Eagle, le lampade che nascono dalla missione spaziale

Editor:

Eagle è una serie di lampade scultoree che si ispirano alla missione spaziale del 1969, quando l’uomo toccò per la prima volta la superficie lunare facendone ritorno.

Il designer Gaël Wuithier, progettista dello studio WoodLabo, decide così di reinterpretare il disegno della fusoliera della navicella, che si trasforma in un’aquila stilizzata, da cui prende il nome tutta l’incantevole collezione.

La serie Eagle è composta da cinque lampade, tutte realizzate con pannelli in multistrato di betulla, che rappresentano le fasi della missione: eagle, orbit, landing, moon e lift off. Ogni pannello inoltre è distanziato da pochi millimetri di distanza dall’altro, in modo da lasciar passare un piccolo ma importante fascio di luce.

Individualmente ogni lampada affascina per la sua forma geometrica sfaccettata e per il contrasto del legno combinato alla luce LED, ma se disposte in gruppo creano una bellissima costellazione, come dei piccoli disegni celesti che incantano l’uomo quando guarda le stelle durante la notte.

Lo studio WoodLabo nasce in Finlandia nel 2010, un team che, con le sue creazioni luminose, invita lo spettatore a lasciarsi cullare da tra le meraviglie della natura e dello spazio.

www.woodlabo.com

Chiara Gattuso

Chiara Gattuso

Chiara Gattuso vive a Milano, ma porta nel suo cuore il calore della sua Palermo. Specializzata in Storia dell’Arte e laureata in Disegno Industriale a Palermo e in Design del Prodotto per l’innovazione al Politecnico di Milano, si occupa soprattutto di giovani designer.

Articoli bio

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.