Tag

coltello

Browsing

Si chiama Infinit.oo questo particolare coltello da sashimi disegnato da Roberto Rota e prodotto dall’azienda Forgiapizzi. Il suo nome rivela l’ispirazione di questo coltello di design, che riprende nelle sue linee dinamiche il simbolo dell’infinito.

Il coltello Infinit.oo è realizzato artigianalmente in acciaio damascato. Si tratta di una particolare tecnica di lavorazione che lascia, sulla superficie, una serie di disegni che ricordano quelli dell’omonimo tessuto.

La realizzazione di questo particolare coltello da sashimi nasce grazie alla collaborazione tra il designer e Luca Pizzi, uno dei pochi artigiani europei in grado di lavorare manualmente l’acciaio damascato inox. Una tecnica molto rara e complessa che può contare fino a 400 strati di acciaio battuti manualmente.

Le operazioni di torsione e taglio, tipiche del processo produttivo, vengono riprese anche nelle superfici ergonomiche del manico. Grazie alla studiata torsione della curvatura, infatti, il manico si trasforma senza soluzione di continuiotà nel corpo asimmetrico della lama.

Il coltello Infinit.oo ha vinto il concorso “Artigianato e Design”.

Un oggetto da cucina che si ispira un rituale tradizionale della cultura ispanica, quello della corrida, a denunciarne la violenza con sottile ironia. Si tratta di “Only Right Here” del giovane messicano Alan Saga, un portacoltelli da cucina a forma di toro dalle forme geometriche scolpite in ben 162 sfaccettature. Realizzato con la tecnica dello stampaggio ad iniezione in ABS con finitura bianco opaco, il toro ha un’altezza di 198 millimetri per 388 millimetri di lunghezza. Secondo una recente ricerca, in Messico il 70% della popolazione è per l’abolizione della corrida e il designer auspica una nuova era in cui la violenza contro gli animali sia solo retaggio del passato . Only Right Here ha vinto il premio Platinum del concorso internazionale A’ Design Award 2013 – 2014 nella sezione Bakeware, Tableware, Drinkware and Cookware.  Foto: Nydia Lilian

Oriente ed Occidente, disegno industriale e artigianato. Due culture e due linguaggi progettuali tanto distanti si sono incontrati attraverso il comune linguaggio del design grazie al progetto di Andrea Ponti, designer di origine sarda che ha dato vita a “Fusion” una linea di coltelli da cucina in ebano e acero bianco. Prodotti a Kyoto e realizzati a mano in tiratura limitata dall’artista giapponese Issei Hanaoka, si rifanno alla tradizionale tecnica giapponese di lavorazione del legno pur conservando uno spirito minimalista ed un design semplice e contemporaneo.

Entrambi i modelli presentano un manico ergonomico che assicura una presa confortevole e sono disponibili in due dimensioni e due tipologie di lame: seghettata e liscia. La prima indicata per il pane, la seconda per i formaggi, frutta e dolci.

L’assenza di giunzioni tra manico e lama consente massima igiene e facile pulizia. La lama, che nella parte inferiore ha uno spessore inferiore al decimo di millimetro, rende i coltelli estremamente affilati ma allo stesso tempo facili da riaffilare. Anche per il packaging abbiamo deciso di rielaborare le tradizionali scatole giapponesi “kiribako”, rivisitate attraverso il linguaggio del design italiano, dove la forma segue la funzione, in questo caso non solo contenere il prodotto ma proteggerlo dall’umidità e conservarlo intatto nel tempo.

Entrambi i modelli sono disponibili su prenotazione

www.andreaponti.com