Ha aperto da poco le porte Azumi Setoda. Il ryokan dove vivere l’esperienza delle antiche locande giapponesi, senza rinunciare ai comfort degli hotel contemporanei.

L’atmosfera magica delle antiche locande giapponesi, tutti i comfort degli hotel moderni. Parliamo di Azumi Setoda, il ryokan che ha aperto da poco nell’isola giapponese di Ikuchijima. Una struttura ibrida pensata per viaggiatori alla ricerca di un’esperienza autenticamente giapponese.

Azumi Setoda è il primo ryokan di Azumi, il brand dell’ospitalità fondato da Adrian Zecha e Naru Developments. Situato all’interno di un complesso con 140 anni di storia, il ryokan è stato riportato a nuova vita dall’architetto Shiro Miura con un progetto che unisce in modo unico tradizione e contemporaneità.

Un equilibrato mix tra spazi comuni e angoli di privacy

Azumi Setoda propone un attento mix tra spazi aperti e ambienti più intimi. Dalla sala da pranzo principale con grandi tavoli comuni agli angoli pranzo più riservati, fino all’Azumaya, il rilassato giardino polivalente che offre anche una tranquilla area per la meditazione. Un’alternanza studiata per offrire agli ospiti il giusto equilibrio tra privacy e divertimento.

L’attenzione per gli spazi esterni

A rendere speciale Azumi Setoda è anche la grande attenzione per gli ambienti esterni. Ogni stanza è dotata infatti di uno spazio outdoor: giardino privato, ampio balcone o una combinazione tra i due. E ognuna è ben isolata grazie alla recinzione di cedro (il tradizionale kakine), progettata per armonizzare spazi privati e aree comuni.

Anche gli arredi si integrano alla perfezione con gli ambienti esterni. Tutti i mobili sono stati realizzati su misura in collaborazione con Doi Mokkou, un artigiano locale specializzato nella lavorazione del legno. E tutti sono stati creati con materiali naturali locali, soprattutto cipresso giapponese non finito. Inoltre, le altezze degli arredi sono personalizzate per garantire una vista ottimale sul giardino esterno.

Un autentico bagno giapponese

A completare il quadro la yubune, la tradizionale spa giapponese. Uno spazio di assoluto benessere dove vivere l’esperienza di un autentico bagno giapponese, tra sauna e bagni di limone e sale. Per rigenerare non solo il corpo ma anche l’anima.

 

Author

Mi occupo di comunicazione digitale, creando contenuti testuali per agenzie di comunicazione, studi di design e aziende di arredamento. Nel 2012 ho fondato Interior Break, un blog dedicato all’interior design, eletto nel 2014 migliore blog di arredamento per i contenuti nel concorso “Blog-in”, lanciato da IKEA Italia.

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.