LE MIGLIORI AMACHE DI DESIGN O TRADIZIONALI

Editor:

LE MIGLIORI AMACHE DI DESIGN O TRADIZIONALI

Avete sempre desiderato rilassarvi facendovi cullare da un’amaca? Una bella amaca tradizionale in cotone e corda intrecciata a mano o magari un’ amaca di design, che oltre ad essere comoda sia anche bella da vedere? Ecco allora una panoramica sulle migliori amache di design. State cercando un’ amaca da giardino o magari un’ amaca da interno, da appendere in casa? Allora non perdetevi questa guida ragionata alla scelta delle migliori amache.

Ma prima, rispondiamo a una domanda molto frequente…

Si dice àmaca o amàca?

Quello dell’amaca (traduzione inglese, hammock) è un nome che lascia ancora qualche dubbio sulla posizione dell’accento. Si dice amàca o àmaca? Ebbene, la risposta è amàca. Infatti, come ci suggerisce il dizionario Treccani, il nome deriva da un antico termine caraibico hammàka, filtrato poi dai conquistatori spagnoli, che lo semplificarono in hamàca. Risolta la questione del nome, passiamo a scoprire la storia dell’amaca.

La storia dell’amaca

L’amaca (traduzione inglese hammock) era un comodo letto costruito artigianalmente con corde intrecciate, oppure con un telo sospeso e tirato da corde, usato delle popolazioni caraibiche precolombiane. L’amaca veniva appesa tra due alberi oppure all’interno delle capanne. In questo modo aiutava le popolazioni indigene a sopportare meglio il caldo perché aumentava la ventilazione del corpo.

Furono i grandi esploratori del ‘500, Cristoforo Colombo e Amerigo Vespucci in testa, a portarla in Europa. I navigatori italiani capirono subito che quello strano letto a dondolo sarebbe stata utile sulle navi per far riposare i marinai. Questa soluzione, oltre ad essere più comoda e salùbre di un giaciglio per terra, ammortizzava il dondolio della nave anche con le onde più alte, permettendo di riposare meglio.

L’amaca si è presto diffusa anche in occidente, diventando un oggetto del desiderio che evocava luoghi lontani. L’amaca è diventata ben presto protagonista dei viaggi coloniali ottocenteschi ma anche dei dei giardini della borghesia di tutto il mondo, dall’Italia al Giappone. Un oggetto così importante da essere raffigurato anche in i quadri di artisti famosi.

Per avere un’idea di come l’iconografia dell’amaca sia diffusa in tutto il mondo, date un’occhiata a questa bella e completa pagina Pinterest che parla di Amache Vintage

Come costruire un’amaca “Fai da te”

Se siete dei bravi bricoleur, potete costruire un’amaca fai da te, anche se la realizzazione non è così facile come sembra. Bastano delle corde sufficientemente robuste, due pali in legno (attenzione che i manici di scopa non sono abbastanza resistenti e potrebbero spezzarsi), un telo resistente (tipo quelli da sedie a sdraio, i teli usati per le tende da sole) delle dimensioni minime di 120 x 250 cm (ma è meglio abbondare) che andrà cucito con due asole agli estremi più corti per far passare il distanziatore in legno. A questo punto legate i distanziatori alle corde (maglio quelle in nylon navali o da alpinismo), appendetela a due supporti robusti e… buon riposo.

Scegliere un’amaca di design

Per chi non si sente un artigiano provetto o per chi non si accontenta di un’amaca “funzionale” ma la vuole anche bella, magari di design, il mercato offre una grande varietà di modelli. Perché diciamocelo: un’amaca è un sogno, un’icona che evoca paradisi lontani… e per la maggior parte delle persone il suo design è tanto importante quanto la sua comodità.

Per tutti quelli che non rinunciano al binomio forma e funzione, proponiamo una serie di amache di design, offrendo una rassegna di modelli singoli e doppi, da appendere o con strutture autoportanti, in rete o in tessuto. E siamo certi che tra tutti questi troverete la vostra amaca preferita. Tutte le amache citate nel post sono disponibili sul sito di e-commerce LoveTheSign

1. AMACHE CON STRUTTURA

Amaca Osmose con struttura a dondolo

L’amaca Osmose di Fermob è un oggetto di grande design oltre che di massimo relax. Il designer, Sakura Adachi, ha progettato infatti una struttura a doppio anello in acciaio tubolare che, oltre a sostenere l’amaca, monta anche un parasole. Inoltre, oltre alle rilassanti oscillazioni dell’amaca, Osmose aggiunge anche quelle della struttura a dondolo. Un piacere doppio da godere da soli o in compagnia, visto che può essere utilizzata anche come divano a dondolo da più persone. Perfetta anche per i bambini, sia per il gioco, sia per il riposo.

