Fienile: la lampada di Luceplan che nasce dai ricordi

Editor:

Un po’ lampada, un po’ casa. È Fienile, il nuovo progetto di Luceplan firmato da Daniel Rybakken ispirato agli edifici rurali nordici.

Casa o lampada? Un po’ tutte e due le cose. Parliamo di Fienile, il progetto firmato da Daniel Rybakken per Luceplan. Una lampada da tavolo che nasce dall’archivio dei ricordi della famiglia del designer.

“Ho scelto il nome fienile per un preciso riferimento alla fattoria in Norvegia dove mio nonno trascorse la sua infanzia. Un ricordo che da lontano mi ha ispirato nel disegnare questa lampada da tavolo. Con il suo basso tetto spiovente, i pilastri laterali e la parete centrale, volevo richiamare esplicitamente il mondo dell’architettura nordica”, spiega Rybakken.

Una piccola architettura domestica in cui custodire oggetti preziosi

Fienile è una piccola architettura domestica. Mentre le lampade da tavolo sono di solito centrate intorno a un asse verticale, il progetto di Luceplan si sviluppa in lunghezza. Una forma che trasforma la lampada in un vero rifugio, che può custodire al suo interno gli oggetti più cari.

“Pensando a questo progetto, ho immaginato di creare un prodotto che potesse anche ospitare e dar luce ai propri oggetti del cuore, da tenere con sé sul tavolo, in una posizione e in un’ottica privilegiata”, racconta per l’appunto Rybakken.

Come è composta la lampada Fienile

Fienile richiama la forma di un edificio rurale, dicevamo. Le pareti e il tetto spiovente di questo piccolo fienile sono in alluminio anodizzato satinato, estruso in un unico blocco massiccio e poi lavorato con un processo di fresatura CNC. Le superfici d’appoggio sono realizzate in sughero.

Nata come lampada da tavolo, Fienile è stata in seguito declinata anche in una versione a sospensione e in un modello da terra per esterno. L’intensità luminosa della versione da tavolo è regolabile con un dimmer sensor touch. I LED sono posizionati sotto al tetto per proiettare una luce morbida e calda.

Le facciate della lampada e le testate laterali costituiscono una sorta di palco illuminato, che dà vita a insolite composizioni di luci e ombre.
La lampada da tavolo è proposta in due dimensioni e in tre finiture anodizzate di grande tendenza: rosa, prosecco e verde foresta.


GUARDA LA NOSTRA SELEZIONE DI LAMPADE DA TAVOLO DI DESIGN


Alessia Forte

Alessia Forte

Laureata in Lettere, creo contenuti per aziende del settore arredo e design. Nel 2012 ho aperto Interior Break, un blog sull'interior design e l'arredamento, con un focus sullo stile scandinavo. Nel 2014 Interior Break è stato premiato come “migliore blog di arredamento”, per la categoria contenuti, nel concorso "Blog-In" lanciato da IKEA Italia.

Articoli bio

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.