TABLAB Wall Covering lancia la collezione 8PER. Un omaggio alla dissacrante opera Merda d’Artista di Piero Manzoni a 60 anni dalla sua nascita.

“Merda d’artista. Contenuto netto gr. 30. Conservata al naturale. Prodotta e inscatolata nel maggio 1961”. Recita così l’etichetta sui 90 barattoli di latta firmati da Piero Manzoni nel 1961. Il titolo è stampato in quattro lingue – Merda d’artista, Künsterscheisse, Merde d’artiste, Artist’s shit – e il prezzo viene fissato in 30 grammi di oro zecchino.
Sono passati 60 anni da allora, ma Merda d’artista di Piero Manzoni continua ancora a spiazzare e a destare curiosità. Soprattutto perché ancora oggi è misterioso il contenuto della scatola. Aprirla vorrebbe dire infatti distruggere l’opera.

Per rendere omaggio a quest’opera dissacrante e ironica, l’azienda TABLAB Wall Covering in collaborazione con la Fondazione Piero Manzoni lancia una serie di carte da parati dedicata alle 90 scatolette di latta.
La collezione si chiama “8PER – Omaggio a Merda d’artista di Piero Manzoni” e sarà presentata in anteprima a Milano il 13 maggio presso la Casa degli Artisti, in occasione di una mostra dedicata all’opera di Manzoni.

Merda d’Artista di Piero Manzoni

Merda d’Artista di Piero Manzoni è una delle operazioni più provocatorie della storia dell’arte. Già, un’operazione artistica e non certo un’opera nel senso tradizionale del termine. Merda d’Artista è infatti composta da 90 scatolette per conserve alimentari, in ognuna delle quali Piero Manzoni affermò di aver conservato 30 grammi della sue feci.
Se sia davvero quello il contenuto delle scatole non ci è dato sapere, come dicevamo. Ciò che conta è la forte denuncia che c’è dietro quest’operazione. Presentare le sue feci come arte significava, infatti, per Piero Manzoni svelare il meccanismo assurdo di un’arte valutata solo in base al prestigio della sua firma. Perché se è la firma a dare valore a un’opera, anche una scatoletta di escrementi può diventare un capolavoro.
Ironia della sorte, i fatti hanno dato ragione a Piero Manzoni. Nel 2007, infatti, presso la casa d’aste Sotheby’s, una delle scatolette è stata battuta per 124 mila euro, mentre nel 2016, a Milano nella casa d’aste Il Ponte, un’altra scatoletta è stata aggiudicata per 275 mila euro. Quando la realtà supera le aspettative.

Com’è composta la collezione 8PER di TABLAB Wall Covering

Le carte da parati “8PER – Omaggio a Merda d’artista di Piero Manzoni” ripropongono le celeberrime scatole di latta con 8 decori diversi, tra varie cromie e originali giochi prospettici. La palette, che alterna colori accesi a tonalità più soft, definisce uno scenario sospeso fra geometria e surrealismo.
Il risultato è una collezione dalla forte personalità pensata per chi ama ambienti dal segno originale e contemporaneo.

Le carte da parati 8PER in mostra alla Casa degli Artisti di Milano

Le carte da parati “8PER – Omaggio a Merda d’artista di Piero Manzoni” di TAPLAB Wall Covering saranno presentate a Milano presso la Casa degli Artisti, dal 13 al 30 maggio 2021. L’allestimento è a cura dell’architetto Valer Palmieri, che già nel 2014 si era occupato della grande mostra su Piero Manzoni a Palazzo Reale, e ospiterà anche una delle 90 scatolette originali.

Per celebrare i 60 anni dell’opera, verrà presentato a breve anche il nuovo libro su Merda d’Artista, edito da Carlo Cambi Editore, sempre in collaborazione con la Fondazione Piero Manzoni. Il libro sarà disponibile in quattro lingue e con quattro saggi di Luca Bochicchio, Flaminio Gualdoni, Rosalia Pasqualino di Marineo e Marco Senaldi.

Author

Mi occupo di comunicazione digitale, creando contenuti testuali per agenzie di comunicazione, studi di design e aziende di arredamento. Nel 2012 ho fondato Interior Break, un blog dedicato all’interior design, eletto nel 2014 migliore blog di arredamento per i contenuti nel concorso “Blog-in”, lanciato da IKEA Italia.

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.