Tag

cantina

Browsing

CANTINE FLORIO APRONO AL PUBBLICO UNA SALA DEGUSTAZIONE

Meritano una visita le splendide Cantine Florio di proprietà del gruppo Duca di Salaparuta, che di recente, hanno anche aperto una nuova sala di degustazione aperta al pubblico (vedi il capitolo “visite guidate” più sotto), la Sala Donna Franca Florio, un nuovo spazio per la degustazione in cui è possibile muoversi tra vini liquorosi e marsala siciliani, fra tradizione e tecnologia.

Ricavata da una delle navate in tufo delle Cantine Florio la sala ha una dimensione di 300 metri quadrati ed è limitata da una quinta di botti di rovere. Lo spazio della cantina, immaginato a volte come un luogo saturo di botti, si fa ampio e accogliente, deciso a coinvolgere tutti i sensi: al centro un unico lungo tavolo dove si svolge la degustazione, anch’esso in rovere e vestito da pochi oggetti di design.

L’illuminazione si fa suggestiva in un gioco di luci e ombre che mischia quelle proiettate sullo schermo cinematografico a quelle provenienti da una serie di corpi sospesi in acciaio satinato; ed è qui che la tecnologia ha giocato tutte le sue carte per non compromettere un ambiente perfetto per il vino, dove la tradizione non sempre è pronta ad accogliere le innovazioni: all’interno della sala tutto è cablato in bassa tensione e basso assorbimento con sistemi LED stagni per ovviare al problema della forte umidità e della polvere di tufo presente, in modo da mantenere intatto tutto il calore del legno di rovere con cui tradizionalmente si realizzano le botti in cui maturano i vini Florio.

Insomma, se anche l’occhio vuole la sua parte, la nuova cantina intende dare al visitatore la possibilità di degustare i suoi pregiati vini in uno spazio raffinato ed accogliente, tra abbinamenti mai banali non solo per quanto riguarda il gusto, ma anche per quanto riguarda il design e l’architettura.

LE VISITE GUIDATE

Il costo della visita standard è di 13 Euro a persona e comprende: La nuova esperienza del film in 4D, la visita guidata alle Cantine e degustazione esperienziale di quattro vini (Corvo, Duca di Salaparuta e Florio), con i relativi abbinamenti gastronomici.

Dai 6 ai 17 anni il costo del biglietto d’ingresso è di euro 5,00 e non comprende la degustazione, sotto i 6 anni l’ingresso è gratuito.

Giorni e orari: dal lunedì al venerdì 9:00/18:00, il sabato 9:00/13:00 (solo su prenotazione).

Oltre alla visita in cantina è possibile organizzare aperitivi, pranzi e cene, eventi e matrimoni.

Info su: www.duca.it

 

 

Gli appassionati del vino di qualità apprezzeranno questa idea che unisce la storia dei vini più pregiati a interessanti elementi d’arredo.

Lumi wine rack, progettato da Dale Rorabaugh, un produttore californiano di vini con la passione del design, è un oggetto che unisce la funzione di lampada a quella di espositore per bottiglie. L’idea è semplice.  Dale ha “smontato” dei vecchi barili in rovere americano o francese, ne ha riciclato le doghe aggiungendovi una tecnologia a LED e ottenendo così un elemento illuminante modulare che è al tempo stesso espositore di vino.

Lumi wine rack è composto da moduli unici perché il legno di ogni doga ha assunto un colore diverso a contatto coi tannini.

Il collo delle bottiglie si inserisce negli appositi fori e queste restano come sospeso a mezz’aria formando un leggero arco che segue la naturale curvatura delle doghe.  Le doghe, possono essere accostate e montate su una struttura in alluminio, così da creare forme sempre diverse che possono crescere insieme alla collezione di vini.

 

Apre le porte ai visitatori il “Carapace”, la cantina-scultura della Tenuta Castelbuono realizzata da Arnaldo Pomodoro

Il periodo della vendemmia è perfetto per andare alla scoperta della nuova cantina-scultura firmata da Arnaldo Pomodoro, uno dei maggiori artisti contemporanei. Il“Carapace” – questo il nome della cantina – è infatti un’opera unica, la prima scultura al mondo nella quale si vive e si lavora. “Ho avuto l’idea di una forma che ricorda la tartaruga, simbolo di stabilità e longevità che, con il suo carapace rappresenta l’unione tra terra e cielo, racconta Arnaldo Pomodoro.

La cantina appare come una grande cupola ricoperta di rame, incisa esternamente da crepe che ricordano i solchi della terra e internamente dai segni che sono l’inconfondibile cifra artistica di Arnaldo Pomodoro.

[youtube]http://youtu.be/fhWmy-6MyOw[/youtube]

La Tenuta Castelbuono, 30 ettari nei comuni di Bevagna e Montefalco in Umbria, rientra nell’ambizioso progetto della famiglia Lunelli, da tre generazioni alla guida delle Cantine Ferrari, di creare in alcune tenute in Italia vini che condividano con Ferrari la tensione all’eccellenza e il legame con il proprio territorio.

La tenuta offre l’opportunità di speciali visite guidate e degustazione di grandi vini, come il il Sagrantino e il Rosso di Montefalco. La prenotazione è obbligatoria.

www.sistemamuseo.it/tenutacastelbuono.php