Bananatex, il futuro del design sostenibile e le fibre vegetali

Editor:

design sostenibilePronta a debuttare in occasione della Milano Design Week 2019, la casa tedesca Bananatex lancia uno degli esempi di design sostenibile alla portata di tutti, soprattutto nel quotidiano.

Ecco che nasce QWSTION, lo zaino nato dal connubio tra innovazione, progettazione e pensiero alla creazione di un nuovo futuro. Come? Grazie alle banane.design sostenibile

QWSTION sono proprio delle borse realizzate con fibre vegetali di banane, completamente biodegradabili, capaci di sostituire tutte le plastiche che vengono adottate sul mercato.

La sfida dell’azienda è stata proprio quella di adottare un approccio diverso, prendendo una direzione differente da tantissimi competitor e di proporre quindi al pubblico un prodotto che sappia distinguersi.design sostenibile

Bananatex vi aspetta a Milano

Quale migliore occasione se non debuttare alla tanto ricca settimana del design, proprio a Milano?design sostenibile

L’azienda Bananatex ci accoglierà nella suggestiva installazione intitolata Shelter, nello spazio Alcova in via Popoli 11. Un open space completamente dedicato alla scoperta delle potenzialità dell’innovativo materiale e alla prova effettiva di quanto il quotidiano può cambiare anche con piccoli gesti.

QWSTION è la risposta concreta ai continui sprechi di materiali nocivi utilizzati dal mercato, offrendo una visione ecologica agli utenti di ogni giorno, sensibilizzandoli al tema clima e ambiente.design sostenibile

Come è nato il progetto

L’innovativo zaino sostenibile QWSTION nasce dalla collaborazione di Bananatex con l’azienda svizzera QWSTION, specializzata in uso di filati taiwanesi, uniti per seguire insieme l’intenso sviluppo e processo produttivo.

Tutto il progetto è composto dal primo tessuto impermeabile e resistente completamente realizzato con piante di banane coltivate nelle Filippine.design sostenibile

Qualcuno potrebbe chiedersi se l’uso delle piante di banane possa essere esso stesso qualcosa che vien meno alla natura. Bananatex risponde al perchè ha voluto focalizzarsi proprio su questa tipologia di piante: il banano non ha la necessità di essere trattato con sostanze chimiche e garantisce abbastanza autosufficienza, tale da contribuire al rimboschimento delle aree una volta erose dalle piantagioni di palme, migliorando nel contempo la prosperità degli agricoltori locali.design sostenibile

www.qwstion.com www.bananatex.info www.alcova.xyz

Chiara Gattuso

Chiara Gattuso

Chiara Gattuso vive a Milano, ma porta nel suo cuore il calore della sua Palermo. Specializzata in Storia dell’Arte e laureata in Disegno Industriale a Palermo e in Design del Prodotto per l’innovazione al Politecnico di Milano, si occupa soprattutto di giovani designer.

Articoli bio

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.