GUIDA FUORISALONE 2016. TUTTI GLI EVENTI DA NON PERDERE ZONA PER ZONA. PARTE 2

Editor:

GUIDA FUORISALONE 2016. TUTTI GLI EVENTI DA NON PERDERE ZONA PER ZONA. PARTE 2

Dopo aver raccontato nella prima puntata il meglio degli eventi in centro a Milano (che vi consigliamo di leggere anche perché contengono consigli di carattere generale), ecco la Guida Fuorisalone 2016 dedicata agli eventi principali nei quartieri più esterni, ma non per questo meno interessanti.

 

ZONA TORTONA

In via Tortona 14, la curiosa “Design me a Song”, dove 7 designer interpretano 7 canzoni in chiave creativa. Date poi un’occhiata ai sempre interessanti Magna Pars e all’Opificio 31, rispettivamente ai civici 15 e 31. Al 20, Rilegno esplora il tema attuale del riciclo e degli imballaggi e la tecnologica Parrot apre il suo Temporary store.

Non perdetevi il Superdesign Show al 27, con gli allestimenti di Citizen, Gore-Tex, Paola Navone, eBay, Barovier&Toso, LG Hausys e molti altri. Nel Basement, un laboratorio di idee con tanti designer da scoprire.

Di fronte c’è il museo Mudec (con la bella mostra su Joan Miró) dove troverete anche un allestimento della spagnola Lladrò. Più avanti, al n. 32, grande installazione di Lexus con Formafantasma; al n.35, il NH Design Hotel, che ospita sempre vari eventi, e al 58 la tecnologia di Asus.

In via Bergognone, negli spazi dell’ex Ansaldo, da vedere (e gustare) l’evento Whirlpool al n. 35 che unisce food e spettacoli, mentre nel grande spazio Base al n. 34, (è tra le sedi ufficiali della XXI Triennale) troverete diversi eventi tra cui gli inglesi di Designersblock, Moleskine, Brionvega, una collettiva olandese, una di designer cinesi (potete trovare altri designer orientali al 00/China all’Opificio 31), e molto altro.

In via Savona 56, l’imperdibile “The unexpected Welcome” di Moooi, da qualche anno l’evento più stupefacente in assoluto del Fuorisalone (da non perdetere assolutamente!!!). Il fondatore di Moooi, Marcel Wanders, è presente anche con la collezione Parents per Cybex sempre in via Savona ma al 43.

In via Forcella 7, Free Ride by Land Rover; al n. 13, il Pepsi Bar e la Melissa Lounge, dedicata alle scarpe brasiliane in plastica profumata più famose al mondo (quelle disegnate da Vivienne Westwood, Zaha Hadid, Fratelli Campana, Karl Lagerfeld…) tra atmosfere carioca e free wi-fi per tutti. Per i più “cool”, al n. 6 il Magna Pars Suites Hotel ospita giovedì14 (in occasione della Tortona Design Night), la performance live di Karim Rashid che sveste i panni del designer per indossare quelli del DJ.

 

ZONA VENTURA/LAMBRATE 

Tra gli eventi, segnaliamo l’installazione luminosa “Hallucination di Cattelani&Smith in via Ventura 5; “The Bar” con la realtà aumentata by Simone Micheli, Norwegian Materials e la Plusdesign Gallery, al n. 6; la collettiva Form and Seek al n. 2 e i bravissimi studenti dell’università svedese HDK al n. 14.

Il giorno 14 dalle 19, in Viale delle Rimembranze di Lambrate 7 NoLab organizza un evento in terrazza con designer autoprodotti e showcooking di pasticceria!

Per il resto, girate, curiosate e chiacchierate con i giovani designer. Ne vale la pena!

 

TRIENNALE

Alla Triennale di Milano in v.le Alemanna 6, le mostre “Stanze: Altre filosofie dell’abitare”, curata da Beppe Finessi, “Women in Italian Design”, sul design al femminile e “Anni Luce” su Foscarini

 

ALTRE ZONE

In zona S. Ambrogio, da vedere assolutamente, Next Design Innovation, con gli innovativi progetti di giovani designer delle università lombarde presentati da Regione Lombardia e Politecnico di Milano – Dipartimento di Design.

In via Orobia 15, nella zona dei Navigli, The Nature of Motion: 10 designer collaborano con il brand Nike.

La Cascina Cuccagna, nell’omonima via in zona Porta Romana, ospita diversi progetti e mostre (tra cui l’interessante “Failure” sui fallimenti di designer importanti) in una cornice rilassante da Milano d’altri tempi. Ottimo il bar/ristorante per una pausa di relax fuori dal caos cittadino! Vicino, in via Adige 11, i fans di Andrea Castrignano potranno visitare il suo studio con la mostra Color Inside.

Immancabile una puntata allo Spazio Rossana Orlandi in via Matteo Bandello 14 e alla fabbrica del vapore, in zona Cimitero Munumentale, per vedere bel design in una vecchia fabbrica.

Poco distante, nello spazio ADI di via Bramante 42 (altra bellissima archeologia industriale), un’iconica installazione curata da Alessandro Guerriero, fondatore dell’Atelier Alchimia.

In via Carducci 38, Lo Studio Joe Colombo presenta la poltrona Cart in collaborazione con Ditre.

Per gli appassionati della danza sudamericana, la Marni Ballhaus in viale Umbria 42 con lezioni di Cumbia e percussioni + live performances tutta la settimana.

 

Per completare la vostra personale guida Fuorisalone 2016, vi consigliamo anche di leggere la nostra guida ai Design Districts e le nostre 10 regole per sopravvivere al Fuorisalone. Leggetele e, se le trovate utili e interessanti, condividete sui vostri canali social. Sarà molto gradito e ci ripagherà del grande lavoro di Redazione che c’è dietro a queste piccole guide…

Grazie mille.

Massimo Rosati

One thought on “GUIDA FUORISALONE 2016. TUTTI GLI EVENTI DA NON PERDERE ZONA PER ZONA. PARTE 2

  1. cLAUDIA

    Bella iniziativa, complimenti! Potreste indicare anche le installazioni alla Stazione Garibaldi Milano (Pza Freud 1) dedicate all’eco-design. Opening con cocktail LUNEDì 11 Aprile ore 12.00.
    grazieeee cz

    Reply

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.