Tag

profumi

Browsing

Kenzo e Nendo: due maestri giapponesi, due modi diversi di intendere la creatività, due campi d’azione diversi (moda e design), due generazioni a confronto.

Un incontro ai vertici fra questi due grandi geni del sol Levante che si concretizza in Totem, un nuovo profumo nel quale lo stilista ha creato la fragranze e il designer il logo e il packaging.

Un connubio, quello fra Kenzo e Nendo, che ha portato alla nascita un profumo pensato per una una nuova generazione che, come i due creatori, non sente le differenze culturali e vive una propria identità senza confini, condividendo i propri stili di vita mobili e vibranti, come all’interno una nuova ‘tribu’ globale e contemporanea.

Questa nuova fragranza unisex, creata sviluppato da Kenzo Parfums a Parigi è stata sviluppata per simboleggiare la loro interconnessione: un Totem, appunto.

La bottiglia è realizzata in vetro color viola molto scuro e la sua particolare forma elementi sovrapposti ricorda un tradizionale totem. La bottiglia e il tappo si fondono l’uno nell’altro per creare un design dall’aspetto solido e monolitico.

La fragranza si è disponibile in 3 varianti, che però non si differenziano per l’etichetta, ma grazie a una semplice stringa di colore: gialla per la fragranza “woody citrus”, arancione per quella “woody floral” e blu per la “woody fruity”.

Anche il logo di questa collezione si compone solo di elementi geometrici “primordiali” come il rettandolo, il cerchio e il triangolo che, combinati insieme, uniti formano la scritta TOTEM con un carattere semplice e quasi primitivo.

Ph: Akihiro Yoshida

www.nendo.jp

Fragonard, uno dei più noti brand di profumeria e cosmetica, apre a Milano

Fragonard, uno dei più noti brand di profumeria e cosmetica, esce per la prima volta dalla sua Francia e apre Fragonard Milano, il primo negozio monomarca nel cuore della capitale lombarda. E lo fa in uno spazio di circa 60 mq in via Solferino 2, in zona Brera, uno dei quartieri più vivaci e creativi di Milano.

Il negozio, inaugurato da pochissimi giorni, è stato disegnato da François Muracciole ed esprime tutta la freschezza e l’eleganza del marchio. Non solo per il piacere dell’olfatto e della pelle dunque, ma anche degli occhi e della casa.

Oltre all’assortimento completo di profumi e cosmetici, infatti, il negozio ospita una curata selezione dei prodotti “Art de vivre” che comprende complementi per la casa, capi di abbigliamento e accessori per donna e bambino ispirati a quello stile di vita libero e naturale che ha reso famoso del brand francese.

Si apre così un nuovo capitolo della sua lunga storia sotto la guida di Agnès, Françoise e Anne, la quarta generazione di famiglia alla direzione dell’azienda. Fragonard, è tra le più antiche fabbriche di profumi di Grasse. Nel 1792 esisteva già un laboratorio per la produzione di profumi e nel 1926 nascono ufficialmente le Parfumerie Fragonard.

La sua attività principale è legata alla produzione di profumi, che si sviluppa interamente delle tre fabbriche di Grasse ed Eze e che si arricchisce ogni anno di nuove fragranze, oltre che di prodotti cosmetici per il viso, anch’e questi prodotto esclusivamente nella fabbrica-laboratorio di Eze.

La maison Fragonard è anche una dinamica realtà culturale. Oltre alle attività commerciali, Fragonard è impegnata nella gestione dei cinque musei privati aperti gratuitamente al pubblico tutto l’anno: il Museo Fragonard, il Museo Provenzale del Costume e del Gioiello a Grasse e i musei del Profumo a Grasse e Parigi.

www.fragonard.com

Nendo cosmetics

La semplicità è la sua firma. Il creativo studio Nendo, capitanato dal geniale e giovane designer Oki Sato, ha colpito ancora stupendoci come al solito per la poetica semplicità dei suoi oggetti.

Ecco che il designer giapponese ci stupisce con la sua nuova linea di Nendo cosmetics che comprende, oltre al portacandela profumata “Fiamma”, una linea di prodotti per la cura del corpo, che si aggiungono agli altri prodotti creati per il suo nuovo brand “by | n”.

Fiamma è un bicchierino portacandela candela in ceramica disponibile in due colori (bianco e nero) al quale il designer ha aggiunto un’apertura laterale che ricorda la fiammella di una candela. Una finestrella che, oltre ad avere una funzione decorativa, ha il triplice scopo di rendere più facile l’accensione della candela, di aumentare il flusso d’aria all’interno del bicchierino, nonché di aumentare la diffusione del profumo della candela.

Insieme a questo oggetto, Nendo ha creato una nuova linea di prodotti cosmetici sviluppati da “by | n”, il nuovo marchio originale di Nendo, insieme all’azienda “Beauté de Sae”.

Cosmetici di altissima qualità dagli ingredienti naturali a base di piante selezionate e oli essenziali, dal design semplice ed essenziale caratterizzato da un’etichetta che forma la prima lettera di ogni tipo di prodotto:

e applicata ai rispettivi contenitori. I 6 prodotti devono essere distinte esclusivamente attraverso contorno dell’etichetta nel seguente modo:

S= shampoo

C= conditioner

B= body soap

L= body lotion

H= hand soap

h= hand cream

Inoltre, si può scegliere tra due tipi di profumi: l’etichetta beige all’aroma ” Citrus Floral ” e l’etichetta azzurra “Citrus Herb”.

www.sogo-seibu.jp

 

Ph: Akihiro Yoshida

“The Garden Of Wonders, A Journey Through Scents” è una installazione visiva e olfattiva della fondazione BE OPEN che si può visitare fino al 24  maggio 2015 nell’Orto Botanico di Brera a Milano.

Una bella occasione per fare quella visita da sempre rimandata, soprattutto per i milanesi, agli storici spazi della Accademia di Brera e al suo orto, grazie ai padiglioni progettati da Ferruccio Laviani e interpretati sul tema del profumo da otto designer internazionali.

La fondazione Be Open, una iniziativa globale che produce eventi culturali ed espositivi a sostegno della creatività e della innovazione della imprenditrice Yelena Baturina, in collaborazione con la rivista Interni, ha ideato questo evento in città come fuori salone e per l’avvio di Expo.

Oggetto degli allestimenti è la rivisitazione e l’ipotetico rilancio di 8 storiche case profumiere oggi non più esistenti, a difesa del capitale di esperienze culturali e produttive, nonché del ciclo delle materie prime impiegate, reso oggi superato dai grandi operatori e dalle dinamiche del settore.

Un padiglione a parte è dedicato a odierne interpretazioni della boccetta di profumo, e uno alla mostra olfattiva con possibilità di annusare le essenze create per l’occasione da Gérald Ghislain fondatore del marchio Histoire de Parfums.

La Biblioteca Braidense, e in particolare la sala dedicata a Maria Teresa d’Austria, che ha visto i progettisti moderati dal critico Philippe Daverio esporre la propria poetica progettuale, vale da sola la visita.

www.beopenfuture.com