La designer libanese Nada Debs presenta Marquetry Mania, una collezione di mobili e accessori dove l’intarsio è ripensato con un twist contemporaneo.

Tecniche artigianali tradizionali rilette in una chiave contemporanea. Questa è una delle tendenze più diffuse nel mondo dell’arredo. Lo dimostra la fortuna conosciuta di recente dalle ceramiche, diventate in molti casi terreno di interessanti sperimentazioni. E lo conferma il ritorno dell’intarsio, una tecnica antichissima che consiste nell’accostare piccoli elementi di vari materiali, ultimamente ripensata con un approccio moderno da tanti designer.

Oggi è proprio di mobili intarsiati contemporanei che parleremo. O meglio, di Marquetry Mania, l’ultima collezione firmata dalla designer libanese Nada Debs. Un progetto che ci ha colpito per il modo giocoso con cui è stato reinventato l’intarsio. Un modo di pensare fuori dagli schemi che probabilmente deriva dalla biografia multiculturale della designer. Nata in Libano, Nada Debs è cresciuta, infatti, in Giappone, ha studiato design negli Stati Uniti e ha viaggiato in lungo e in largo per il mondo, sviluppando uno sguardo non convenzionale. Adesso vive nella sua Beirut, una città ponte tra Occidente e Oriente che sta vivendo un momento di grande fermento a livello culturale. E dove la mancanza di una tradizione industriale ha portato i designer ad attingere al loro grande patrimonio artigianale.

Reinventare una tecnica tradizionale con un approccio quasi ribelle

“È tutta una questione di reinventare una tecnica tradizionale con un approccio moderno, quasi ribelle”. È così che Nada Debs racconta il suo lavoro. Ed è così che è nata Marquetry Mania. Una linea di mobili e accessori decorati con strisce intarsiate che creano colorati intrecci geometrici.

A comporre Marquetry Mania tavoli da pranzo, tavolini, mobili contenitori, lampade e accessori. Una collezione dalle forme morbide e arrotondate disponibile in diversi colori, fra cui un divertente rosa bubblegum con finitura laccata opaca.

Insomma, un progetto a metà fra design e artigianato, passato e presente dove l’unico imperativo è sorridere. Scusate se è poco!

Author

Mi occupo di comunicazione digitale, creando contenuti testuali per agenzie di comunicazione, studi di design e aziende di arredamento. Nel 2012 ho fondato Interior Break, un blog dedicato all’interior design, eletto nel 2014 migliore blog di arredamento per i contenuti nel concorso “Blog-in”, lanciato da IKEA Italia.

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.