Libero, informale e pop. Ecco BAM!, il divano di Massproductions ispirato alle opere dell’artista americano Roy Lichtenstein.

BAM! Sembra appena uscito da un’opera di Roy Lichtenstein il nuovo divano di Massproductions. Un richiamo evidente non solo nel nome, ma anche nel profilo grafico deciso e nei generosi volumi che compongono lo schienale e la seduta.

BAM! è stato lanciato da Massproductions nel febbraio 2021, in occasione della Stockholm Design Week. Il divano è stato disegnato da Chris Martin, co-fondatore del brand svedese, che racconta il progetto come un inno alla libertà.

“A casa mia ho un passaggio piuttosto stretto vicino al divano. Il bracciolo del mio vecchio divano era diventato una barriera nella stanza. L’ho sostituito con BAM e la stanza si è aperta. Ora posso raggiungere il divano anche di lato. Non mi mancano i braccioli, preferisco la libertà”, spiega Chris Martin.

Un divano libero e informale

BAM! è un divano libero e informale, che può inserirsi in qualsiasi ambiente. Non soltanto per la mancanza di braccioli, ma anche per il suo design semplice.

A comporre il sofà ci sono solo i due blocchi dello schienale e della seduta. Due volumi generosi che poggiano su gambe dalla forma squadrata. Il tutto rivestito con lo stesso tessuto per creare un effetto coerente e pulito.

In aggiunta, ci sono anche tre cuscini che possono essere utilizzati per lo schienale o come braccioli, per rendere il sofà più confortevole e accogliente.

Un progetto pensato in un’ottica di sostenibilità

Il divano BAM! si caratterizza anche per la sua attenzione alla sostenibilità. I cuscini sono imbottiti con piume d’oca e anatra recuperate da vecchi prodotti, che vengono lavate e sterilizzate ad alte temperature senza additivi chimici, per rendere il prodotto sicuro e anallergico.

Su ogni cuscino sono cucite delle grandi tasche nere, con scritto il nome BAM!, come ulteriore omaggio alla Pop Art e all’opera di Roy Lichtenstein.

BAM! è disponibile in tre dimensioni: a 2 posti, 3 posti o 4 posti. Il divano si può facilmente montare a casa, dove viene consegnato in imballaggi piatti. Un packaging a basso impatto ambientale che lo rende trasportabile in modo agevole anche in spazi stretti o su per le scale.

Author

Mi occupo di comunicazione digitale, creando contenuti testuali per agenzie di comunicazione, studi di design e aziende di arredamento. Nel 2012 ho fondato Interior Break, un blog dedicato all’interior design, eletto nel 2014 migliore blog di arredamento per i contenuti nel concorso “Blog-in”, lanciato da IKEA Italia.

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.