Tag

Bauhaus

Browsing

Loewe Bild 9 è la televisione d’ispirazione Art Deco e Bauhaus che diventa un vero e proprio oggetto per la casa da mostrare.
Elegante, bello e sofisticato, aggiunge al proprio spazio domestico una punta di carattere, grazie alle sue forme estremamente geometriche e all’attenzione al dettaglio.

Descrizione Loewe Bild 9

Loewe Bild 9 si presenta come un semplice televisione all’avanguardia con lo schermo Oled, che diventa un oggetto stand alone grazie alla struttura in telaio che ne impreziosisce la forma.

Il concept

Loewe Bild 9 nasce dall’idea di andare controcorrente con la tipica idea di televisore. Un oggetto diventato indispensabile per l’intrattenimento a casa. Ma nel corso degli anni e con l’avanzamento tecnologico, il televisore è diventato sempre più piccolo, o più sottile, mimetizzandosi con lo spazio circostante.

Così il direttore creativo Bodo Sperlein ha proposto una nuova visione, che non si discosta poi così tanto dalle televisioni in commercio. Ma con un piccolo genio creativo, questo oggetto diventa una vera e propria arte da voler esporre, che ha una propria anima e definisce lo spazio.

L’ispirazione Deco

Le forme di Loewe Bild 9 sono definite nel grande rettangolo dello schermo e nel telaio scultoreo dal colore contrastante. Forme diverse, colori diversi, ma perfettamente bilanciati.
Il telaio, realizzato in acciaio massello, è disponibile in color oro o grigio grafite, dotato di un comparto per nascondere i cavi che ne rovinerebbero l’estetica.

Minimale per un grande tocco di stile!

www.uk.loewe.tv

Sono una serie di lampade che si combinano in maniera diversa tra loro, ma con un’unica impronta: presentare qualcosa che sta tra lo stile Bauhaus e il contemporaneo.

Il carattere forte e deciso dell’era industriale che giocano con la semplicità dell’attuale minimalismo; forme sferiche che come bolle disegnano globi in bianco opaco, vengono attraversate da linee, superfici e volumi in alluminio e ottone, creando combinazioni nuove e quasi infinite.

Le lampade del designer Samuel Lambert riescono a regalare aspetti eleganti e suggestivi in ambienti sia residenziali che commerciali, ricchi di potenza, ma capaci di trasmettere anche un senso di tranquillità.

E un progetto del genere non poteva sicuramente non coinvolgere la maestria dell’artigianato, coinvolgendo attività locali ed esaltando le competenze dei soffiatori in vetro Quebec.

Così, come tutti i progetti dello studio Lambert & Fils, anche queste lampade sono state progettate, costruite e assemblate in loco, valorizzando le maestrie della regione di Montreal.

www.lambertetfils.com

Il Bauhaus si mette in mostra

Credo che nessuno abbia necessità di sapere cosa sia il Bauhaus, una delle più influenti istituzioni culturali del 20° secolo e luogo dal quale sono scaturite le tendenze principali della avanguardie europee Il Bauhaus è la culla del design moderno, luogo di nascita del prodotto industrial come lo intendiamo oggi.

Per la prima volta in assoluto, Vitra Design Museum presenta una grande mostra che offre una panoramica completa dell’idea di design che si è sviluppata all’interno della celebre scuola di Dessau.

La mostra, appena inaugurata e visitabile fino al 28 febbraio 2016, presenta una molteplicità di progetti rari, in alcuni casi, mostre mai visti prima, che comprendono diversi ambiti culturali: dal design all’architettura, dall’arte al cinema alla fotografia, documentando anche i processi di sviluppo e modelli sociali che hanno portato a questi risultati.

All’interno della mostra, e forse questa è la parte più innovative, si confronta con l’idea del Bauhaus con gli sviluppi attuali nell’universo del design, come ad esempio la rivoluzione digitale, oltre che con opere di molti designer e artisti contemporanei. Visto da questa angolatura contemporanea, il Bauhaus svela una serie di nuove sfaccettature di sorprendente attualità. Tra i designer e gli artisti messi a confront col Bauhaus, artisti in vetrina comprendono Marianne Brandt, Marcel Breuer, Ronan & Erwan Bouroullec, Lyonel Feininger, Joseph Grima, Walter Gropius, Enzo Mari, Olaf Nicolai, Aperto Scrivania, Adrian Sauer, Oskar Schlemmer e molti altri.