Apple Store Milano. La mela sbarca a due passi dal Duomo

Editor:

Apple Store Milano, il nuovo flagship store a due passi dal Duomo.

La grande multinazionale americana, abbandonata l’idea di piazza Duomo, approda in piazza Liberty e a fine luglio ha aperto al pubblico il suo nuovo Apple Store Milano su progetto dell’architetto Stefan Behling (dello studio Foster and Partners di Londra).

Dopo anni spesi in progettazione, pubbliche discussioni e accordi con il Comune, si è trovata una soluzione di reciproca soddisfazione, riservando la cosiddetta “piazzetta” alla sede commerciale di rappresentanza di Apple nella capitale lombarda.

Il sito soddisfa l’azienda di Cupertino per centralità e particolarità del luogo, e il Comune per la qualità del progetto che mantiene lo spazio aperto e fruible, ma anche per l’entità degli oneri di urbanizzazione scontati in sede di convenzione.

Il punto di accordo è proprio la piazza gradinata mantenuta ad uso pubblico, che porta agli ingressi del negozio sottostante, la quale ha come sfondo un grande parallelepipedo in vetro con funzione di cascata, ma anche di schermo per proiezioni o fondale per eventi all’aperto, a colmare la soppressione del vicino cinema Apollo.

Lo stile semplice e minimale dell’Apple Store Milano trova una felice valorizzazione nell’impiego di pochi materiali: una beola grigia fiammata per pavimenti e rivestimenti della piazza gradinata, acciaio inox per le balaustre e vetro trasparente per il grande parallelepipedo, che è anche lucernario del blocco scala al piano di vendita, e per il corpo ascensore in posizione opposta. 

La stessa beola è usata anche all’interno: nel blocco scala con gradini a sbalzo, rivestiti all’intradosso di una lamiera a specchio a formare una sorta di scultura frazionata, e nella sala ipogea del negozio, che prende luce dalle alzate vetrate della gradinata, e presenta piccole alberature e nuovi elementi di arredo rispetto ai punti vendita dei centri commerciali.

Un plauso per la qualificazione di uno spazio pubblico e per aver dato qualche occasione di seduta di cui il centro è tanto avaro, ma anche una bocciatura per la attuale mancanza di toilette in un negozio così moderno e di richiamo: il Comune acconsente ?

www.apple.com/it

Ci interessa la tua opinione Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.