Quando riciclare fa rima con design

Editor:

 

Regenesi, nata qualche anno fa da un’intuizione della Maria Silvia Pazzi, è la prima realtà nel settore design e fashion a investire al 100% sul concetto di sostenibilità. Lo fa utilizzando, per una loro precisa scelta, solo materiali post-consumo trattati con processi di lavorazione innovativi che garantiscono identici standard di qualità rispetto alle materie prime vergini. Promuove quindi una bellezza sostenibile, nel totale rispetto dell’uomo e dell’ambiente.

Molto spesso però questi nobili intenti sono abbinati a prodotti che, in quanto a design, lasciano un po’ a desiderare. Non è questo il caso di Regenesi che ha affidato la creazione dei suoi prodotti a designer di fama internazionale come Matali Crasset, Marco Ferreri, Giulio Iacchetti, Setsu e Shinobu Ito, Kaisli Kiuru e Denis Santachiara. La collezione spazia dai complementi d’arredo agli accessori moda ed è distribuita on-line sul loro sito web, presso negozi selezionati o, come va molto di moda adesso, presso temporary store (e quindi per periodi limitati) nelle principali metropoli internazionali.

www.regenesi.com

One thought on “Quando riciclare fa rima con design

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.