L’Architettura Comunitaria di Vico Magistretti

Editor:

L’Architettura Comunitaria di Vico Magistretti.

La nuova sede del Comune di Cusano Milanino di Vico Magistretti, progettata dal grande architetto milanese verso la fine degli anni Sessanta, definisce un bell’esempio di Architettura Comunitaria, luogo e immagine della funzione pubblica e della comunità.

Quasi sempre ostaggio di mezzi limitati, ma di grande valore pratico e simbolico, il tema della qualità dell’edilizia pubblica di servizio al cittadino, merita di essere approfondito e definito quale possibile settore di studio specifico.

Uffici, sale consiliari, archivi, biblioteche, servizi, spazi multifunzionali, spazi aperti di intrattenimento e comunicazione sono solo alcuni dei contenuti che attendono nuove forme e rinnovati valori, i cui esempi di pregio solo raramente si ravvisano in ambito nazionale, dove ancora oggi la funzione dell’architettura risulta spesso soggiogata ad altro.

La mostra “Essenziale Magistretti”

Nel caso di Vico Magistretti, come testimoniato da una recente mostra degli elaborati di progetto resi disponibili dalla Fondazione Magistretti, promossa dalla Amministrazione comunale e a cura dell’arch. Andrea Cassone, il risultato è, come sempre nel suo lavoro, eccellente.

La mostra ha voluto riflettere anche sulle possibili modalità di ampliamento e adeguamento dell’edificio alle nuove necessità del Comune. Un progetto che parte da quello proposto nel 2003 dallo stesso Vico Magistretti.

Il Comune di Cusano Milanino è ancora oggi un edificio moderno, caratterizzato esternamente dalla tipica sobrietà dell’autore. Internamente si contraddistingue invece per una spazialità fluida e interconnessa, impostata sull’invenzione di un  cannocchiale obliquo che integra significati funzionali (la luce naturale portata all’interno) e simbolici (la trasparenza della amministrazione). Il tratto caratterizzante di Magistretti segna in modo unico e riconoscibile tutto il complesso.

Questo progetto di Architettura Comunitaria di Vico Magistretti è un esempio da proteggere e da conservare con una grande cura e con visione consapevole. E l’intervento di recupero dovrà però differenziarsi dalla pletora di interventi parziali operati in emergenza o per singole necessità.

Il primo edificio da sottoporre a tutela, che non a caso ospiterà la sede del “Centro Studi Architettura Comunitaria Vico Magistretti”, in corso di costituzione.

www.comune.cusano-milanino.mi.it

www.vicomagistretti.it

 

 

Marco Forloni

Marco Forloni

Articoli bio

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.