design

Deanna inizia a lavorare nel mondo del design a Bologna nei primi anni 70. Il tappeto è la sua passione e lo dimostra nel 1977 aprendo GT Design, di cui è ancora oggi designer e art director.  Una scelta obbligata, vista la sua passione per il tappeto che si unisce fin da subito alla voglia di scoprire e sperimentare nuove forme e materiali ad alto contenuto tecnologico.

Il “design imperfetto” di Deanna Comellini

Deanna Comellini inizia fin da subito una sua personale ricerca progettuale, che presto diventa la sua cifra stilistica e la sua filosofia produttiva.

Nel decennio successivo, cioè durante gli anni ’80, la designer è impegnata a scoprire, esplorare e salvaguardare l’artigianato e le tecniche tradizionali di diverse culture internazionali.

Da questa ricerca nasce la sua idea del cosiddetto design imperfetto. La sua attenzione si rivolge all’hand made, ai materiali naturali, al coloree alle forme elementari, che negli anni ‘90 la portano a creare un genere nuovo, reinventando la presenza del tessile nell’interior design. Oggi la sua ricerca progettuale si focalizza sul tappeto contemporaneo, inteso come elemento essenziale dell’architettura di interni.

Il Manifesto del Tappeto Contemporaneo

Denna Comellini stila il sui Manifesto del Tappeto Contemporaneo, che riportiamo integralmente:

Il tappeto è il suolo su cui siamo nati. Ci assomiglia. È il primo elemento attorno a cui si costruisce l’atmosfera intima e domestica. Di una casa rappresenta il profumo, le abitudini, le poetiche. Il tappeto è un simbolo arcaico che per G.T.Design diviene contemporaneo, quotidiano, il segno che materializza i confini dello spazio personale.”

I tappeti contemporanei GT Design

La tessitura,da millenni la maggiore espressione di tecnologia, identità e innovazioneper ogni cultura e ogni popolo della storia. La designer considera anche noi, abitanti delle metropoli contemporanee come parte di questa millenaria cultura. E come ogni popolo, anche noi amiamo i tappeti e li usiamo per arredare le nostre case. Da lì a reinventare il tappeto come espressione evoluta del design contemporaneo il passo è breve. Il tappeto, secondo la visione e la ricerca di Deanna Comellini, mantiene i suoi valori culturali millenari ma come oggetto didesign dàvita a un nuovo umanesimo quotidiano. Il segno di un felice incontrotra il sapere artigiano e la cultura del progetto che da sempre orienta le collezioni di G.T.Design.

Dagli anni 80 G.T.Design ricerca e sperimenta nuove modalità di progettazione e di lavorazione delle fibre tessili. Protagoniste sono sempre e solo le materie naturali come il lino, il cocco, la viscosa, il bambù, la pura lana, la canapa, la seta…

La produzione GT.Design ancora oggi si concentra su una ricercata lavorazione artigianale che esalta l’imperfezione del prodotto e rende i prodotti unici e “vivi”. Ogni tappeto G.T.Design viene infatti prodotto su misura, anche con colori personalizzati. L’impegno creativo e la passione di Deanna Comellini ci insegnano, da più di 40 anni, a guardareil design contemporaneo da una nuova prospettiva. Più etica, più coinvolgente, più emotiva. In poche parole, più “umana”!

www.gtdesign.it

Massimo Rosati

Massimo Rosati

Sono architetto, giornalista e blogger. Sono consulente strategico di design management e di comunicazione del design. Aiuto i business innovativi a crescere e a raggiungere i propri obiettivi nel modo più rapido, economico, efficace. Se pensi che posso essere d'aiuto anche a te, contattami qui: [email protected]

Articoli bio

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.