Lock, il tavolo lamellare ad incastro in bambù

Editor:

Lock, come chiuso, bloccato, infinito: questo è il nome del tavolo lamellare in bambù progettato dal designer olandese JP Meulendijks.

Particolarità del tavolo è proprio l’accattivante base, un intreccio simile a tanti elastici incastrati l’uno con l’altro realizzato in bambù, un materiale altamente sostenibile.

Ogni intreccio è stato creato con diversi strati di legno di due tonalità diverse, naturale e color caramello, che si bloccano reciprocamente. Questo sandwich di colori esalta che curve e la forma della tavola.

Il piano, invece, è stato pensato in vetro, che permette di continuare ad ammirare la sinuosità delle gambe.

La forma originale delle gambe appare diversa a seconda dei diversi punti di osservazione, mostrando comunque il carattere forte e flessibile del bambù.

Meulendijks si impegna profondamente nella progettazione ecocompatibile dal 2010 e ha anche sviluppato un nuovo materiale biodegradabile dal nome Ecolotek materiale biodegradabile.

www.planktonstation.nl

Chiara Gattuso

Chiara Gattuso

Chiara Gattuso vive a Milano, ma porta nel suo cuore il calore della sua Palermo. Specializzata in Storia dell’Arte e laureata in Disegno Industriale a Palermo e in Design del Prodotto per l’innovazione al Politecnico di Milano, si occupa soprattutto di giovani designer.

Articoli bio

One thought on “Lock, il tavolo lamellare ad incastro in bambù

  1. benny

    L’idea, il disegno. la realizzazione e la scelta dei materiali, tutto perfetto. Bello e Spelndido
    Complimenti non vedevo un lavoro così da tempo.

    Reply

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.