Tag

box

Browsing

Il duo svedese Färg & Blanche è stato selezionati per il premio “Talents à la carte” durante l’ultima edizione di maison & Objet a Parigi. In quell’occasione ha presentato Wood Tailoring

Una interessante collezione di accessori come borse, portapenne, un vassoio e un cestino, realizzati con una tecnica insolita. Cucire insieme legno e tessuto. Legni e tessuti di diverse finiture e colori, ovviamente…

Ci raccontano Färg & Blanche: “Dopo aver realizzato nel 2014 i primi prototipi di Wood Tailoring (sono stati presentati come una collezione concettuale che ha vinto il premio di prodotto dell’anno del Magazine FORM) abbiamo sviluppato la tecnica e adattandola per la produzione di massa”.

Se qualcuno sta pensando a un sistema particolarmente sofisticato o tecnologico, si sbaglia di grosso. Färg & Blanche hanno voluto approfondire e sviluppare una tecnologia di cucitura tradizionale e artigianale. Per realizzare i pezzi della collezione Wood Tailoring abbiamo impiegato una macchina da cucire che fa le impunture direttamente al legno, proprio come si faceva una volta a case delle nostre nonne. Ovviamente non con la stessa macchina, pensata solo per cucire insieme materiali morbidi, ma il concetto è lo stesso!

Una tecnica antica e moderna al tempo stesso che fonde il ‘fatto a mano’ con l’industriale.

Ci piace l’idea di utilizzarla per molti oggetti e mobili diversi”, concludono i due designer. “Ci sono così tante possibilità con questo nuovo metodo per legare insieme un materiale rigido e morbido… L’idea è così stimolante che abbiamo da poco realizzato una collezione di arredi con la tecnica del Wood Tailoring per Garsnas importante azienda svedese Gärsnäs.”

Un bel progetto di design sociale

Il design, quando ha scopi “sociali” è ancora più bello. Così faccio i miei complimenti al designer inglese Benjamin Hubert, che ho incontrato al Design Festival di Londra, che ha dato vita a Layer, un concetto di design “non convenzionale”.

 

Tra gli altri progetti presentati nella capitale inglese, ha avuto la bella idea di ripensare il box per le donazioni di Maggie’s, un’organizzazione inglese che fornisce supporto pratico, emotivo e sociale gratuito per le persone malate di cancro e ai loro familiari e amici.

L’oggetto disegnato da Benjamin, non è altro che il restyling di un box, molto diffuso in Gran Bretagna in tantissimi spazi pubblici, negozi, ma anche portato a mano da tantissimi volontari.

Il Change Box è uno strumento prezioso per aumentare la raccolta fondi grazie anche, perché no?, a un design più “friendly”, colorato, che si fa notare e che, con l’inclinazione della sua imboccatura che mostra chiaramente la fessura per il denaro, invita alla donazione.

Il concetto alla base della nuova scatola collezione carità è che “un piccolo cambiamento può fare una grande differenza”.

La facile presa aiuta i volontari che devono sostenere il box, pieno di pesanti monetine, che girano per le città.

Change Box è in plastica colorata realizzata con stampo rotazionale e alla base ha un tappo in silicone.