CICLOSFUSO, BICI E VINO

Editor:

Siete appassionati di bici e non disdegnate un buon bicchiere di vino? Allora fate un salto da Ciclosfuso, un insolito locale milanese che nasce dalla comune passione dei due soci, Gianluca Casella e Matteo Riva: bici e vino.

Aperto a Milano a da giugno, Ciclosfuso nasce in uno uno spazio ex-industriale affacciato in un silenzioso cortile di via Vigevano 43, un bell’edificio a ringhiera della vecchia Milano.

Le due passioni confluiscono in questa nuova esperienza professionale ‘diversa e irriverente’, come la definiscono i fondatori, in cui uniscono alcune buone tradizioni italiane, nel rispetto dell’ambiente. Una sana ed ecologica pedalata in bici, con la degustazione di vini e prodotti alimentari di alta qualità.

All’interno predomina il calore naturale del legno: quello delle assi in faggio usate per il bancone e il legno color miele della quercia, con cui sono realizzati i tavoli, dove degustare i prodotti. Forte e dal sapore industriale la struttura portante, in tubi in ferro nero satinato, che ospita elementi espositivi e si contrappone all’acciaio lucido delle botti che contengono vino sfuso e padroneggiano al centro.

Il vino sfuso – predominante in quantità, rispetto alle etichette – viene scelto con grande attenzione all’ecologia (meno utilizzo di vetro) e al risparmio (il miglior rapporto qualità-prezzo).

La bici – mezzo di trasporto adottato da entrambi i soci – diventa fondamentale nel progetto, che include la ciclo-officina con vendita.

Tutti i vini sono da consumare in loco o da asporto. Lo sfuso è proposto in 8 tipologie, in altrettanti botti di acciaio – 6 da 400 litri e 2 da 600 litri – protagoniste, al centro dello spazio. Inoltre una bella varietà di vini: 70 etichette selezionate in 26 aziende agricole. E il buon vino, si sa, va sorseggiato con meritevoli prodotti culinari…

 

Da luglio, Ciclosfuso inaugura SloWays, una serie d’incontri e dibattiti organizzati intorno al tema della bicicletta e contemporaneamente un viaggio alla scoperta dei vini italiani.

Il primo appuntamento Martedì 14 luglio dalle ore 19, con il dialogo semiserio tra vecchi e nuovi viaggiatori, a cura di SloWays: ‘Come ho imparato a viaggiare senza rotelle’. Un esperto ciclo-viaggiatore e una totale neofita raccontano la loro storia dando consigli tecnici su come affrontare un viaggio in bicicletta.

www.ciclosfuso.com

[email protected]

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.