Il nuovo brand siciliano Orografie presenta il progetto T1 e T2 di Martinelli Venezia Studio. Arredi ibridi pensati per molteplici funzioni.

Progettare “una funzione” e non “per una funzione”. È da questo assunto che nasce Orografie, il nuovo brand di design creato da Giorgia Bartolini, con l’art direction di Vincenzo Castellana. L’obiettivo: riportare in vita l’insegnamento che ci hanno lasciato i grandi maestri del design. La regola d’oro secondo cui per progettare una forma nuova bisogna partire sempre dalla funzione.

Oggi Orografie svela il suo primo progetto: T1 e T2, due arredi multifunzionali disegnati da Martinelli Venezia Studio. Un progetto parte di una più ampia collezione che verrà presentata in settembre, durante il Fuorisalone 2021.

Oltre a Martinelli Venezia Studio, sono 15 i designer che firmeranno la collezione, tra cui Francesco Faccin, Lanzavecchia+Wai ed Elena Salmistraro.
Tutti i designer coinvolti hanno progettato una funzione che non esisteva. Il risultato sono arredi in dialogo tra analogico e digitale, immaginati per ambienti ibridi. Il tutto realizzato con lavorazioni artigianali radicate nel territorio in cui nasce il brand: la Sicilia.

Arredi ibridi ispirati agli stampi per fonderia

“Siamo da sempre affascinati dagli stampi in legno per fonderia: manufatti così sofisticati, ricchi di incavi, fori di vari diametri, smussi, protuberanze o altri dettagli singolari che suscitano il nostro immaginario sulle innumerevoli forme che con essi è possibile realizzare”, racconta Martinelli Venezia Studio.

Partendo dagli stampi in legno per fonderia, Martinelli Venezia Studio ha scomposto e ordinato quest’iniziale ispirazione. Ne sono nati così T1 e T2, due “normografi dello spazio domestico”, come li chiamano i due designer. Due arredi anfibi, dove le funzioni si alterano per crearne di nuove.

Come sono fatti T1 e T2 di Orografie

Gli arredi T1 e T2 di Orografie sono prodotti in pasta di legno rivestita da una lacca dall’effetto metallizzato. Una lavorazione realizzata in collaborazione con una piccola realtà artigianale del territorio siciliano.

Costituiti da diversi elementi che si incastrano, sovrappongono e separano, T1 e T2 sono stratificati su più livelli rivelandosi adatti per diverse funzioni e contesti d’uso. Inoltre, i due tavolini/contenitore possono vivere sia insieme che in modo autonomo.

A dare ulteriore carattere al progetto sono i colori: il rosso e il blu. Un richiamo agli arredi del Bauhaus? Ci piace pensarlo.

Author

Mi occupo di comunicazione digitale, creando contenuti testuali per agenzie di comunicazione, studi di design e aziende di arredamento. Nel 2012 ho fondato Interior Break, un blog dedicato all’interior design, eletto nel 2014 migliore blog di arredamento per i contenuti nel concorso “Blog-in”, lanciato da IKEA Italia.

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.