Specifiche tecniche:

L’amaca di design Osmose ha dimensioni sufficientemente ampie da garantire il massimo comfort. Misura infatti cm 180 (h) x 80 (l) x 243 (p). La struttura è in acciaio disponibile in diversi colori coordinati con i teli.

Amaca Fruta con supporto Canoa

Per chi non sa dove appendere l’amaca e vuole avere, sul terrazzo o nel giardino, un oggetto di design che arreda, la scelta potrebbe orientarsi verso la Amaca Fruta che è disponibile con lo speciale struttura Canoa in legno certificato. L’amaca Fruta può essere singola oppure doppia e è dotata di un sistema che regola la tensione così da trovare il proprio livello di comfort preferito

Specifiche tecniche:

L’amaca Fruta singola ha una lunghezza di 3 metri (190 la parte in tessuto) e una larghezza di 110. Il tessuto speciale in polipropilene AmachTex, molto simile al cotone al tatto, garantisce la massima resistenza e durata nel tempo.

2. AMACHE SENZA STRUTTURA

Amaca da viaggio Colibrì

Comoda, leggera, nomade. È l’amaca Colibrì (doppia) di La Siesta. Facile da trasportare e facile da appendere grazie al sistema “easy adjust”. È costruita con una tela traspirante speciale, quella dei paracaduti, per intenderci. È dotata di corde ultra resistenti, rinforzate con fibra di vetro, di 3 metri di lunghezza.

Specifiche tecniche:

Essendo doppia, l’amaca Colibrì è larga 2 metri e lunga tre e regge al massimo 180 kg. Riposi di coppia assicurati!

Alabama Kingsize

Il modello Alabama Kingsize di La Siesta è un vero e proprio letto a dondolo matrimoniale, per di più. Grazie alle sue generose dimensioni, è perfetta per riposare in coppia. Per aumentare la comodità, offre un cuscino integrato. Lo speciale tessuto ultraresistente Hamac-Tex resiste alle intemperie e si asciuga molto rapidamente. Le aste, che garantiscono a questa amaca a due posti una grande stabilità, sono in un Shorea, un legno particolarmente duro che resiste anche anni agli agenti atmosferici.

Specifiche tecniche:

L’amaca Alabama Kingsize ha dimensioni importanti, che confermano il suo nome. È lunga infatti 4 metri e larga 2. Sopporta un peso fino a 160 kg.

Amaca Currambera

L’amaca Currambera evoca atmosfere caraibiche. La sua linea e i tessuti utilizzati ricordano infatti le originali amache dei paesi centro americani. Realizzata artigianalmente in Colombia, è tessuta in cotone di alta qualità. Antistrappo e a prova di tempo e intemperie.
Non essendo dotata di distanziatore, è avvolgente e garantisce un confortevole riposo. Può essere facilmente ripiegata e aperta ogni volta che si vuole. Disponibile in tre colori, kiwi, albicocca e ciliegia, può essere acquistata nella versione singola o doppia.

Specifiche tecniche:

L’amaca Currambera, nella sua versione singola, è lunga 300 cm e larga 140 e sopporta un peso massimo di 140 kg. È realizzata al 100% in cotone a doppio filo anti strappo.

3. AMACHE DONDOLO

Amaca dondolo Nido

Una simpatica alternativa è l’amaca per bambini Nido di Joki. Un’amaca dondolo che si appende da un solo supporto (ad esempio a un ramo, a una trave di casa o del portico).

Vivace anche nella scelta dei colori (verde e blu oppure verde in due tonalità), Nido è realizzata in morbido cotone lavabile e resistente grazie al trattamento antistrappo a doppio filo, e ha in dotazione un grande cuscino coordinato.

Specifiche tecniche:

L’amaca dondolo Nido è adatta ai bambini da 3 a 9 anni. È alta 150 cm con un diametro di 70 cm e sopporta un peso massimo di 80 kg.

 

Amaca dondolo Orquidea

Più che un’amaca a dondolo, il modello Orquidea è soprattutto una sedia pensile o un’altalena in tessuto… Anzi, più di un’altalena non solo per il comfort morbido e avvolgente, ma anche per la possibilità di rotazione a 360° della seduta. Può essere appesa a un ramo, a una trave o anche a una speciale struttura in legno creata ad hoc. Perfetta per il relax o la lettura, è realizzata in Colombia con tessuto in cotone rinforzato.

Specifiche tecniche:

La sedia dondolo Orquidea ha una seduta in cotone di 140 x 105 cm e può portare fino a 130 kg. Il distanziatore è in bambù proveniente da foreste certificate, così come il legno della struttura (disponibile a parte)

In collaborazione con LoveTheSign

 

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.