Ispirati ai buchi neri

Editor:

La Flower Chair del giovane designer austriaco Philipp Aduatz ricorda un fiore, ma è stata pensata con l’idea di riprodurre la sensazione di attrazione gravitazionale di un buco nero.

Il progetto infatti è l’ultimo sviluppo di un lavoro iniziato da Philipp tempo fa e che era partito con il Singularity Table e poi proseguito con il Shamrock Table, il tavolo a quadrifognio, entrambi caratterizzati  da questa forte idea di “risucchio” gravitazionale nella colonna centrale. Aduatz crea oggetti di design con un approccio scientifico, sfruttando sofisticati programmi di simulazione computerizzata che ricreano situazioni altrimenti impossibili da immaginare come la recente Melting Chair, una sedia che sembra fermare, magicamente, una colata di metallo.
La Flower Chair è realizzata con speciali fibre di carbonio, lasciate a vista e protette da uno strato di polimero trasparente, così che l’architettura interna della sedia possa entrare a far parte del progetto. La finitura è in vernice da carrozzeria per auto.

http://philippaduatz.com

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.