Il trullo di design di Gaetano Pesce

Editor:

I trulli di design di Gaetano Pesce

Un trullo di design? Sembra una contraddizione, ma quando di mezzo c’è lo zampino del designer artista Gaetano Pesce, tutto è possibile.

Anche unire in maniera forse provocatoria ma certamente di grande fascino sapere tradizionale e creatività estrema, architettura del passato e arte contemporanea.

E così nasce la storia di questo vecchio edificio in rovina circondato da ettari di uliveti, nei pressi di Ostuni, che è stato acquistato da un architetto veneziano innamorato del Salento per essere trasformato in un trullo di design. Anzi, in un gruppo di trulli.

L’idea è di Gaetano Pesce infatti è stata quella di affiancare al trullo originario, due nuove costruzioni “antropomorfe”. Le strutture dei due nuovi corpi, che sono destinati agli ospiti, ricordano infatti i volti felici di una coppia, un uomo e una donna: Le due finestre tonde formano gli occhi, la porta il naso, mentre due finestre irregolari danno l’idea di una bocca sorridente.

Alcune piante di rosmarino e di leccio, coltivate sul tetto, riproducono i capelli della coppia. Gaetano Pesce disegna anche i bagni come fossero box completamente rivestiti da piccoli specchi che riflettono la vegetazione circostante.

 

Il trullo di design più grande è quello blu, che ospita due camere con ingresso indipendente dall’esterno, mentre quello rosa è un open space di 35 mq. In totale possono ospitare fino a 10 persone.

Per le nuove costruzioni, Gaetano Pesce ha scelto materiali ecologici: pietra e legno rivestiti in poliuretano, così da garantire il massimo isolamento termico e acustico.

Ovviamente, grazie al clima della zona, la zona all’aperto è stato trattato come un una vero e proprio living esterno, con zona pranzo, soggiorno e zona relax con tanto di piscina, ricavata dalla vecchia vasca di raccolta dell’acqua piovane per l’irrigazione.

Anche la cucina è esterna, ospitata in una piccola costruzione indipendente bianca, con dei grossi pouf colorati all’esterno.

Il trullo principale, la dimora dei proprietari, è stato ristrutturato dagli architetti Gabriele Pimpini e Cosimo Cardone ed stato è arredato con tanti oggetti d’arte e di design che colleziona la padrona di casa, nota gallerista veneziana.

Photo:Gianni Franchellucci

One thought on “Il trullo di design di Gaetano Pesce

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.