Punctuation Marks: i mobili sottili come un punto esclamativo!

Editor:

Punctuation Marks: punteggiatura. Si chiama così la collezione del designer israeliano Neil Nenner, fondatore dell’azienda Gaga & Design, di cui abbiamo pubblicato altre interessanti sedute.

Punteggiatura, dicevamo, e non è difficile inuire il motivo di questo nome. In questa collezione Neil Nenner configura uno spazio ingannevole nel quale gli elementi d’arredo compiono e scompaiono al tempo stesso, come esili punti esclamativi, come le linee tracciate dall’inchiostro del pennello nella calligrafia cinese.

Si tratta di diversi elementi sottili, quasi inafferrabili – una sedia, un tavolo, una libreria – nei quali è difficile parlare di materiale (si tratta in realtà di tubi in acciaio e barre con finitura naturale e lamiera di Corten), quanto piuttosto del non-materiale. Come nella pittura cinese, la collezione Punctuation Marks produce una sorta di delicato paesaggio composto da linee più sottili e più marcate.

Oltre ai mobili tradizionali Neil ha disegnato anche una slitta, un elemento simbolico ricco di significati fantastici o nostalgici.

In un mondo costellato di oggetti costosi, enormi e ridondanti che vengono accumulati, spesso senza motivo o senza necessità, ecco che un oggetto della memoria, un ricordo d’infanzia è l’unica cosa di valore che riconosciamo. E forse non ha tutti i torti!

www.neilnenner.com

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.